| Dublino, Guide

Guida alla Dublino degli U2

guida dublino degli u2
 Prima di essere un viaggiatore sono un grandissimo appassionato di musica e nella preparazione di un viaggio per me la musica gioca un ruolo fondamentale.

Prima di partire cerco di immergermi nelle atmosfere del luogo che visiterò ascoltando la musica tradizionale, i compositori classici, le band rock, i cantanti pop e tutto ciò che possa farmi veramente capire la vera anima del popolo con cui mi confronterò.

Uno dei Paesi che ha dato di pù alla musica modiale è l’Irlanda, basti solo pensare che irlandesi sono Enya, Rory Gallagher, i Boyzone, Ronan Keating, Bob Geldof, Sinead O’Connor, The Dubliners, Dolores ‘O Riordan e The Cranberries ma soprattutto loro, uno dei più importanti gruppi musicali di tutti i tempi: gli U2

Se già sei stato a Dublino e vuoi seguire un itinerario alternativo, o se è la prima volta che andrai ma ami a tal punto la band di Bono & Co. allora segui questa

guida alla Dublino degli U2,

ti porterò alla scoperta dei luoghi più significativi della loro vita…in The name of love…

  1. The Rotunda Hospital, 1 Parnell Street: l’ospedale in cui è nato Paul David Hewson, Bono;
  2. Cedarwood Road: è la strada in cui visse il piccolo Bono;
  3. 60 Rosemount Avenue: la casa in cui ha vissuto Larry Mullen da bambino;
  4. Mount Temple Comprehensive School, Malahide Road: è la scuola in cui Larry Mullen mise l’annuncio per cercare musicisti e dove nacque la band;
  5. Bonavox Hearing AID Store, 9 North Earl Street: si tratta del negozio da cui prese il nome Bono Vox;
  6. The Project Arts Centre, 39 Essex Street East: è il locale dove Paul Mc Guinness ascoltò per la prima volta gli U2;
  7. Windmill Lane Studios, Windmill Lane: sono gli studios dove gli U2 hanno registrato i primi album;
  8. Windmill Lane Wall, 4 Windmill Lane: qui si trova il muro con i graffiti lasciati dai fan;
  9. Dockers Pub, Sir John Rogerson’s Quay; questo è il pub dove gli U2 si recavano nelle pause di registrazione;
  10. Dandelion Market: qui c’era un parcheggio dove si esibì la band, oggi c’è una targa commemorativa;
  11. Hanover Quay Studios, Hanover Quay: qui si trova il quartier generale degli U2 nonché attuale studio di registrazione;
  12. Kilmainham Gaol, Inchicore Road: la prigione in cui venne girato il video del brano “A Celebration”;
  13. East Link Bridge: qui sono state girate le scene esterne del video di “Pride”;
  14.  SFX Centre, 23 Upper Sherrard Street: in questo teatro sono state girati gli interni del video “Pride”;
  15. The Clarence Hotel, 6-8 Wellington Quay: è l’hotel di proprietà degli U2;
  16. Lansdowne Rugby Ground, Lansdowne Road: si tratta dello stadio dove vennero tenuti i concerti del Popmart tour del 1997;
  17. The Savoy Cinema, O’Connell Street: è il cinema che ha proiettato per la prima volta il film “The Rattle and Hum”;
  18. Grand Canal Docks: qui ci fu l’ambientazione della cover dell’album “October”;
  19. Killeny, a 30 minuti a sud di Dublino: qui si trovano le case di Bono (Vico Road) e di The Edge (sono vicini di casa);
  20. Slane Castle, a 45 minuti a nord di Dublino: è il castello in cui fu registrata la prima parte dell’album “The unforgettable fire” e dove nel 2001 registrarono il concerto “U2 Go Home”
  21. Moydrum Castle (nella città di Athlone, località Moydrum): è il castello della copertina dell’album “The Unforgettable Fire”;
  22. Mr. Pussy’s Cafè De Luxe, Suffolk Steet: è il locale di proprietà di Bono;
  23. Nude, 21 Suffolk Street: è il locale di proprietà di Norman Hewson, il fratello di Bono;
  24. Tosca, 20 Suffolk Street: è il ristorante italiano di proprietà del fratello di Bono;
  25. Hot Press Irish Music All of Fame, 57 Middle Abbey Street: è un locale/museo sulla musica irlandese e in particolar modo sugli U2.

Spero che questa guida alla Dublino degli U2 ti permetta di vivere momenti indimenticabili insieme alla tua band preferita.

Per organizzarti al meglio il tuo viaggio nella capitale irlandese leggi tutti i nostri suggerimenti che trovi nell’apposita rubrica di questo blog tutta dedicata a Dublino.

Non mi resta che augurarti buon viaggio!

immagine di copertina toddpoirier CC0 Public Domain

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Guide

Iscriviti alla Newsletter