| Guide, Viaggiare Low Cost

Come Viaggiare Low Cost: 21 consigli per viaggiare di più spendendo di meno

come viaggiare low cost

Ciao viaggiatore, se sei arrivato su questo blog è perché stai cercando informazioni, consigli, spunti e idee su come viaggiare low cost.

Se ancora non ci conosci ci presentiamo velocemente. Siamo Andrea e Valentina, marito e moglie, e abbiamo iniziato a viaggiare assiduamente circa 10 anni fa proprio grazie all’avvento e allo sviluppo delle compagnie aeree low cost. Senza di loro non saremmo mai riusciti a visitare gran parte dell’Europa e non solo. Il nostro blog è nato poi nel 2009 proprio per condividere con tutti gli altri viaggiatori come noi le nostre esperienze in giro per il mondo e per dare una mano a tutti quelli che condividono il nostro stesso obiettivo: viaggiare di più spendendo il meno possibile.

In un periodo di crisi economica come quello che stiamo attraversando oramai da qualche anno, viaggiare sembra nell’immaginario collettivo un lusso solo per pochi ricchi.

Ma forse non tutti sanno che è ancora possibile viaggiare low cost, e non solo, a volte un paio di giorni in una capitale europea possono costare meno di un weekend di divertimento nella propria città con gli amici con cena al ristorante e serata in discoteca. Ovviamente bisogna però seguire delle regole per viaggiare low cost di cui ti parlerò in questo post. Per alcuni potranno sembrare banali, per quelli che invece si approcciano per la prima volta al mondo dei viaggi low cost sono sicuro che risulteranno particolarmente utili.

Come viaggiare low cost

Flessibilità nella scelta della meta

Lo so, tutti abbiamo un città del cuore in cui vorremmo andare, ma non sempre il prezzo del volo per quella meta soddisfa il nostro portafoglio.

Ami viaggiare? Allora scegli la meta optando per quella più economica, a meno che quella città proprio non faccia al tuo caso.

Se però ami veramente viaggiare e scoprire il mondo vorrai prima o poi visitarle tutte, non è vero? Le offerte sono in genere cicliche e ogni lasciata è persa. Hai trovato un volo per Berlino a € 5? La città ti stuzzica ma non rientra proprio tra le tue prime scelte? Acquistalo lo stesso, potrebbe non ricapitarti più un prezzo del genere! Avrai sempre tempo per trovare ottime offerte anche per le altre città. No Panic!

Per aiutarti in questo processo di scelta ti vengono incontro degli strumenti utilissimi come:

Selezioni la città di partenza, inserisci il periodo, e loro ti mostreranno i voli più economici ordinati dal prezzo più basso a quello più alto.

Viaggiare in bassa stagione

Viaggiare d’estate, a Natale, a Capodanno o nei ponti e durante le festività è fighissimo, ma in quei periodi i prezzi sono alti sia per i voli che per gli alloggi. Se vuoi viaggiare low cost devi farlo nei periodi di bassa stagione.

In genere dalla seconda metà di settembre alla fine di novembre, e da metà gennaio alla fine di aprile, si riescono a trovare prezzi molto interessanti.

Flessibilità nelle date di partenza

Purtroppo i prezzi cambiano da un giorno all’altro e per beccare quelli più economici bisogna essere flessibili nelle date, o meglio non avere date fisse. Lo so, è difficile soprattutto per chi ha un orario di lavoro fisso e ha difficoltà a prendere giorni di ferie, ma i prezzi più economici si riescono a spuntare viaggiando dal martedì al giovedì. Ma non è nemmeno impossibile viaggiare low cost durante il fine settimana. Ho viaggiato spesso low cost anche durante il fine settimana.

Viaggiare solo con il bagaglio a mano

Non solo le compagnie aree low cost, ma oramai anche molte compagnie tradizionali, offrono tariffe scontate per chi viaggia solo con il bagaglio a mano, purché si rispettino i limiti di peso e dimensioni. Alcune compagnie, come ad esempio Ryanair, danno la possibilità di portare gratuitamente a bordo due bagagli (v. il bagaglio a mano Ryanair).

Nella nostra sezione Bagagli trovi tutte le regole previste per ciascuna compagnia aerea.

Non acquistare servizi accessori

Molto spesso, durante la fase di acquisto di un volo arrivano notifiche del tipo aggiungi l’imbarco prioritario, o attiva la notifica sms. Questi servizi sono quasi sempre a pagamento. A meno che tu non abbia esigenze particolari, puoi evitare di acquistarli risparmiando qualche soldino.

Valuta se ti conviene fare scalo

A volte capita che il volo diretto costi di più rispetto a quello con lo scalo. Ovviamente questo vale per i voli particolarmente lunghi, come ad esempio quelli intercontinentali.

