| Bagagli, Viaggiare Low Cost

Cibo e bevande nel bagaglio: cosa si può portare e cosa no

cibo e bevande nel bagaglio

Ciao viaggiatore, il trasporto di cibo e di bevande in aereo è una di quelle cose che destano dubbi e confusione prima di ogni partenza. Le regole volte a tutelare la sicurezza dei passeggeri sono fortunatamente restrittive e il giorno prima di recarci in aeroporto ci sorge spesso la domanda:

“Cibo e bevande nel bagaglio: cosa si può portare e cosa no?”

Diciamolo, chi di noi non si è mai posto questo dubbio? “Posso portare il parmigiano a mio fratello che vive a Londra?”, “Posso portare i cannoli siciliani a mia sorella che si trova a Bruxelles?”, “posso riportare a casa una bottiglia di Rum cubano?”, “e i panini col prosciutto da mangiare in aereo?”

Le regole differisco tra bagaglio a mano e bagaglio da stiva e con questo post cercherò di fare massima chiarezza a riguardo in modo che tu possa partire sereno.

Cibo e bevande nel bagaglio a mano

Per quanto riguarda i liquidi nel bagaglio a mano c’è la regola che impone il trasporto di liquidi con contenuto massimo di 100 ml, per un totale complessivo di 1000 ml, inseriti in una bustina di plastica trasparente richiudibile.

Non puoi quindi portare nel bagaglio a mano lattine di birra o bottiglie d’acqua, a meno che l’acquisto non venga effettuato nei negozi (duty-free) o nei bar che si trovano all’interno dell’aeroporto e dopo aver passato i controlli di sicurezza.

Sono vietati i cibi morbidi e spalmabili: quindi no assoluto al trasporto di confezioni di crema di cioccolata, di burro di arachidi, di yogurt e di formaggi freschi come ad esempio la ricotta e la mozzarella.

È possibile però portare a bordo panini e sandwich preparati con quegli alimenti quindi sì a panini farciti con crema di cioccolato, con burro di arachidi e con la mozzarella.

Si possono invece portare a bordo i formaggi in forma solida come ad esempio il parmigiano.

Puoi quindi portare anche, crackers e biscotti nella confezione originale e sigillati, verdure e salumi, e tutto ciò che non sia quindi liquido e che non rientri nei casi citati poco fa.

Fai però attenzione, ci sono Paesi che applicano restrizioni al trasporto di alimenti soprattutto di origine animale. Ti consiglio sempre di verificare con il servizio doganale del Paese in cui ti recherai l’effettiva trasportabilità di quell’alimento.

Qui trovi il regolamento relativo all’introduzione di alimenti nei Paesi dell’Unione Europea.

Cibi e bevande nel bagaglio da stiva

Per i bagagli da stiva non esistono grosse limitazioni nel trasporto di cibi e di bevande.

Devi però assicurarti che siano bene imballati e che siano permessi nel Paese di destinazione (anche qui ti suggerisco di verificare la trasportabilità con il servizio doganale del Paese in cui ti recherai perché cambiano da Nazione a Nazione), e devi soprattutto fare attenzione al quantitativo permesso, soprattutto per quanto riguarda le bevande alcoliche.

Già che ci sei leggi anche:

Buon viaggio!

immagine di copertina Skitterphoto pixabay

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Bagagli

Iscriviti alla Newsletter