| Diari di viaggio

Diario di viaggio: full immersion a Londra

Oggi andiamo insieme a Valentina alla scoperta della capitale Inglese!

Pronti? Si parte…

1° giorno (2 aprile 2011)
Che dire? Londra per il momento si è rivelata una città piena di sorprese positive e negative.



Partiamo dall’aereo, siamo arrivate con la Ryanair a Stansted e con il bus Terravision siamo arrivate in centro città in circa un’ora!

Abbiamo cambiato i soldi allo sportello bancomat e abbiamo preso le Oyster Card, di cui abbiamo capito il funzionamento solo a fine giornata!

Ci siamo dirette subito in hotel (uno splendido 4 stelle) che avevamo prenotato grazie al pacchetto Smartbox, ricevuto in regalo.

Posati i bagagli ci siamo subito dirette al Lyceum Theatre per assistere al Musical “The lion king”, biglietti acquistati in anticipo su internet per pagare di meno e non fare la fila al botteghino…lo spettacolo è stato eccezionale…vale la pena di essere gustato fino alla fine.

Alle 22:30 eravamo fuori del teatro e volevamo mangiare un fish and chips, quello che ci avevano consigliato era il golden hind, gira che ti rigira siamo riuscite a trovarlo ma era troppo tardi…chiuso!!

E così, stanche, abbiamo fatto ritorno in albergo e abbiamo ordinato il servizio in camera, eravamo affamatissime!
Abbiamo preso una birra Corona, un succo di frutta, due panini con prosciutto e formaggio e 2 yougourt per un totale di £ 17,75!non male! ora a nanna!

Secondo giorno (3 aprile 2011)
Sveglia presto, e subito dirette a Covent Garden per fare le prime spesucce, prezzi buoni e tanti gadgets di Kate e William, le nozze dell’anno si avvicinano! Da qui ci siamo dirette a visitare dall’esterno il Globe Theatre (dove si esibiva la compagnia teatrale di William Shakespeare) e bevuto un caffè italiano sulla terrazza del Tate, il museo di arte moderna…ne vale assolutamente la pena!

Alla fine della mattinata abbiamo visitato la Chiesa di St. Paul, dove si sono celebrate le nozze di Carlo e Diana, e devo dire che fa un effetto davvero strano entrare lì dentro, si respira un’atmosfera quasi irreale, difficile da spiegare…

Abbiamo preso due panini da Subway (fast food australiano) e ci siamo dirette a fare un pic nic ad Hyde Park, li ci sono anche le sdraio per godersi il sole (sole??ma quale sole? 🙂 ).

Poi ci siamo bevuto una buona birra con alcuni amici che vivono a Londra e che ci hanno raccontato quanto sia difficile vivere lì, ci hanno spiegato che la città è carissima e che è molto settoriale, ognuno sta nel suo quartiere e la sera…alle 6 si mangia! Tutti strani ‘sti inglesi! 🙂

Nel pomeriggio visitiamo il famoso museo delle cere “Madame Tussauds”, lo consiglio a tutti perchè è davvero divertente, i vips sembrano veri ma poi li tocchi e sono talmente freddi che fanno paura! C’è anche la sala orrori ed una macchinina taxi che ti fa rivivere la storia inglese,veramente carino!

Dopo il museo delle cere bbiamo provato ad andare da Harrod’s ma….domenica dopo le 6…chiuso!

Così, dopo un caffè da Starbucks siamo ritornate in albergo per riposarcii e ripartire per la serata. Per la cena abbiamo optato per un locale molto tipic, alle 21 stavano già chiudendo la cucina .,..incredibile! Comunque per un pelo abbiamo rimediato un buonissimo fish and chips, di cui abbiamo scoperto che la panatura è fatta di birra…buonissimo.

A fine serata abbiamo visitato il Big Ben e la Cattedrale di Westminster, è stato molto strano vedere una città vuota alle 23 di domenica sera…poi dritte a nanna!

Ultimo giorno (4 aprile 2011)
Dopo una megacolazione siamo subito pronte a dirigerci al Tower Bridge che è veramente imponente, ha un sapore vagamente barocco, davvero suggestivo. Abbiamo ammirato da fuori la Tower of London e ci siamo dirette di corsa ad assistere al cambio della guardia di Buckingham Palace, la cerimonia dura davvero tanto ma è da vedere, c’è tutto un rituale, una sorta di coreografia, e ti chiedi come facciano a restare cosi ferme e ad essere cosi precise queste povere guardie!

Nei pressi del Palazzo Reale abbiamo bevuto un buon caffè italiano e devo dire che, al contrario di quanto pensassi, non è difficile trovare un buon caffè!

Infine facciamo ritorno in hotel a prendere le valigie e andiamo a Victoria Station a riportare le Oyster Card e a riprenderci la cauzione! Per i trasporti abbiamo speso £ 15, le Oyster si sono rivelate utilissime!

Abbiamo ripreso il bus Terravision per ritornare a Stansted, un weekend decisamente intenso ma…ne è valsa veramente la pena, Londra è una città strana ma molto affascinante.

Vi consiglio di leggere i post:

Diario di viaggio: un indimeticabile weekend a Londra
Shopping a Londra: come risparmiare
Oyster Card Londra: come risparmiare sui mezzi pubblici londinesi

Come raggiungere il centro di Londra dall’aeroporto di Stansted
Come risparmiare in viaggio sul cambio valuta

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Diari di viaggio

Iscriviti alla Newsletter