| Vienna, Diari di viaggio

Diario di viaggio: Vienna e i mercatini di Natale

Primo giorno

Biglietti acquistati con non poche difficoltà (a causa dell’intasamento del sito) a € 10 a persona andata e ritorno con la compagnia aerea Skyeurope (ahimè fallita).

Partenza da Roma – Fiumicino alle ore 14.

Arriviamo in aeroporto circa un’ora e mezza prima del volo (avendo fatto il check-in online da casa), parcheggiamo l’auto all’easy parking al costo complessivo di 16,50 per 3 giorni e prendiamo la navetta che in pochi minuti ci porta al Terminal.

Passiamo i controlli e….si parte!

L’aereo decolla puntualissimo e in un’ora e venti minuti atterra all’aeroporto di Bratislava.
Per raggiungere Vienna prendiamo il bus della compagnia Blaguss che al prezzo di € 10 (€ 20 andata e ritorno) ci porta in un’ora e mezza alla fermata della metro Erdberg.

Per raggiungere l’ “Alpha Hotel” che si trova in Buchfeldgasse n.8, prenotato sfruttando un’ottima promozione sul sito HotelClub, dobbiamo prendere due linee di metro, la prima (U3) direzione Ottakring Bahnhst fino alla fermata Volkstheater e la seconda (U2) direzione Stadion fino alla fermata Rathaus. Ebbene sì, abbiamo prenotato un hotel che si trova dietro alla piazza del Municipio (Rathaus Platz) in quanto proprio oggi inaugurano il mercatino natalizio più bello e più famoso del mondo, il Christkindlmarkt.

Dalla metro all’albergo son due minuti a piedi, la stanza è molto carina, pulita ed accogliente. Abbiamo speso € 60 per una doppia con colazione compresa (un ottimo prezzo considerato il fatto che il periodo dei mercatini natalizi è da considerarsi alta stagione e che l’hotel si trova centralissimo).

Posiamo i trolley, una doccia e via ad immergerci nell’atmosfera natalizia.

Il Christkindlmarkt è un qualcosa di eccezionale, nella grande piazza sono allestite tante casette in legno che vendono articoli natalizi, cibi e bevande tra cui il famoso punch.

Il freddo si fa sentire e per scaldarci decidiamo di prenderci una tazza fumante di ponch. La cosa caratteristica è che viene servito in una tazza creata appositamente per l’occasione (ogni mercatino ha la sua) e si può decidere di portarla con sé a casa come ricordo o riconsegnarla e riprendere indietro i soldi lasciati in cauzione.

Un po’ riscaldati iniziamo il giro tra le casette in legno. Vendono degli oggetti bellissimi, caratteristici e molto particolari. C’è chi vende solo palle di natale, chi solo decorazioni, chi statuine per il presepe ed il tutto viene esposto in modo perfetto, quasi maniacale!

Per cena c’è l’imbarazzo della scelta, noi optiamo per un hot dog gigante e delle patate al cartoccio.

La nostra prossima tappa sarà la mitica pasticceria dell’Hotel Sacher che si trova in Philarmonikerstrabe 4 (vicino al teatro dell’Opera) per assaggiare l’originale Torta Sacher. Passiamo per il Ring, ammiriamo il bianchissimo Burgtheater, il Palazzo Reale e lo storico Teatro dell’Opera, il tempio della musica classica mondiale, la Sacher è sempre più vicina…

La pasticceria è favolosa, vi è anche una parte in cui vendono souvenir, e torte di ogni grandezza da portare a casa dentro cassette di legno. Ci sediamo ai tavolini e prendiamo due fette della famosissima torta al costo di € 4,50 l’una. Che dire….deliziosa, niente a che vedere con quelle che si mangiano altrove!

Si è fatto tardi e la stanchezza si inizia a far sentire, torniamo in hotel in quanto domani ci aspetta una giornata piena.

Secondo giorno
Sveglia alle 7:30 ed abbondantissima colazione in hotel.

La prima tappa di oggi è la reggia di Schonbrunn. Prendiamo la metro  U2 a Rathaus direzione Karlsplatz fino a Karlsplatz , da lì prendiamo la U4 direzione Hutteldorf Bf e scendiamo proprio a Schonnbrunn (circa 15 minuti totali di viaggio).
Prima di entrare nella reggia della principessa Sissi facciamo un giro per i meravigliosi giardini sullo stile di Versailles.
Il biglietto di ingresso comprende anche un’audioguida in italiano, fondamentale per capire esattamente ciò che stiamo ammirando.
All’interno delle stanze si respira una storia di altri tempi, una storia raccontata dai molteplici film sulla principessa Sissi ma anche un pezzo di storia della musica classica in quanto qui, il genio di Mozart era di casa dall’età di 6 anni.

Terminata la visita alla reggia torniamo in centro, visitiamo il bellissimo Duomo di Santo Stefano con di fronte la curiosa Haas Haus e ci dirigiamo alla Casa di Mozart (domgasse 5 ), un museo allestito all’interno del palazzo in cui abitava il celebre compositiore e che ripercorre tutte le tappe della sua storia personale e musicale. Che dire, da grande appassionato di musica l’emozione è davvero indescrivibile ma le emozioni musicali a Vienna non finiranno qui!

Si è fatta ora di pranzo e decidiamo di prenderci dei panini al NordSee, una sorta di fast food del pesce presente nelle principali capitali del Nord Europa.

Dopo pranzo ci dirigiamo al Prater, dal Duomo prendiamo la U1 direzione Leopoldau Bahnhst e scendiamo a Praterstern Bf (circa 3 minuti di metro). Ci facciamo qualche foto di fronte alla famosa ruota panoramica e torniamo in centro.

Facciamo un bel giro per le vie del centro, passando per la Pest Saule, l’Hofburg, il monumento a Mozart… Il freddo si fa sentire e decidiamo di prendere un cappuccino e una cioccolata calda da Starbucks dietro al teatro dell’Opera e, riscaldati, ci rechiamo alla casa della Musica (Haus der Musik) che si trova in Seilerstatte 30  . Un museo interattivo e multimediale sulla storia della musica e del suono. Le prime sale sono dedicate alla famosissima orchestra dei Wiener Philarmoniker, ne ripercorre la storia, presenta i vari i direttori d’orchestra ed espone le loro bacchette. Le sale intermedie sono dedicate al suono e le ultime (che non sono poche) sono dedicate, in ordine cronologico, ciascuna ad un famosissimo musicista/compositore (Haydn, Mozart, Strauss, solo per citarne alcuni). Anche con il biglietto c’è inclusa l’audioguida che spiega dettagliatamente la vita e le opere di ciascun artista….che dire un sogno per gli amanti della musica classica!

Per cena torniamo allo splendido mercatino del Municipio dove acquistiamo decorazioni natalizie e ceniamo con un gustosissimo hot dog.

Purtroppo il weekend è finito, domani sveglia presto perchè ci attende il bus che ci riporterà a Bratislava e da lì, in volo, facciamo rientro a casa.

Vienna è bellissima, sfarzosa, elegante ma allo stesso modo accogliente. L’atmosfera natalizia che si respira è un qualcosa fuori dal comune!

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Diari di viaggio

Iscriviti alla Newsletter