Crociera MSC nel Nord Europa: diario di viaggio (seconda parte)

crociera msc nord europa

Prima di continuare nella lettura della seconda parte del racconto della nostra

crociera MSC nel Nord Europa,

ti suggerisco di leggere Crociera MSC nel Nord Europa: diario di viaggio (prima parte), troverai il resoconto dei primi giorni di navigazione tra Amburgo e la Normandia.

Quarto giorno: Inghilterra (Southampton, Stonehenge e Salisbury)

“Signore e signori qui è il vostro capitano di crociera che vi parla, desidero informarvi che siamo arrivati al porto di Southampton in Inghilterra”.

Io: “Vale, ma ti rendi conto, tra poco saremo a Stonehenge! Finalmente vedremo con i nostri occhi quello che abbiamo visto e sognato un sacco di volte in tv con Roberto Giacobbo su Voyager, speriamo solo di non essere rapiti dagli alieni… voglio tornare in nave, su MSC Preziosa c’è il mio amico buffet che mi aspetta al solito posto insieme alla mia amichetta Margherita (la pizza)!”

Valentina: “Andre sei sempre il solito, comunque anche io non vedo l’ora di essere a Stonehenge e a Salisbury con la sua meravigliosa cattedrale”.

Io: “ok, prima però andiamo a fare colazione!”

Dopo una bella colazione al buffet Inca e Maya sito al quattordicesimo piano, ci rechiamo al punto di incontro per la partenza della nostra escursione tra i misteri inglesi.

Partiamo dal porto di Southampton – sito nella contea dell’Hampshire (sud-est del Regno Unito), di fronte all’isola di Wight, e famoso perché fu il luogo da cui salpò il Titanic costruito nei cantieri navali di Belfast – e in circa un’ora e mezza arriviamo a Stonehenge attraversando la New Forest in cui scorazzano cavalli, pony e asini selvatici.

Arriviamo al parcheggio dei pullman, scendiamo, passiamo per il centro visitatori in cui c’è una caffetteria, un museo, un negozio di souvenir e dei pulitissimi bagni, e prendiamo il bus navetta che ci conduce vicinissimi al sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

crociera msc nord europa stonehenge

Brividi! I megaliti neolitici ci appaiono in tutta la loro maestosità e iniziamo ad avvertire un’energia molto particolare.

Stonehenge fu realizzato in tre fasi durate 750 anni e terminato intorno al 3050 a.C.. La sua funzione rimane ancora un mistero nonostante le diverse teorie presentate. La più accredita è comunque quella che gli attribuisce la funzione di tempio pagano, con le pietre disposte secondo i cicli solari, in cui si svolgevano i riti delle stagioni e si praticava il culto del sole. Sta di fatto che coloro che costruirono Stonehenge erano dei grossi conoscitori dell’aritmetica e dell’astronomia.

Le pietre più grosse furono tagliate da una collina distante 30 km e trasportate con slitte fatte scivolare su tronchi di legno e tirate con corde dagli uomini, quelle più piccole provengono in parte da una località distante 3 km e in parte dal Galles distante circa 200 km. Una volta arrivate a destinazione furono poi messe in verticale.

Ci avviciniamo con rispettoso silenzio e giriamo tutto intorno al sito archeologico. Non si può entrare dentro in quanto è circondato da una cordicella che ne delimita l’area, ma ci sono alcune parti in cui si è particolarmente vicini e in cui si nota l’effettiva maestosità. Mi passano davanti agli occhi tutte le puntate di Voyager e alzo la testa in cielo in cerca di una qualche navicella spaziale e di qualche omino verde, ma intorno a me vedo solo turisti e Valentina che scatta foto a manetta.

crociera msc nord europa stonehenge (2)

Prima di partire in molti mi avevano detto “Stonehenge ti deluderà”, “Lo vedrai solo da lontano”, “È più piccolo di quello che si immagina”, a me non ha deluso affatto ed è stato proprio come me l’aspettavo. Non è poi corretto dire che si vede solo da lontano perché c’è una parte del giro che ti permette di essere a un paio di metri di distanza dalle grosse pietre. Ovviamente dipende sempre dalle aspettative in cui ci si arriva, io ad esempio sono un po’ arrabbiato con Giacobbo di Voyager perché non ho visto nemmeno un extra terrestre (si scherza è!).

