| Vienna, Guide

La Vienna di Mozart: guida ai luoghi che hanno fatto la storia del genio austriaco

Chi ama la Musica non può perdere una visita a Vienna.

Da musicista, nonchè grande appassionato di Musica, ho pensato di creare una guida ai luoghi che hanno fatto la storia del mio compositore preferito: Wolfgang Amadeus Mozart.
Un pò come ho fatto con la Guida alla Dublino degli U2.

Partiamo subito dall’unica casa viennese di Mozart tuttora esistente: si trova Domgasse 5, proprio dietro al  Duomo di Santo Stefano. Qui visse gli anni di maggior successo.

Ora è sede della casa-museo Mozarthaus.

A Palazzo Collalto (Am Hof 13) ci fu la sua prima esibizione viennese al pianoforte insieme alla sorella Nannerl (1762).

Kärntner Tor Theater (Neuer Markt): qui  suonò da bambino.

Appartamento imperiale di Maria Teresa all’Hofburg: qui l’imperatrice concesse nel 1768 al dodicenne Mozart, un’una udienza privata di due ore.

All’Hofburg, nel dicembre 1781,  gareggiò al pianoforte con il famoso pianista italiano Clementi.

Castello di Schönbrunn: qui Mozart si esibì nel 1762, di fronte alla corte Imperiale, insieme alla sorella Nannerl

L’Orangerie di Schönbrunn fu teatro di una sfida con Salieri, il maestro di cappella dela Corte Imperiale.

Duomo di Santo Stefano: qui fu celebrato il matrimonio con Costannce Weber (4 agosto 1782) e sempre qui si svolse la funzione funebre della sua morte.

Hotel Ambassador (Kärntner Straße 22): ai tempi di Mozart era una famosa sala da concerti. Qui si esibì numerose volte ottenendo grandi successi.

Chiesa di “Maria Geburt” (Rennweg 91): qui nel 1768, alla presenza dell’Imperatrice Maria Teresa, diresse una Messa in occasione della consacrazione della Chiesa.

Palazzo Palffy (Josefsplatz 6): qui fu presentata per la prima volta l’opera “Le Nozze di Figaro” ad un gruppo di amici.

La Casa dell’Ordine Teutonico (Haus des Deutschen Ordens, Singerstrasse 7) qui nel 1781 avvenne il “calcio nel sedere” che Mozart ricevette dal conte Arco, il gran ciambellano della corte del principe-vescovo di Salisburgo che era in visita a Vienna.

Sala Jahn (Himmelpfortgasse 6): qui il 4 marzo 1791 Mozart suonò in pubblico il suo ultimo concerto per pianoforte (N. 27, K. 595).

A Rauhensteingasse 8, c’è la sua ultima dimora e proprio qui morì il 5 dicembre 1791.

Cimitero di San Marco (Leberstrasse 6-8): qui fu sepolto in una fossa comune.

Cimitero Centrale: (Simmeringer Hauptstr. 234) qui si trova il monumento funbere commemorativo

Giardino dell’Hofburg (Burggarten): qui si può ammirare il Monumento a Mozart (Mozart Denkmal).

Mozartplatz: qui si trova la Fontana di Mozart conosciuta anche come “fontana del Flauto Magico”.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Guide

Iscriviti alla Newsletter