| Bruges, Diari di viaggio

Romantic Tour: Diario di Viaggio a Bruges

10 cose da visitare a bruges

Dopo una splendida giornata trascorsa a Bruxelles, oggi si parte per Bruges.

Sveglia alle 6:45, abbondante colazione e usciamo per raggiungere la Stazione Centrale che dista una decina di minuti a piedi dal nostro hotel, direzione Grand Place.

Riusciamo a prendere il treno delle 9:30 (biglietti acquistati su internet usufruendo dello sconto weeekend, € 14,40 a persona a/r invece di € 28,80).

In un’ora arriviamo a Bruges e di colpo l’atmosfera cambia.
Dalla stazione prendiamo il bus n.3 (ma va bene anche il 13), acquistiamo il biglietto che costa € 1,20 a persona e in cinque minuti arriviamo a Sint Joinstraat, a due passi dal portone del B&B DeCorenbloem presso cui saremo ospiti.
Il B&B è un qualcosa di meraviglioso, ma visto nulla di simile. Si tratta di un elegantissimo palazzo curato nei minimi dettagli.
Scambiamo due chiacchiere con i proprietari Hide e Dirk, lasciamo i trolley e ci dirigiamo alla Piazza del Mercato. Che meraviglia ragazzi, sembra di essere nel Paese delle Fiabe!
Pensate che questa Piazza ospita il Municipio più antico di tutto il Belgio.
Andiamo a visitare subito la nuovissima attrazione, l’Historium, un viaggio sensoriale nell’epoca d’oro di Bruges, il Medio Evo. La visita dura circa mezz’ora durante la quale, seguendo una semplice storia, si fa un salto nel passato.
diario di viaggio a bruges fiandre
Ora possiamo dedicarci totalmente alla visita di Bruges.
Giriamo per tutta la piazza, passiamo per la via dello shopping – Steenstraat – un’elegantissima strada ricca di bei negozi e di cioccolaterie, la cioccolata è uno dei prodotti tipici belgi. Per le strade risuonano le note di musica classica, sinfonie e suites rendono l’atmosfera ancora più magica.
valentina vologratis diario di viaggio a bruges
Incontriamo un mercatino di Natale, meno bello di quello di Bruxelles, e arriviamo al Concertgebow, alle 14 abbiamo appuntamento con la signora Aid, una guida turistica che ci porterà a scoprire le meraviglie della città.
Iniziamo da subito a perderci tra i vicoli con le caratteristiche case in stile fiammingo, incontriamo i canali e attraversiamo i ponti. Sembra che a Bruges il tempo si sia fermato parecchi secoli fa.
diario di viaggio a bruges scorcio
diario viaggio bruges
diario viaggio bruges canali
Arriviamo al Beghinaggio, un luogo di calma assoluta ora diventato un convento di suore, di fuori c’è un meraviglioso canale con tanti cigni, uno spettacolo.
diario viaggio bruges canale
diario viaggio bruges beghinaggio
Purtroppo inizia a scendere una leggera pioggerellina, il freddo si fa sentire. Ci concediamo una breve pausa caffè da Massimiliano d’Austria, un ristorante vicino all’ingresso del Beghinaggio. Per tre caffè, se così vogliamo chiamarli, paghiamo € 8,80 (tra cui due decaffeinati).
In tutte le città straniere visitate mai bevuto caffè più cattivo, acqua colorata di nero con un retrogusto bruciacchiato.
Però almeno ci riscaldiamo un pò!
Riprendiamo la passeggiata e ci porta a visitare un’antica casa medievale ora trasformata in un b&b gestito da un’artista.
vologratis andrea e valentina diario di viaggio a bruges
Andiamo poi a visitare un’altro angolo di pace, una delle 53 “case di Dio” presenti in città che nell’antichità venivano concesse ai poveri a titolo gratuito.
diario di viaggio a bruges vologratis
Ci rechiamo poi nella Chiesa di Nostra Signora dove è custodita la Madonna di Michelangelo. L’ingresso costa € 4 ma ne vale la pena, non si può perdere la scultura del genio rinascimentale. La Chiesa è gotica, imponente, se vogliamo anche un pò tetra.
diario di viaggio a bruges michelangelo
Da qui ci spostiamo alla Cattedrale di San Salvatore. Passiamo per il “Canal Grande” di Bruges dove si trova l’angolo più famoso e più fotografato della città
e ci dirigiamo a Markt Platz, la piazza del Mercato, una piazza meravigliosa contornata dalle caratteristiche case in stile fiammingo.