Bello, bello, bello!

Riprendiamo il bus navetta che ci conduce all’ingresso, acquistiamo una decorazione natalizia per la nostra collezione di “palle dal mondo” e riprendiamo il bus che in una ventina di minuti ci conduce a Salisbury.

crociera msc nord europa salisbury

Salisbury è proprio quello che ti aspetti di trovare in Inghilterra, una piccola cittadina di 45.000 abitanti nella contea del Wiltshire dal fascino antico.

La Cattedrale della Beata Vergine Maria (Cathedral Church of the Blessed Virgin Mary) è il luogo di culto più importante della città. Considerata come uno dei maggiori esempi del primo gotico inglese, fu realizzata tra il 1220 e il 1258 e detiene il primato di guglia visitabile più alta di tutto il Regno Unito, ben 123 metri di altezza. Al suo interno custodisce sia il più antico orologio del mondo (che risale al 1386) che una delle quattro copie originali della Magna Carta, elemento fondante del moderno stato di diritto e della stessa democrazia.

crociera msc nord europa salisbury (2)

Ci sorprende una leggera pioggerellina british, d’altronde cosa sarebbe l’Inghilterra senza le sue famose goccioline?

Facciamo una passeggiata nel centro cittadino, ammiriamo le casette antiche e spinti da dolci profumi entriamo in alcune splendide pasticcerie/panetterie ma non compriamo nulla, d’altronde la nutrizionista Valentina dice “guardare ma non toccare!”, comunque come sai (v. prima parte del racconto di questa crociera MSC nel Nord Europa) io e lei abbiamo fatto un patto e in nave ho libero accesso al buffet. Tengo le mie voglie culinarie per il buffet di MSC Preziosa!

crociera msc nord europa salisbury (3)

crociera msc nord europa salisbury (4)

crociera msc nord europa tappa salisbury

Il bus ci accompagna in nave intorno alle 18:30 e, tempo di una doccia e di un cambio d’abito, ce ne andiamo prima a teatro ad assistere allo spettacolo “Asterix vs. Cleopatra” e poi a cena al ristorante L’Arabesque. Finiamo la serata in bellezza tra buona musica e quattro risate, e con tappa notturna al buffet per un po’ di frutta e una tisana.

Quinto giorno: Bruges

Al solo pensiero di tornare a Bruges i nostri occhi si riempiono di cuoricini. C’eravamo già stati nel 2012 innamorandoci follemente di quella che secondo noi è una delle città più romantiche d’Europa, e tornarci è una grande emozione.

Ci svegliamo con molta calma – abbiamo deciso di goderci questa crociera in pieno relax – facciamo una bella colazione al buffet Inca e Maya e alle 10 arriviamo a Zeebrugge, il porto che dista circa 15 km dal centro della famosa città fiamminga.

Ci basta scendere dal pullman per essere trasportati in un’atmosfera d’altri tempi.

crociera msc nord europa bruges

A Bruges sembra che il tempo si sia fermato a qualche secolo fa. Casette antiche dal frontone del tetto a gradoni spesso affacciate sui canali abitati da splendidi cigni, tante cioccolaterie e birrerie (non so se lo sai ma le Fiandre sono famose per il cioccolato e per la birra) e piazzette che pullulano di vita e di sorrisi. Torniamo a visitare il beghinaggio (luogo in cui si ritirano le donne pie), ammiriamo il Municipio nella meravigliosa piazza del Mercato (Markt),

crociera msc nord europa bruges (2)

la Chiesa di Nostra Signora al cui interno si trova la “Madonna col Bambino” di Michelangelo, giriamo intorno al Belfort (la torre campanaria)

crociera msc nord europa bruges (6)

e ci rechiamo al Canale Rozenhoedkaai, lo scorcio più bello e più fotografato di tutta la città.

crociera msc nord europa bruges (3)

crociera msc nord europa bruges (5)

Ci fermiamo anche a bere un bicchiere di birra Brugse Zot che, insieme alla Straffe Hendrik, è l’unica birra prodotta nel centro di Bruges, e ad assaggiare qualche cioccolatino.

birra brugse zot

crociera msc

Alle 16:30 siamo di nuovo in nave. Io mi fiondo a mangiare qualche trancio di pizza e Vale se ne va prima in palestra e poi a rilassarsi nella Jacuzzi.

