Fjällbacka, un sogno ad occhi aperti (diario di bordo)

imageCiao ragazzi, sono le 23:45 e vi sto scrivendo dalla camera dello Stora Hotell di Fjällbacka.

Questa mattina, con un’auto noleggiata a Göteborg, abbiamo raggiunto questo villaggio di pescatori che sembra uscito da un libro di fiabe.

Ancora non riesco a capacitarmi della bellezza di questo posto, mi sembra di sognare ad occhi aperti e non sto esagerando.

Fjällbacka fa da sfondo alle vicende di Erica Falck e di Patrik Hedstrom, i protagonisti dei gialli della scrittrice Camilla Läckberg, che io amo particolarmente. Da suo grande lettore non potevo non venire ad ammirare con i miei occhi questi luoghi.

Oggi abbiamo fatto il tour guidato di un’ora grazie al quale abbiamo visto tutti i luoghi più significativi dei libri della Läckberg, tra misteri, casette colorate e natura incontaminata.
Per pranzo abbiamo comprato del pesce affumicato nella pescheria del villaggio e ce lo siamo gustato sotto i raggi di un caldo sole.


Con una barchetta a motore abbiamo poi raggiunto in cinque minuti l’isola di Valö che fa da sfondo al sesto giallo della Läckberg. Lì ci siamo inerpicati per le rocce granitiche e abbiamo ammirato Fjällbacka in tutto il suo splendore. Piccolo break con un delizioso cocktail di gamberi e siamo tornati a Fjällbacka.

A cena siamo andato al ristorante Bryggan dove abbiamo assaggiato i piatti del libro di ricette che la Läckberg ha scritto insieme al suo amico d’infanzia Christian Hellberg.

Alle 22 ci siamo goduti il tramonto seduti sul molo, uno spettacolo meraviglioso, e poi ci siamo fatti un’altra bella passeggiata. Qui ancora non è buio!

Lo ammetto, con Fjällbacka è stato colpo di fulmine.

Domani ci sposteremo a Lysekil, non prima di aver visitao il sito archeologico di Vitlycke.

Ora vado a nanna, nei prossimi giorni vi racconterò tutto nel dettaglio.
Continuate a seguirci perché aui social networks continuerò a postare in diretta le foto di questo nostro viaggio.

 

 

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Diari di viaggio

Iscriviti alla Newsletter