Qui salutiamo la nostra guida ringraziandola per averci fatto scoprire le meraviglie di Bruges.

Nonostante la pioggia continuiamo la nostra passeggiata, passiamo per la via dello shopping, acquistiamo cioccolata da uno dei famosi cioccolatieri della città, facciamo un giro per il mercatino di Natale e rientriamo al nostro B&B passando per la Piazza del Mercato.

Ci riposiamo un pochino nel salotto del De Corenbloem attorno al camino, doccia e si esce nuovamente.

Turismo Fiandre ci ha prenotato un tavolo al Bistrot den Amand dove degusteremo un menu a base di cioccolato.

Iniziamo con un aperitivo, una specie di prosecco molto alcoolico, e le nostre teste da astemi iniziano a girare.
Come antipasto ci porta un piatto composto da fettuccine con pomodorini, un filetto di pesce alla griglia con un sughetto di pomodoro e cioccolata, divino. Per secondo ci porta carne con un sughetto di cioccolato, carote lesse e radicchio grigliato.
Per dolce un tris di mousse e gelato ovviamente al cioccolato.
Abbiamo mangiato divinamente e l’accostamento dolce salato ci è piaciuto tantissimo.
Facciamo un ultimo giro per il mercatino di Natale a Markt Place e rientriamo nel nostro appartamentino.
Vorremmo goderci il più possibile di questa città ma la stanchezza si fa sentire.
Ci svegliamo alle 8, prepariamo i bagagli e alle 9 in punto scendiamo a fare colazione in un elegantissimo salone con sottofondo di musica classica.
Ci portano una mousse al mango, un cappuccino e prendiamo dei muffin fatti in casa, saccottini, cornetti. Ci sono anche tre tipi diversi di pane, yogurt, mandarini, formaggi e affettati.

diario di viaggio a bruges colazione

Una colazione da veri principi. Ci intratteniamo piacevolmente con i proprietari, finalmente io (Andrea) posso parlare in francese, una lingua che in viaggio non utilizzo praticamente mai ma che amo molto.

Prendiamo i trolley e ci dirigiamo alla stazione. Questa volta il biglietto del bus ci viene fatto pagare dall’autista € 2. Tutti i bus portano in stazione.

Arriviamo in 5 minuti e prendiamo il treno delle 10:30 che in un’ora ci porta a Bruxelles Midi.

Alle 12 prendiamo il bus per Charleroi e strada facendo becchiamo una potente nevicata.

Anche sull’aereo di ritorno per Roma ritroviamo Valter Veltroni con la famiglia.

Purtroppo questo weekend è terminato ma siamo felici di aver visitato due città meravigliose, due città che un viaggiatore non deve assolutamente perdere, soprattutto Bruges.

Qui trovate il video di questo meraviglioso viaggio.

Prossima tappa In Svizzera, precisamente a Zurigo!

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

  • Bello bello bello! 🙂

  • Splendida Bruges in ogni stagione. Belle foto! Buon proseguimento di viaggio

  • Grazie Giovy, grazie Alberto! 🙂

  • Vanda

    Complimenti per tutti i tuoi fantastici viaggi! Sono appena tornata da Bruxelles/Bruges, viaggio stupendo! 🙂

  • carlotta

    Ciao Andrea,
    ha qualche contatto (mail) della Signora Aid la guida che hai utilizzato a Bruges
    Grazie

    • Ciao Carlotta, purtroppo no, però puoi provare a scrivere all’ente del turismo di Bruges all’indirizzo toerisme@brugge.be e chiedere di lei. 😉

Diari di viaggio

Iscriviti alla Newsletter