| Roma, I nostri viaggi

Street Art a Roma Ostiense: a spasso con Lookals

street art roma ostiense

Come sa chi mi segue anche sui social, ieri pomeriggio sono andato fare un tour per la Street Art di Roma Ostiense.

Stanco di fare i soliti giri turistici per la mia città, avevo voglia di un qualcosa di diverso, moderno ma allo stesso tempo ricco di storia e di curiosità. 

Mi sono affidato al tour “Experience the Art District” di Lookals, e accompagnato dalla guida turistica Enrico Recchi, sono andato alla scoperta di una parte di Roma di cui ignoravo l’esistenza.

Già conoscevo Ostiense perché ho studiato Economia all’Università Roma Tre che si trova accanto ai Mercati Generali, ma non mi ero mai addentrato per le strade del quartiere popolare per eccellenza, caratterizzato da quella che ora è considerata archeologia industriale.

Con Enrico siamo partiti da Via del Porto Fluviale, angolo Via Ostiense.

Di fronte alla gelateria La Romana si trova quello che un tempo era il Magazzino dell’Aeronautica Militare e che invece ora è uno stabile occupato, sulle cui pareti campeggia uno splendido murales di un artista italiano anonimo che si fa chiamare Blu, proprio come il titolo dell’opera dipinta su tre delle quattro facciate dell’edificio.

Come potete notare dall’immagine di copertina, si tratta di un murales coloratissimo ottenuto con spray e pennello. Sono tanti volti colorati, alcuni piuttosto angoscianti, che vogliono attirare l’attenzione sulla piaga sociale dei senza-casa.

Proseguendo sempre su Via del Porto Fluviale, si incontra una pescheria storica sulla cui facciata è possibile ammirare l’opera di Agostino Iacurci. Un acquario urbano dove un uomo nuota indisturbato in sintonia perfetta con i pesci che lo circondano. Si tratta di un messaggio al futuro che il giovane artista (è nato nel 1986) ha voluto gridare: è possibile creare un nuovo habitat dove convivere pacificamente.

street art ostiense pescheria

Dal Porto Fluviale raggiungiamo Via dei Magazzini Generali su cui si trova il mio murales preferito, il Wall of Fame di JB Rock.

Su un muro lungo 60 metri sono dipinti in ordine alfabetico dalla A alla Z, i personaggi che hanno segnato la vita dell’artista. Da Dante Alighieri a Zorro. La cosa singolare ma soprattutto romantica, è che nei personaggi ci sono anche i suoi familiari e gli amici, come la mamma, il papà e il fratello.

street art ostiense roma wall of fame

streeta art roma ostiense wall of fame

Proprio di fronte a quest’opera d’arte si trova il murales di Lex & Sten dal titolo Black & White Power.

Su via delle Conce si trova un’altro murales di questa coppia di artisti. Talmente bello che sembra una fotografia.

street art roma ostiense conce

Da Via delle Conce basta poi attraversare le Mura Aureliane per e ritrovarsi nel cimitero acattolico dove sono sepolti personaggi famosi come Gadda, Gramsci, Keats e Shelley.

Il tour lo abbiamo terminato con i piedi sotto al tavolo, come si dice a Roma.

Siamo andati alla Trattoria da Enzo su via Ostiense, a fare una degustazione di specialità tipiche romane e quattro chiacchiere con i proprietari del locale, persone simpatiche e veraci.

Degustazione per modo di dire perché le porzioni erano piuttosto abbondanti.

Fiore di zucca e filetto baccalà, spaghetti alla carbonara, pasta all’amatriciana e tonnarelli cacio e pepe. Per finire ciambelline al vino e un bicchierino di vin santo.

fiori di zucca fritti

spaghetti alla carbonara roma

Una degna conclusione di una meravigliosa passeggiata culturale in una parte di Roma quasi del tutto sconosciuta ai turisti ma anche ai romani.

Permettetemi due parole su Enrico. Grazie alla sua preparazione, alla sua educazione ma soprattutto alla sua simpatia, ho scoperto dei lati e delle curiosità del quartiere Ostiense che in pochi conoscono, conditi anche da aneddoti della sua interessantissima vita. Poi ragazzi diciamolo, a ciascuno il proprio mestiere. Io non sono un tuttologo, anzi so poco e niente, e mi piace affidarmi a chi ne sa più di me.

Io vi suggerisco di dedicare pò del vostro tempo libero alla Street Art di Roma Ostiense perché ne vale davvero la pena. Tra la Piramide Cestia e il Gazometro vivrete un paio d’ore tra storia, arte e una romanità in via d’estinzione.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

I nostri viaggi

Iscriviti alla Newsletter