| Roma, Guide, Viaggiare Low Cost

Mappa della Street Art a Roma

street art a romaIn una città come Roma in cui le opere d’arte dell’antichità la fanno da padrona, nasce un nuovo museo di strada totalmente gratuito in cui è possibile ammirare una forma d’arte moderna, la Street Art.

Un movimento artistico nato agli inizi dell’anno 2000 sulla scia del graffitismo con influenze pop-art che vede nell’inglese Bansky uno dei suoi maggiori esponenti, grazie al quale i muri grigi di città prendono vita trasformandosi in tele degne del miglior museo d’arte del mondo.

Ieri 26 aprile 2015 l’Assessore alla Cultura e al Turismo di Roma Giovanna Marinelli ha presentato la prima “Mappa di Street Art a Roma” che segnala su una cartina le 330 opere presenti in 150 strade di 13 municipi.

Si va dal Centro Storico a Testaccio, passando per il Pigneto, Balduina, San Lorenzo e Garbatella, fino ad arrivare a quartieri più periferici come Tor Vergata, San Basilio o il Tufello.

La mappa è scaricabile gratuitamente a questo link, ma non è l’unico supporto alla Street Art Capitolina.

In fondo alla pagina Itinerari a Tema del portale turistico del Comune di Roma c’è un’apposita sezione suddivisa per zone con approfondimenti su ciascuna opera.

street art a roma 2 Sull’AppStore e su Google Play è invece possibile scaricare gratuitamente l’app StreetArt Roma – realizzata per dispositivi iOs e Android da Artribune con il supporto di Toyota e con il patrocinio dell’Assessorato Cultura e Turismo – che identifica la propria posizione indicando le opere più vicine e permettendo di pianificare un percorso di visita.

Su Google Cultural Institute è presente una digitalizzazione quasi completa delle opere presenti nella Città Eterna mostrate su Google Maps, con approfondimenti critici su opere e artisti.

Oramai non ci sono più scuse, scarichiamoci mappa e applicazione e andiamo a scoprire questa nuova forma d’arte che dona colore al grigiore delle periferie.

È anche un modo per conoscere una Roma fuori dai soliti giri turistici.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Guide

Iscriviti alla Newsletter