palestra msc preziosa

© MSC

Oggi la programmazione teatrale propone “Wonderland” e dalle 19:15 alle 20:15 ci godiamo un meraviglioso spettacolo fatto di canti, balli e acrobazie. La qualità degli artisti scelti da MSC è davvero alta, degna dei migliori teatri del mondo. Bravi, bravi, bravi!

crociera msc teatro

© MSC

Alle 20:30, vestiti di tutto punto per la serata di Gala, ci sediamo al nostro tavolo presso il ristorante L’Arabesque e tra le varie portate ne assaggiamo una firmata dal famoso chef Carlo Cracco. Una cena in gran stile, degna della bellissima giornata che volge a conclusione.

msc crociere cracco

crociera msc preziosa

Finiamo la serata in bellezza ascoltando della buona musica e inizia a prenderci un po’ di malinconia. Siamo arrivati a giovedì e la nostra crociera terminerà domenica. Le sensazioni che si vivono in crociera sono così intense che la nave diventa subito parte della tua vita e il distacco risulta difficile. Ci capitò la stessa cosa anche lo scorso anno con la crociera MSC a Cuba, ma siamo intenzionati a goderci al massimo questi ultimi giorni.

Sesto giorno: Amsterdam

Dopo le Fiandre è ora la volta dell’Olanda.

Ci svegliamo intorno alle 8:30 e dall’oblò della nostra camera vediamo tanta nebbia. L’arrivo al porto di Amsterdam è previsto per le ore 10 ma a causa della scarsa visibilità, e per ovvi motivi di sicurezza, le autorità portuali della capitale olandese vietano a MSC Preziosa l’ingresso al porto facendola dirigere poi a Rotterdam. L’ingresso a Rotterdam avviene passando per un lunghissimo e scenografico canale. Bisogna vedere sempre il bicchiere mezzo pieno: ad Amsterdam siamo già stati qualche anno fa e a Rotterdam mai, potremmo sia fare una passeggiata pomeridiana nella capitale che trascorrere una serata a Rotterdam dato che la nave si fermerà qui per tutta la notte.

Pranziamo a bordo e alle 14 il pullman ci conduce ad Amsterdam.

crociera msc nord europa amsterdam

crociera msc nord europa amsterdam (2)

Non abbiamo molto tempo per visitarla ma noi ci accontentiamo di rivederla anche solo per qualche ora. Passeggiare per i suoi canali, attraversare Piazza Dam e immergerci nella caotica compostezza di questa città è sufficiente per rinfrescare la nostra memoria.

crociera msc nord europa amsterdam (3)

crociera msc amsterdam

Alle 21:15 rientriamo in nave, ceniamo e usciamo per trascorrere una serata a Rotterdam sorseggiando un sidro di mele. Il centro città, raggiungibile con una piacevole camminata da quello che viene considerato come il porto più grande d’Europa, è pieno di giovani e di allegria. È un piacere sedersi accanto a loro e respirare uno spaccato di vita olandese.

Rientriamo in nave verso l’1 e 30 e facciamo un salto in discoteca per goderci fino all’ultimo MSC Preziosa.

msc preziosa di notte

Settimo giorno: navigazione

Frase d’ordine del giorno: goderci al massimo queste ultime 24 ore a bordo di MSC Preziosa, a stretto contatto con quella che negli ultimi sette giorni è stata la nostra casa, la nostra città.

msc preziosa andrea petroni

Ci svegliamo alle 8, facciamo colazione con calma al ricco buffet, ci facciamo una nuotata nella piscina coperta

msc preziosa piscina interna

e andiamo ad assistere a una specie di MasterChef junior in cui i bambini del mini club si cimentano nella preparazione degli gnocchi di patate sulla ricetta di Carlo Cracco. In nave non ci si annoia mai, nemmeno durante i giorni interamente dedicati alla navigazione. Sul giornale di bordo che viene lasciato la sera prima in cabina sono elencate tutte le varie attività del giorno successivo e ti assicuro che c’è l’imbarazzo della scelta.

Facciamo una passeggiata tra i negozi della Phoenician Plaza e ci fermiamo a leggere un libro nella Safari Lounge.

msc preziosa phoenician plaza

msc preziosa (2)

Pranziamo con tutta calma, ogni giorno ci sono anche specialità tipiche della Nazione in cui si sta navigando, e sorseggiamo un caffè ripensando a tutto quello che di bello abbiamo vissuto durante questa crociera.

