| Madrid, Guide, Radio, Rassegna stampa

VoloGratis.org su m2o radio: il riepilogo della puntata dell’11 dicembre 2013 (Madrid low cost)

Ciao ragazzi, dalla diretta su m2o radio nel bel mezzo di “Mario and the City” rieccomi qui su VoloGratis.org per riepilogarvi quello che ci siamo appena detti.

Per raggiungere Madrid low cost ci sono le compagnie easyJet, Vueling e Ryanair, quest’ultima ha mediamente i prezzi più bassi delle altre soprattutto nei periodi di bassa stagione.

Per raggiungere il centro dall’aeroporto c’è la metro che costa € 4,50.

Per i mezzi pubblici vi consiglio di fare l’abbonamento plurigiornaliero.

Per dormire si trovano su Booking.com delle doppie a partire da € 30.

Per mangiare ci sono tante alternative interessanti ed economiche come ad esempio i bocadillos de calamares da El Brillante, le tapas da 100 montaditos, i panini al Museo del Jamon e i dolci alla pasticceria la Mallorquina.

Di cose da fare e da visitare gratis ce ne sono tante, ad esempio è possibile visitare gratuitamente il Museo del Prado dal lunedì al sabato dalle 28 alle 20 o la domenica e festivi dalle 17 alle 19, il Museo Reina Sofia invece è gratis il lunedì, il mercoledì, il giovedì e il venerdì e il sabato dalle 19 alle 21 la domenica dalle 19 alle 21, poi c’è l’oasi tropicale nella stazione Atocha, Plaza Mayor, il Parco del Retiro, il Mercato de San Miguel, la Cattedrale dell’Almudena.

Nei prossimi giorni posterò come sempre lo streaming della puntata.

Farò una sosta natalizia radiofonica e ci risentiremo mercoledì 8 gennaio 2014 sempre su m2o radio, nella City della Mario.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Guide

Iscriviti alla Newsletter