Passaporto per cane e gatto: come richiederlo e ottenerlo

passaporto per il cane

Ciao viaggiatore, se devi partire con il tuo amico a quattro zampe hai bisogno del passaporto per il cane o per il gatto. Qui ti spiegherò dettagliatamente come ottenerlo.

Viaggiare con il proprio amico a quattro zampe è uno dei desideri più grandi di chi ha la fortuna di condividere la propria vita con un amico speciale.

Solo chi condivide un pezzo della propria vita con un gatto o con un cane può capire il forte legame che si instaura tra quelle che la scienza chiama “razza umana” e “razza animale” ma che io chiamo semplicemente “vite”.

Ho avuto il privilegio di vivere per quasi 13 anni con un bassethound di nome Bryan che ho amato e rispettato come fosse un fratello, e non mi vergogno a dire che il giorno in cui se n’è andato via per sempre è stato il giorno più brutto della mia vita. E ancora mi manca tantissimo.

Ora invece condivido la mia vita con un altro bassethound di nome Gastone, un dolcissimo ragazzotto di 14 mesi che presto farà con noi il suo primo viaggio fuori dall’Italia.

Forse non tutti sanno che dal 1° ottobre 2004 cani, gatti e furetti che viaggiano nei Paesi dell’Unione Europea devono avere il Passaporto, e qualche giorno fa anche noi abbiamo iniziato la procedura per il rilascio del documento a Gastone.

Con questo post cercherò di darvi tutte quelle informazioni necessarie per ottenere il

passaporto per il cane e per il gatto.

Inizio col dirvi che il Passaporto viene rilasciato dall’ASL veterinaria della propria zona di appartenenza.

Per ottenerlo l’animale deve avere il microchip (peraltro obbligatorio), la vaccinazione antirabbica effettuata almeno 21 giorni prima della partenza, e tutte le altre vaccinazioni in regola.

Per recarsi in Irlanda, in Gran Bretagna e in Svezia, è necessario anche un test immunologico per la verifica degli anticorpi della rabbia.

La procedura da seguire è questa:

  • recarsi dal proprio veterinario per la vaccinazione antirabbica;
  • pagare un bollettino postale (per l’importo, numero e causale chiamare la propria ASL veterinaria. Per la ASL RME l’importo è di € 19);
  • dopo 21 giorni recarsi con il proprio animale allasl veterinaria muniti di un certificato di buona salute dell’animale non più vecchio di 48 ore (almeno questo è ciò che mi ha richiesto l’ASL veterinaria RME) e con la ricevuta del bollettino pagato;
  • dopo quattro o cinque giorni, almeno qui a Roma, tornare alla ASL per ritirare il passaporto.

Ventiquattro ore prima della partenza bisognerà recarsi nuovamente dal proprio veterinario che dopo una visita dell’animale apporrà un timbro sul passaporto che certificherà la buona salute del vostro amico a quattro zampe.

Considerando il fatto che siamo in Italia e che tutto è lasciato alla libera interpretazione, prima di iniziare la procedura per il passaporto per il cane (o gatto) informatevi dal vostro veterinario di fiducia e fate una telefonata alla vostra ASL veterinaria di zona.

Buon viaggio a tutti, vi saluta Gastone che mentre sto scrivendo è accanto a me in cerca di coccole. Ora vado a spupazzarmelo!

Leggi anche il post Viaggiare con il cane: tutto quello che devi sapere.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

  • Ale

    Una super strapazzata di coccole anche da parte mia!!!

  • Post utilissimo così la smetteranno di abbandonare i cani quando si parte

Guide

Iscriviti alla Newsletter