Servizi come Skyscanner, Kayak, Volagratis e Beepry – che ti ho segnalato sopra – effettuano una ricerca combinando più compagnie aeree. Ricordo che a settembre segnalai dei voli per New York con Norwegian a € 330 andata e ritorno ma con scalo a Oslo, mentre con altre compagnie dirette costavano quasi il doppio. Qui sta a te decidere se perdere tempo facendo lo scalo risparmiando però qualche centinaio di euro, o volare direttamente nella città dei tuoi sogni.

Utilizza i pullman o codici sconto dei treni

Se vuoi viaggiare low cost in Italia cerca subito un codice sconto Italo attivo o un buono sconto Trenitalia, o valuta l’idea di viaggiare a bordo dei pullman FlixBus che spesso lanciano tariffe molto interessanti.

Raggiungi il centro città con bus o metro

Prima di partire per qualsiasi destinazione informati per benino su come raggiungere il centro città. Gli aeroporti centrali delle grandi città hanno quasi tutte un comodo servizio di metropolitana che con qualche euro conduce a destinazione. Molti altri hanno invece un servizio di bus. Informati sul sito web dell’aeroporto in cui atterrerai.

Se invece viaggerai con altre tre o quattro persone potresti anche valutare l’idea di prendere un taxi, a volte dividendo la spesa costa meno che prendere il pullman. Anche qui però devi farti due calcoli a monte.

Valuta la convenienza di biglietti giornalieri e abbonamenti per i mezzi pubblici

Nelle grandi città in cui bisogna spostarsi con bus e metro conviene spesso acquistare biglietti giornalieri o abbonamenti per tre o più giorni, che garantiscono un notevole risparmio sul prezzo del biglietto per la singola corsa. Frequentemente possono essere utilizzati anche per la tratta aeroporto – centro e viceversa e acquistati nelle biglietterie presenti negli scali aeroportuali.

Sfrutta offerte e codici sconto di portali di prenotazione hotel o di catene alberghiere

Prima di prenotare un hotel cerca sempre sul nostro blog nella sezione Offerte e Promozioni o Codici Sconto, se è attiva una qualche offerta che ti permetta di risparmiare qualcosina.

Per prenotare hotel io mi trovo comunque bene con Booking.com e con Venere.com, soprattutto quando trovo tariffe con cancellazione gratuita che mi fanno stare tranquillo di non perdere soldi quando per qualche sfortunato motivo non riesca più a partire. Ricordati però in quel caso di segnalare la tua “non partenza” almeno 24 ore prima, altrimenti la somma ti verrà ugualmente addebitata (leggi sempre con attenzione le regole previste per quella specifica tariffa).

Molto spesso, come è ovvio che sia, più ci si sposta dal centro e meno si paga. Controlla però sempre che l’hotel sia ben collegato con i mezzi altrimenti il gioco non vale la candela.

Occhio però che in molti hotel la colazione non è inclusa nel prezzo della camera e a volte ha un costo non indifferente. Valuta se ti conviene acquistarla (se è molto corposa potresti saziarti e saltare il pranzo) o farla al bar risparmiando.

Opta per hotel low cost e ostelli

Negli ultimi anni sono nate per i viaggiatori low cost varie catene alberghiere che seguono la logica del “pochi fronzoli e prezzi bassi”, perfette per un viaggiatore in grado di adattarsi a piccoli spazi e a pochi comfort. Io ho soggiornato varie volte negli easyHotel, ma ci sono anche i Tune Hotels e gli Ibis Budget.

Ci sono però anche gli ostelli sia con camere condivise che con camere singole o doppie, anche con bagno in camera. A Göteborg ad esempio io e Vale abbiamo soggiornato in un ostello che sembrava un vero e proprio hotel.

Scegli appartamenti su Airbnb

L’appartamento può risultare una delle scelte migliori per vari motivi. Uno tra questi è la possibilità di potersi cucinare da soli evitando di fare colazione al bar e di pranzare e cenare al ristorante.

Su Airbnb poi ce n’è per tutti i gusti e per tutte le esigenze, e qui trovi anche un codice sconto Airbnb che ti permetterà di risparmiare € 35 sulla tua prima prenotazione.

Sfrutta il couchsurfing o lo scambio casa

Sei un tipo particolarmente intraprendente e socievole? Potresti utilizzare il couchsurfing e dormire gratuitamente a casa di qualche host selezionato dal portale.

Esistono poi dei portali di scambio casa che mettono in contatto persone sparse in diverse parti del mondo pronte a scambiarsi gratuitamente casa per un periodo.

Guide turistiche

Di guide turistiche ce ne sono in giro di molto buone e valide (Su Amazon si ha l’imbarazzo della scelta). Sappi però che puoi chiedere informazioni e ricevere assistenza direttamente dagli enti del turismo. Puoi telefonargli, inviargli una mail o recarti presso i loro uffici (alcuni sono aperti al pubblico). Alcuni poi regalano gratuitamente delle guide fatte molto bene.

Per organizzarti poi al meglio leggi i nostri suggerimenti che trovi sia nella sezione Destinazioni che tra i Diari di Viaggio.

