| Curiosità

L’Hotel sospeso nel vuoto. Lo Skylodge in Peru

hotel sospeso nel vuoto skylodge

 

Di posti strani nel mondo ce ne sono tanti, ma quello che si trova nella valle Sacra degli Inca, a Cuzco, in Perù, è un qualcosa di spettacolare quanto terrificante.

Si tratta di un hotel sospeso nel vuoto, a 122 metri di altezza, che si raggiunge solo scalando la parete rocciosa o percorrendo un sentiero. Dimenticatevi automobili, treni o altri mezzi di locomozione. Solo i propri piedi e la propria forza di volontà.

come raggiungere hotel sospeso nel vuoto peru

La società Natura Vive propone per i più avventurosi tre suite realizzate in policarbonato e una speciale lega di alluminio, completamente trasparenti e sospese nel vuoto. Tranquilli – per modo di dire – sono ancorate alla montagna.

hotel sospeso nel vuoto peru skylodge 2

Le SkyLodge, così si chiamano le tre suite grandi 7 x 2,5 metri, possono ospitare un massimo di tre persone, dispongono di letti completi di biancheria, una sala da pranzo e il bagno.

camera da letto hotel sospeso nel vuoto skylodge in peru

bagno hotel sospeso nel vuoto in peru skylodge

L’elettricità è generata dal pannello solare disposto su ciascuna stanza.

Chi vuole un pò di privacy e non vuole essere osservato dai condor che svolazzano da quelle parti, può tirare le tende, anche se il bello di queste SkyLodge è proprio il panorama mozzafiato a 360 gradi su tutta la valle circostante.

Ma da dove si entra? Dal tetto, per ovvi motivi di sicurezza.

hotel sospeso nel vuoto skylodge peru ingresso

Il prezzo di una notte è di circa 300 euro, ma nel prezzo è compresa anche una romantica cena gourmet e la prima colazione.

cena hotel sospeso nel vuoto

Finita l’esperienza e fatta una bella colazione, si ritorna a valle lanciandosi con una fune sospesa nel vuoto.

Per carità, tutto bello ed emozionante, ma io sinceramente non me la sentirei mai di andarci. E voi? Sareste così avventurosi da trascorrere una notte in questo hotel sospeso?

foto su gentile concessione di Nature Vive

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Curiosità

Iscriviti alla Newsletter