Edimburgo: cosa vedere e info pratiche per organizzarsi il viaggio

Stai facendo un pensierino alla Scozia e sei in cerca di informazioni su cosa vedere a Edimburgo? O, ancora meglio, hai già un biglietto per la capitale scozzese?

Edimburgo è una città bella e misteriosa. La sua architettura gotica le conferisce un’atmosfera cupa, romantica e malinconica al cui fascino è difficile resistere.

Passeggiando per il suo centro storico dichiarato nel 1985 Patrimonio dell’Umanità UNESCO, si ha come l’impressione di fare un salto indietro nel tempo, e passo dopo passo si viene catturati dalla sua magia al punto tale che una volta tornati a casa sarà difficile tenere a freno la voglia di tornarci e di viverla una seconda volta.

Io e Valentina ce ne siamo innamorati e oggi voglio parlarti non solo di cosa vedere a Edimburgo, ma voglio darti anche tante informazioni utili e pratiche per organizzarti al meglio la visita.

Se te lo stai chiedendo: sì, un weekend è sufficiente per visitare le sue principali attrazioni.

INFORMAZIONI PRATICHE PER VISITARE EDIMBURGO

Edimburgo è la capitale della Scozia. Si trova nel Regno Unito e per entrarci è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio. Qui di seguito trovi la sua esatta collocazione su Google Maps.

Purtroppo sono poche le compagnie aeree che effettuano voli diretti per questa città, o meglio sono poche le città italiane collegate via aria con Edimburgo, ma ci sono comunque Ryanair ed easyJet. Per cercare il tuo volo ti consiglio di utilizzare Google Flights, SkyscannerVolagratis, il Trova Tariffe Ryanair e Ispirami di easyJet. Leggi con attenzione anche la guida Quando prenotare un volo.

L’aeroporto di Edimburgo dista solo 10 km dal centro che si raggiunge con il bus Airlink 100.

La moneta del Regno Unito è la sterlina e per effettuare i pagamenti dovrai cambiare i tuoi euro o utilizzare la carta di credito. A tal proposito leggi la mia guida al cambio valuta.

Se vuoi spendere poco per l’alloggio prova a dare un’occhiata all’easyHotel Edinburgh che ha camere a partire da £ 29. Noi avevamo alloggiato all’Ibis Edinburgh Centre Royal Mile, centralissimo e ottimo per girare a piedi tutto il centro storico. Per l’hotel o l’appartamento leggi comunque la guida Come trovare alloggi economici in giro per il mondo e utilizza poi o Trivago o Airbnb.

Passiamo ora al lato gustoso: il cibo. Devi assolutamente provare l’haggis, un insaccato di interiora di pecora con l’aggiunta di strutto, spezie e farina d’avena, il delizioso salmone scozzese sia affumicato che alla brace o al forno, herrings in oatmeal (aringhe impanate con l’avena e poi fritte), e i formaggi ’Orkney e Crowdie. Per colazione, in aggiunta alla english breakfast prova il porridge scozzese preparato con avena ammorbidita a fuoco lento con acqua o latte. Per una dolce pausa io ti suggerisco poi lo shortbread, il burrosissimo frollino a cui io non so resistere.

Dove mangiare a Edimburgo? Tra pub, ristoranti e cafè avrai l’imbarazzo della scelta per un brunch, un pranzetto veloce o per una cena più sostanziosa. Per il brunch c’è l’Elephant House, famoso perché proprio lì la Rowling ha scritto parti di Harry Potter, o l’Ostara Per la cucina locale ci sono i quotatissimi Forage & Chatter, il Pibroch, o l’Aizle per una cena raffinata. Per chi ama le patate farcite con qualsiasi tipo di ingrediente, e soprattutto per un pasto economico, suggerisco The Baked Potatoes Shop che si trova al n.56 di Cockburn St. Vai in Scozia e non trascorri almeno una serata in un pub scozzese? Sacrilegio! Tra i pub storici ci sono The Last Drop, The Pear Tree tanto caro agli studenti, il Beehive Inn, e il Bobby’s Bar a 30-34 Candlemaker Row legato alla dolcissima storia del cagnolino Bobby Greyfriars.

Le birre scozzesi sono più scure e più maltate rispetto a quelle inglesi e tutti i pub della città sono fornitissimi sia di birre alla spina che in bottiglia, soprattutto artigianali, ma se ami particolarmente questa bevanda ti consiglio di visitare un birrificio come Edinburgh Beer Factory o Barney’s Brew. Se invece sei un appassionato di Scotch Whiskey devi assolutamente visitare The Scotch Whisky Experience, proprio sul Royal Mile, in cui immergerti nella storia e nella produzione della famosissima bevanda alcolica, e terminare con una bella degustazione.

Il centro storico si gira tutto a piedi, quindi indossando scarpe comode non avrai bisogno di prendere autobus.

COSA VEDERE A EDIMBURGO: 10 LUOGHI IMPERDIBILI

Castello

cosa vedere a Edimburgo (2)

La prima cosa da vedere a Edimburgo è secondo me il suo castello.

Sulla cima della collina vulcanica Castle Hill posta a una delle estremità del Royal Mile, si erge uno dei castelli più famosi di tutta la Scozia. Costruito a più riprese a partire dal XII secolo e fino alla Prima Guerra Mondiale, al suo interno custodisce i gioielli della Corona, la Pietra del Destino su cui sono stati incoronati i Reali scozzesi, il National War Museum of Scotland che racchiude 400 anni di storia militare del Paese, e la St. Margaret’s Chapel.