Vale alle 16:30 va a fare prima una lezione di aerobica, poi va in palestra e all’idromassaggio.

 

Ci rivediamo al buffet per un tè (con biscotti e scone per me). Quanto cucinano bene da queste parti….

La serata prevede un abbigliamento informale, e dopo aver preparato le valigie per la partenza, ci vestiamo per l’ultima nottata a bordo.

Assistiamo a un emozionantissimo spettacolo teatrale che si conclude sulle note di We Are The World con i “grazie” in tutte le lingue del mondo tra le lacrime di Valentina e degli altri passeggeri. Lo confesso, non ho pianto ma l’emozione ha colpito prepotentemente anche me. Io e Vale ci guardiamo negli occhi e ci facciamo una promessa “torneremo presto in crociera!”.

Ultima cena al ristorante L’Arabesque, un saluto al direttore di sala e ai gentilissimi camerieri, e via ad ascoltare un po’ di buona musica dal vivo che oggi propone molti brani dei Beatles, d’altronde stiamo tornando ad Amburgo, la città che in cui la band più famosa di tutti i tempi si è esibita per molti mesi agli inizi della sua scintillante carriera.

msc preziosa green sax

hall msc preziosa

La nostra crociera volge purtroppo al termine, alle 2 di notte rientriamo malinconicamente nella nostra cabina e ci abbandoniamo a un dolce sonno su quei comodissimi materassi.

Ottavo giorno: lo sbarco e Amburgo

esterno msc preziosa

Sveglia alle 6:30, colazione alle 7 e alle 8:45 siamo pronti per lo sbarco nel porto di Amburgo.

Abbiamo l’aereo alle 17:30 e decidiamo di trascorrere qualche ora nella città tedesca.

La navetta di MSC ci porta alla Stazione Centrale e sotto un tiepido sole amburghese raggiungiamo la piazza del Municipio (Rathaus) che affaccia sul lago formatosi dall’Alster, un affluente del fiume Elba, arriviamo al porto vecchio in cui si trovano gli antichi magazzini ora riconvertiti in uffici e negozi, mangio un panino con le aringhe giusto per immedesimarmi con il luogo, e arriviamo a Reeperbahn – la zona a luci rosse della città (non fraintendere, non siamo mica lì per quelle cose) – per guardare di persona il Kaiserkeller, il locale che sancì l’inizio della carriera planetaria dei Beatles.

amburgo rathaus

crociera msc nord europa amburgo

Torniamo al porto per mangiare in un localino sulle rive dell’Elba riscaldati da un sole quasi estivo, io mangio un currywurst e Valentina del pesce di lago alla griglia.

crociera msc nord europa amburgo (2)

Alle 14:30 prendiamo la metro e il treno che ci portano in aeroporto.

Ricorderemo per sempre quest’esperienza di viaggio. La crociera va vissuta a cuor leggero, con tanta voglia di relax, di comodità e di divertimento. Abbiamo mangiato a tutte le ore, abbiamo ballato fino a notte fonda, abbiamo visitato luoghi meravigliosi e lontani tra di loro senza lo stress di cambiare hotel e trasportare le valigie da un posto all’altro. Ma soprattutto abbiamo conosciuto tanta bella gente che rimarrà per sempre impressa nei nostri cuori.

Non credere a chi ti dice “ma la crociera è per anziani!”, se anche tu pensi questo io ti dico invece una cosa “provala prima di giudicarla e vedrai che ti ricrederai”, è successo anche a noi, siamo partiti per la prima crociera con mille pregiudizi e siamo tornati talmente euforici e affascinati da questo mondo che ne abbiamo fatte altre due, e spero che siano solo le prime di una lunga serie.

Se vuoi ripetere la nostra esperienza, o provarne di nuove, butta un occhio alla promozione MSC Crociere: vola in crociera in Europa in 2 al prezzo di 1.

Qui di seguito trovi il video

Musica sigle: http://www.bensound.com/royalty-free-music

Viaggio realizzato in collaborazione con MSC Crociere, le opinioni sono personalissime e non affatto influenzate dalla società.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Diari di viaggio

Iscriviti alla Newsletter