The Hairy Coo: diario di viaggio di un tour gratis attraverso le Highlands Scozzesi

Avete voglia di scoprire le Highlands Scozzesi con i suoi laghi incantati, le sue foreste e i suoi magici villaggi e non volete spendere nulla?

Allora continuate a leggere questo post e scoprirete come fare.

Come sa chi segue VoloGratis, a fine gennaio ho trascorso un weekend ad Edimburgo (partenza venerdì sera e rientro lunedì sera) ed ho dedicato un giorno intero ad un tour attraverso le Higlands Scozzesi.


Il motto di VoloGratis è “viaggiare di più spendendo il meno possibile” quindi non potevo spendere £ 35/ £ 40 per un tour se non avevo la certezza che quello fosse il migliore in assoluto in rapporto qualità/prezzo. Nel corso delle mie estenuanti ricerche mi è stato consigliato il The Hairy Coo Tour…gratis!!! Non si paga nulla, si lascia solo una mancia, a proprio piacimento, al termine della gita.
Come resistere alla tentazione di una cosa del genere?

Sono subito corso a visitare il loro sito e sono andato a leggere le recensioni su TripAdvisor e che scopro? Che l’indice di popolarità sulla più famosa community di viaggiatori lo colloca al primo posto tra le attrazioni di Edimburgo!

A questo punto non ci ho pensato una volta ed ho prenotato.

La prenotazione è molto semplice, si sceglie il giorno, il numero dei passeggeri e si rilasciano i dati della carta di credito ma non viene scalato nemmeno un centesimo. Mi è arrivata la mail di conferma, l’ho stampata e l’ho portata con me ad Edimburgo.

Dopo questo preambolo vi racconto come è andata.

La partenza è prevista per le 9 ma bisogna presentarsi per il check-in alle ore 8.45 davanti al Deacon’s House Cafe in Landmarket Street – Royal Mile.

Ad attenderci troviamo un simpaticissimo scozzese con tanto di kilt, di nome Donald, che ci avrebbe fatto da guida con il suo pulmino arancione come le mucche hamish.

Si parte puntualissimi alle 9: prima tappa il Forth Bridge, sosta di 10 minuti per qualche foto e si procede alla volta del Wallace Scottish National Monument, il monumento all’eroe conosciuto con il soprannome di Braveheart. Per visitarlo si deve salire su una collina da cui si gode una bellissima vista sul castello di Shiring.

Da qui procediamo per il Monty Phython’s Doune Castle, sosta per qualche foto, e si riparte per il Loch Lomond National Park.

Facciamo sosta per il pranzo nel graziosissimo villagio di nome Callander dove ognuno può scegliere il posto in cui mangiare, noi noi optiamo per uno squisito fish and chips acquistato in una minuscola friggitoria – una porzione per due persone al costo complessivo di £ 6,50.

Rifocillati risaliamo sul bus arancione, è arrivato il momento di fare la conoscenza delle mucche hamish, quelle mucche dal pelo lungo e fulvo caratteristiche delle highlands scozzesi.

Facciamo una sosta in una fattoria dove possiamo accarezzarle, dargli da mangiare e scattare qualche foto.
Ora è la volta di visitare qualche bel lago o in lingua scozzese “Loch”.

Il primo che ammiriamo è il Loch Venachar, a dir poco stupendo, la sua superficie è completamente giacchiata. Il secondo splendido lago è il Loch Acharay.

Prima di arrivare alla Queen Elizabeth National Forest facciamo un’altra sosta ad ammire le mucche hamish che pascolano sulle rive del lago. Ammiriamo dall’alto il Loch Drunkey e facciamo una breve passeggiata nella Queen Elizabeth Nationa Forrest.

Sulla via del ritorno facciamo una sosta ad Aberfoyle, altro villaggio caratteristico del Loch Lomond National Park dove ci prendiamo una bevanda calda, mangiamo qualche dolcetto e acquistiamo dei souvenir.

L’ultima tappa è al Lake of Menteith dove una nebbiolina visibile sull’altra sponda gli conferisce un’atmosfera magica.

Purtroppo è giunta l’ora di rientrare ad Edimburgo. Porteremo per sempre con noi il ricordo di quei magici luoghi che grazie al The Hairy Coo siamo riusciti a visitare.

Qui trovate il diario completo del nostro viaggio ad Edimburgo con la prima, la seconda e la terza parte del reportage fotografico e  qui le foto del tour attraverso le Highlands

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

  • ma fighissimo!!!

  • Anonymous

    Ciao vologratis! Ma è davvero liberissima per tutti l’offerta per il tour?

  • Ciao! sì, l’offerta è liberissima, a fine tour lasci quanto vuoi 😉

  • Anonymous

    Ciao avrei una domanda: ma è prevista anche la visita del castello di Stirling?

  • Ciao, in questo tour non era prevista la visita al Castello di Stirling.

  • e tu, quanto hai lasciato?

Diari di viaggio

Iscriviti alla Newsletter