| Sicilia, Guide

Cosa vedere a Taormina: itinerario con i luoghi da non perdere

Taormina

Taormina è una delle località più famose e affascinanti della provincia di Messina. È una città ricca di storia, elegante, meta di personaggi illustri e teatro di spettacoli internazionali. Basta una giornata per scoprirla tutta ed è facilmente esplorabile a piedi. Ecco

cosa vedere a Taormina,

l’itinerario da seguire con tutti i luoghi da non perdere.

Taormina

© Martina Sgorlon

Il mio consiglio è quello di iniziare a scoprire la città da Porta Catania, che risale alla metà del Quattrocento. Da lì inizia Corso Umberto I, la via principale della città, che si segue per quasi tutta la passeggiata.

Facendo subito una piccola deviazione, si può raggiungere il Palazzo Duchi di Santo Stefano, un tempo inserito all’interno della cinta muraria medievale. È un esempio di arte gotica siciliana, con dettagli arabo-normanni ed è uno dei palazzi storici più importanti di Taormina.

Itinerario Taormina Palazzo Duchi di Santo Stefano

Tornando su Corso Umberto I si raggiunge il Duomo, un edificio piuttosto semplice che si affaccia sulla piazza omonima. La fontana di fronte alla chiesa ha come elemento principale un minotauro: simbolo della città.

Itinerario Taormina - Piazza Duomo

Pochi metri più avanti si raggiunge quello che secondo me è uno degli angoli più suggestivi di Taormina: Piazza 9 aprile. Vi si affacciano la Torre dell’Orologio, la Chiesa di San Giuseppe e la vecchia chiesa di Sant’Agostino, oggi Biblioteca Comunale.

Itinerario Taormina

© Martina Sgorlon

Ciò che però la rende speciale è la vista. La piazza si affaccia sulla costa e da lì è possibile vedere non solo il litorale (la città si trova a circa 210 metri sul livello del mare), ma anche l’Etna. Un vero spettacolo, soprattutto se il vulcano è innevato o coperto da uno sbuffo di fumo.

Itinerario Taormina

© Martina Sgorlon

Alla fine di Corso Umberto I si trova Piazza Vittorio Emanuele, circondata da edifici storici come la Chiesa di Santa Caterina e Palazzo Corvaja, dove oggi è ospitato anche l’ufficio del turismo. Il suo fascino nasce dal mix di stili che lo caratterizza: arabo, normanno, gotico e catalano.

Non distanti da Palazzo Corvaja si trovano altre due importanti testimonianze del passato. Il primo è l’Odeon, un piccolo teatro risalente al II secolo d.C.. Il secondo è l’impianto delle Terme Romane, non distanti da Porta Messina.

Itinerario Taormina - Odeon

La passeggiata termina in quello che può essere definito uno dei suoi simboli: il Teatro Antico. Si trova in una posizione privilegiata, affacciato sulla costa e sull’Etna, che fanno da scenografia 365 giorni l’anno.

L’edificio greco risale al III secolo a.C. ed è il secondo per dimensioni dopo quello di Siracusa. Ancora oggi ospita eventi e personaggi di fama internazionale in un’atmosfera più unica che rara.

Itinerario Taormina - Teatro antico

© Martina Sgorlon

Se hai un po’ di tempo in più puoi scendere fino alla Villa Comunale. Questo splendido spazio verde fu voluto da Lady Florence Trevelyan, cugina della Regina Vittoria, alla fine dell’Ottocento. La nobildonna inglese visse a Taormina e divenne moglie del sindaco.

Itinerario Taormina

© Martina Sgorlon

Questo itinerario a piedi per scoprire questa splendida città della Sicilia ti occuperà meno di una giornata, starà a te scegliere a quale delle tappe dedicare più tempo.

Non dimenticare la macchina fotografica (a proposito leggi la guida su come fare belle foto in viaggio e condividerle su Instagram) e goditela passeggiando tra le sue vie, alla ricerca dei palazzi storici. È veramente una perla.

Ora che sai cosa vedere a Taormina non mi resta che auguarti buon viaggio!

Immagini, dove non specificato, pixabay

Martina Sgorlon

Martina, 24 anni, laureata in giornalismo e travel blogger quasi per caso. Adora le tazze colorate, il tè caldo e la pizza, non importa come, dove e quando. Innamorata di New York City da tempi immemori ha realizzato il suo sogno di vederla di persona e adesso non vede l'ora di realizzare tutti gli altri. Viaggia dal 1993 e non ha mai smesso.

comments

Guide

Iscriviti alla Newsletter