Preleva al bancomat o paga con carta di credito

Nei Paesi in cui non vige l’euro hai due scelte: o paghi con la carta di credito o con la valuta locale.

Evita di cambiare soldi in aeroporto!

Per risparmiare sul cambio ti suggerisco di prelevare negli sportelli bancomat sparsi per la città.

Prima però di prelevare e/o di pagare con la tua carta di credito informati sempre sui costi previsti dalla tua banca.

Evita i ristoranti turistici

Se vuoi viaggiare low cost e non spendere una fortuna in pranzi e cene evita i ristoranti turistici. Tanto te ne accorgi subito, se non vedi gente del posto allora non entrare. Vai in quei posti frequentati dai locali in cui troverai sia una bella atmosfera, sia cibi tipici, sia prezzi decenti. Io e Valentina diciamo sempre “se ci va la gente del posto allora è una sicurezza”, almeno quasi sempre.

Butta poi sempre un occhio al menù esposto fuori dal locale in cui sono esposti anche i prezzi. Alcuni hanno anche il menù del giorno o il menù a prezzo fisso per il pranzo.

Fai attenzione anche al vino. Fuori dall’Italia, soprattutto nei Paesi che non lo producono, ha prezzi piuttosto alti. Se vuoi risparmiare trattieni la tua voglia e per sorseggiare un bicchiere di rosso o di bianco attendi di far rientro a casa.

Chiedi poi informazioni alla reception dell’hotel e alla gente del posto, sapranno indirizzarti al meglio.

Approfitta dello street food

In tante città si sta sviluppando sempre di più lo street food, ossia dei banchi o carretti mobili presenti sui marciapiedi o sul ciglio della strada che vendono cibi tipici come ad esempio hot-dog, panini con hamburger o altre specialità locali.

In molti mercati poi ci sono delle parti adibite proprio al cibo cucinato. Noi ne approfittiamo sempre in viaggio e soprattutto nei mercati ci siamo tolti delle grosse soddisfazioni. A Budapest, a Philadelphia, a Belfast…giusto per citare alcune città. Ottimo cibo e prezzi bassi!

Prima di partire segnati gli indirizzi dei mercati.

Visita i musei gratuiti

Ci sono molte città, come ad esempio quelle del Regno Unito, in cui l’ingresso ai principali musei è gratuito. Inizia da quelli!

In alcune città, come ad esempio a New York, ci sono dei giorni e degli orari in cui si entra gratis anche in quelli che sono generalmente a pagamento. Informati prima della partenza sul sito web del museo.

Cerca i free walking tour e i tour gratuiti

Se conosci l’inglese cerca i free walking tour che vengono spesso organizzati nelle città, al termine del tour, in base al tuo gradimento, potrai lasciare una mancia!

Io e Vale ne abbiamo fatto uno in Scozia, che non era un walking puro perché si trattava di un bus che ci ha portati gratuitamente e per tutto il giorno in giro per le Highlands, e al termine del quale abbiamo lasciato una mancia alla guida.

Fai attenzione al roaming telefonico

Prima di partire informati dal tuo operatore telefonico dei costi previsti per telefonare e navigare nel Paese in cui ti recherai. Molto spesso i prezzi sono molto alti quindi chiedi sempre notizie su eventuali tariffe flat che con X euro ti permettono di sfruttare Y minuti di chiamate effettuate o ricevute e Y Giga di traffico internet.

Altrimenti prima di mettere il telefonino in modalità aereo disattiva il Roaming e i dati cellulare, e per chiamare, navigare e chattare utilizza il wifi dell’hotel, dei ristoranti e dei musei che visiterai.

In molti Paesi, soprattutto per lunghe permanenze, è conveniente acquistare una Sim locale.

Dal 15 giugno però in Europa è stato abolito il roaming internazionale.

Assicurazione di viaggio

Non capita ma se capita…

In molti Paesi è fondamentale avere un’assicurazione di viaggio che copra sia le spese mediche che altri eventi sfortunati che potrebbero ahimè capitare durante il viaggio. Io e Valentina usiamo la No Stop Vacanza di Europ Assistance.

Come viaggiare low cost? Seguici!

Per viaggiare low cost devi poi assolutamente seguirci ogni giorno sia qui sul nostro blog, che su Facebook, su Instagram, su YouTube, e su Twitter, e devi iscriverti alla nostra newsletter!

 

Spero che questi consigli su come viaggiare low cost possano aiutarti a realizzare il tuo sogno: viaggiare di più spendendo il meno possibile!

immagine di copertina rawpixel pexels.com

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

  • Ciao Andrea, non sapevo dell’esistenza dei free walking tour! :O Ma come si fa a scovarli? C’è un sito apposito? Grazie mille 😉

    • Andrea

      Ciao Futura, in genere si trovano o segnalati sui siti web degli enti del turismo o facendo una ricerca su Google! 🙂

Guide

Iscriviti alla Newsletter