| News

Dormire low cost in Svezia, Danimarca e Finlandia? Ora si può!

I Paesi Scandinavi sono meravigliosi ma purtroppo i costi per soggiornare in hotel sono abbastanza proibitivi.

Per questo motivo molti viaggiatori low cost rinunciano a visitare città come Copenaghen, Stoccolma, Helsinki e Tampere.

Ieri sera ho ricevuto un’email dalla gentilissima viaggiatrice Silvia che mi ha informato di essere riuscita a trovare per il suo viaggio in Scandinavia una catena di hotel low cost chiamata Omenahotels.

Mi sono subito fiondato sul sito di questa catena e mi sono messo in cerca di notizie sul web.

Effettivamente i prezzi sono bassi, partono da € 45 per camere capaci di ospitare da 1 a 4 persone.

Non c’è reception, dopo la prenotazione viene inviato via mail un codice che serve per accedere in camera

Leggendo nelle loro FAQ ho appreso che le loro camere hanno tutte il bagno privato, un letto matrimoniale e due divani letto (asciugamani e lenzuola compresi) e sono dotate di frigorifero, forno a microonde e bollitore

Ogni camera dispone anche di TV e connessione internet gratuita.


Una cosa “antipatica”, se così si può chiamare, è il fatto che i bagagli non possono essere lasciati in hotel prima del check-in (previsto a partire dall ore 16) o dopo il check-out.

Il pagamento è anticipato ma è possibile modificare o cancellare una prenotazione gratuitamente fino a 24 ore prima della data di arrivo. Come rimborso si riceverà o un voucher di pari importo da utilizzare per la prossima prenotazione, o si potrà ricevere il rimborso direttamente sul proprio conto in banca o sulla carta di credito ma in questo caso, verrà restituito l’importo della prenotazione meno le spese amministrative (10% del prezzo totale della prenotazione fino ad un massimo di € 10).

Per molti versi ho notato molte similarità con gli easyHotel.

Qualcuno di voi li ha già provati e ha voglia di raccontarci la sua esperienza positiva o negativa che sia? Sono molto curioso…

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

  • ho sentito pareri contrastanti.
    Positivi se non ci sono problemi, ma altamente negativi se succede qualcosa, perché non c’è nessuno che possa risolvere il problema.
    Senza reception, se la luce in bagno non va, magari il phon non va o mancano gli asciugamani, un lenzuolo, cose da tutti i giorni, non c’è nessuno a cui rivolgersi.
    Anche i positivi comunque mi han detto che generalemente gli omenahotel sono abbastanza sporchi, ma per dormirci una notte sono PERFETTI

News

Iscriviti alla Newsletter