Il Glogg svedese, ricetta per prepararlo in casa

glogg svedese ricetta

Glögg svedese…già al solo pensiero la mia mente vola alle tradizioni legate al Natale in Svezia, a quelle magiche atmosfere che solo i Paesi scandinavi sanno regalare in questo periodo dell’anno.

Oggi voglio parlarti proprio di questa bevanda che ho assaggiato per la prima volta ai mercatini di Natale di Stoccolma e che oltre a scaldarmi dal freddo pungente mi è piaciuta tantissimo.

Cos’è il Glögg?

Il Glögg è una variante del nostro vin brulè. Il nome deriva dall’antico svedese glödg, che deriva a sua volta dal verbo glödga cioè “riscaldare”, e ti assicuro che sa fare molto bene il suo lavoro.

Una bevanda alcolica dal sapore dolciastro a base di vino, rum (o brandy o vodka) e cannella, che va bevuta calda con l’aggiunta di mandorle e uva passa, meglio se accompagnata dai pepparkakor, i biscotti allo zenzero e cannella.

Se non riesci a procurartene una bottiglia – quello che vendono da Ikea è buonissimo – o vuoi cimentarti in una preparazione casalinga, ecco la ricetta per un ottimo Glögg svedese.

Glögg svedese: la ricetta

Gli ingredienti

1 bottiglia di vino rosso

1 o 2 tazze di rum scuro (o di brandy o di vodka in base al proprio gusto personale)

1 tazza di zucchero

4 o 5 bastoncini di cannella o 1 cucchiaio di cannella in polvere

una ventina di chiodi di garofano o un cucchiaino di quelli in polvere

la buccia di mezza arancia

1 Stella d’Anice

2 cucchiaini di cardamomo in polvere

1/2 cucchiaino di noce moscata

1 pezzo di zenzero

La preparazione

Versare il vino, le spezie, la buccia d’arancia e lo zucchero in un pentolino, metterlo a scaldare per 5-7 minuti sul fuoco medio, e girarlo di tanto in tanto per far sciogliere lo zucchero.

Una volta che lo zucchero si è sciolto si abbassa la fiamma e si lascia sul fuoco basso per circa 30 minuti evitando sia l’ebollizione che l’attaccamento del composto sul fondo del pentolino.

Si versa poi il rum (il brandy o la vodka) nel pentolino e si lascia scaldare per altri 10 minuti a fuoco basso, girando il composto ed evitando sempre l’ebollizione.

Finito questo procedimento si filtra il tutto e si serve caldo nelle tazze con l’aggiunta di mandorle sgusciate e uva passa.

ti auguro una buona degustazione di Glögg svedese, ma fai attenzione perché una tazza tira l’altra, occhio a non esagerare!

Foto: Helena Wahlman/imagebank.sweden.se

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Sapori dal Mondo

Iscriviti alla Newsletter