10 cose da non perdere a Praga

cose da non perdere a pragaPraga è secondo me una delle città più belle d’Europa, anzi mi sbilancio, del mondo, almeno tra quelle che ho visitato.

Il suo fascino medievale intriso di magia le conferisce quell’atmosfera romantica che riesce a sciogliere anche i cuori più duri.

Dopo questa bella sviolinata alla capitale della Repubblica Ceca vi segnalo quelle che secondo me sono le 10 cose da non perdere a Praga.

1) Stare Mesto: sfido chiunque ad entrare nella Città Vecchia di Praga e a rimanere impassibile di fronte all’architettura dei suoi palazzi, alla bellezza della Piazza sovrastata dalla Chiesa di Týn, e a quella meraviglia dell’Orologio Astronomico che allo scoccare di ogni ora fa uscire il corteo degli Apostoli.

piazza della città vecchia praga

2) Piazza di San Venceslao: un lungo viale nel quartiere di Nove Mesto (Città Nuova) in stile Champs-Élysées parigini.

Qui si trovano negozi alla moda, il Museo Nazionale e la statua in onore di San Venceslao, il patrono della Repubblica Ceca.

La piazza è tristemente nota anche per essere stata lo scenario della protesta contro l’oppressione dell’Unione Sovietica culminata il 16 gennaio 1969 con il suicido dello studente Jan Palach.

piazza venceslao

3) Il Castello: questo imponente insieme di edifici posto in cima alla collina che si trova sopra Mala Strana, risale al IX sec. d.C. e sovrasta la città. Visitarlo significa fare un viaggio nella storia non solo della città ma di tutto il Paese. Al suo interno si trova la Basilica di San Giorgio e luoghi magici come il Vicolo d’Oro dove gli alchimisti cercavano la formula chimica per creare l’oro – e dove peraltro visse anche lo scrittore Kafka – e la Torre di Dalibor che conserva i macabri gli strumenti di tortura.

Dicono detenga il primato come castello medievale più grande del mondo.

vicolo dell'oro

4) Ponte Carlo: è il ponte che attraversa la Moldava e che unisce la Città Vecchia (Mala Strana) con la Città Piccola (Stare Mesto). Fu costruito nel XIV secolo, è lungo 515 metri, largo 10, e ai suoi lati si trovano trenta statue.

Vi suggerisco di attraversarlo sia di giorno che di notte. Al calar del sole, grazie all’illuminazione soffusa, assume un fascino del tutto particolare.

ponte carlo praga

5) Quartiere ebraico e cimitero: Josefov, il ghetto ebraico di Praga, si trova a pochi passi dalla Piazza della Città Vecchia.

Qui si trovano negozi, sinagoghe e il cimitero con le sue tombe disordinate. Un luogo molto suggestivo.

6) Mala Strana e l’Isola di Kampa: la Città Piccola è un dedalo di viuzze e di eleganti palazzi dall’aspetto barocco e rinascimentale. Qui si trova l’Isola di Kampa con il suo mulino – formatasi da un braccio della Moldava chiamato canale del diavolo a causa di una donna “indemoniata” che viveva nella piazza dei Maltesi – la Chiesa di San Nicola e la Chiesa seicentesca di Nostra Signora Vittoriosa che custodisce la statuetta miracolosa del Bambino Gesù.

stare mesto

7) La Cattedrale di San Vito: la più grande Cattedrale della Repubblica Ceca. Si trova all’interno del borgo del Castello ed è uno splendido esempio di architettura gotica. Per costruirla ci vollero ben 600 anni, i lavori iniziarono nel 1344 e terminarono nel 1929. Qui sono custoditi i resti dei Re Boemi.

cattedrale di san vito

8) La collina di Petrin: da questa collina, in cui si trova un copia in miniatura della Torre Eiffel, si gode di una vista mozzafiato sulla città.

collina di petrin

9) Porta delle Polveri: la monumentale Porta d’ingresso alla Città Vecchia.

torre delle polveri praga

10) La Casa Danzante: nota anche come Fred e Ginger (dai famosi ballerini/attori Ginger Rogers e Fred Astaire), è un’edificio dalla forma molto particolare costruito tra il 1994 e il 1996.

casa danzante praga

La Capitale della Repubblica Ceca oltre ad essere una città meravigliosa è ancora abbastanza economica quindi se non ci siete mai state vi suggerisco di visitarla al più presto.

Qui trovate il diario del mio viaggio.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Guide

Iscriviti alla Newsletter