Dalle sue terrazze si gode di un bel panorama su tutta la città.

Per scattare delle belle foto al castello ti suggerisco di recarti sia l’Esplanade, la grossa piazza d’armi d’ingresso, che ai giardini di Princes Street, sia di giorno che di notte in quanto l’illuminazione artificiale lo rende ancora più suggestivo.

Il Castello di Edimburgo è aperto tutti i giorni dalle 9:30 e fino alle 18 da aprile a settembre (ultimo ingresso alle 17) e fino alle 17 (ultimo ingresso alle 16) da ottobre a marzo.

I biglietti non sono economicissimi e costano:

  • £ 19,50 per gli adulti tra i 16 e i 59 anni (£ 17,50 se acquistati online)
  • £ 16 per gli over 60 (£ 14 online)
  • £ 11,50 per i bambini tra i 5 e i 15 anni (£ 10,50 online)
  • gratis per i bambini al di sotto dei 5 anni.

Royal Mile

edimburgo cosa vedere royal mile

La strada più famosa della città che taglia in due la old town. Lunga un miglio scozzese, circa 1.700 metri, è una successione di strade (Castle Esplanade, Lawnmarket, High Street, Canongate e Abbey Strand) che collega il Castello con Holyroodhouse. Percorrendola è possibile ammirare la Cattedrale di Edimburgo, la Bank of Scotland e la casa del riformatore John Knox.

Il Royal Mile è un luogo molto suggestivo, a tratti cupo per via del colore e dello stile delle abitazioni che si ergono fitte ai suoi lati, ma magico, soprattutto di sera quando per strada circolano pochissime persone e zero turisti.

Cattedrale di St. Cuthbert a Lothian Road con il suo cimitero

st cubert

In una città come Edimburgo in cui serpeggiano numerose leggende sui fantasmi non può mancare una passeggiata in un luogo tetro come l’antico cimitero seicentesco della cattedrale di St. Cuthbert. Dicono sia abitato da strane presenze…non hai paura vero?

Quando ci sono stato il colore verde del prato faceva capolino tra la nebbiolina che celava le pietre tombali, mentre scoiattolini sgattaiolavano in cerca di cibo tra lapidi e croci.

In questo cimitero riposano illustri personaggi come Geroge Kemp che realizzò lo Scott Monument su Princess Street, John Napier “il padre” dei logaritmi naturali, e lo zio di Charles Darwin.

Si trova in Lothian Road, all’inizio di Princess Street.

National Gallery of Scotland

Si tratta di una delle più grandi gallerie d’arte della Gran Bretagna.

In questo museo ad ingresso gratuito – ospitato all’interno di un edificio in stile neoclassico realizzato nel 1859 – sono custodite opere di Leonardo, Botticelli, Guercino, Tiziano, Raffaello, Rembrandt e Van Dyck, nonché la più ricca collezione al mondo di dipinti di autori scozzesi.

È aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17, il giovedì fino alle 19.

Si trova a The Mound, nei pressi di Princess Street.

Royal Museum of Scotland

Nel museo nazionale della Scozia i reperti archeologici esposti raccontano la storia del Paese. Vi è anche una sezione dedicata alla tecnologia, alla scienza, alla storia naturale e alle varie culture del mondo.

Si trova in Chambers St e l’ingresso è gratuito.

È aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17.

Victoria Street

edimburgo cosa vedere victoria street

Una delle vie più pittoresche della città dalla singolare struttura a due piani, con edifici dai colori accesi e tanti negozietti.

Fu realizzata tra il 1829 e il 1834 sul progetto dell’architetto Thomas Hamilton. Fu costruita per sostituire una scomoda via a forma di z che prendeva il nome di West Bow, e infatti fino a che la regina Vittoria non salì al trono Victoria Street era conosciuta con il nome di Bow Street. È diversa dalle altre vie del centro storico non solo per la sua struttura ma soprattutto perché Hamilton ricevette precise istruzioni di imitare lo stile fiammingo antico e non quello neoclassico, con tando di demolizione degli edifici medievali.

Sembra che la Rowling prese ispirazione da questa strada per dare vita a Diagon Alley, e proprio al numero 40 di Victoria Street c’è un emporio magico con il merchandising ufficile di Harry Potter.

Da Victoria Street si giunge a Grassmarket, una deliziosa piazzetta su cui si affacciano tanti ristoranti e in cui il sabato mattina si svolge il mercato.

Calton Hill

cose da vedere a Edimburgo

Dalla sommità di questa collina alta 103 metri si possono ammirare i panorami più belli su tutta la città. Qui si trova l’Old Royal High School, il Burns Monument, il National Monument, il Nelson Monument e il City Observatory. Per salire in cima ti consiglio di indossare scarpe comode.

Holyroodhouse

holyroodhouse

Si trova alla fine del Royal Mile, dal lato opposto del Castello, ed è la residenza ufficiale in Scozia della Regina Elisabetta II. Nacque nel 1128 come monastero e finì per diventare nel XVI la residenza principale dei sovrani di Scozia, tra cui Maria Stuarda. Adiacente al Palazzo vi è un bellissimo parco (Holyrood Park) caratterizzato da colline, laghi e vallate, di cui fanno parte anche tre piccoli colli di origine vulcanica. Il colle più famoso è Arthur’s Seat alto ben 205 metri.

Holyroodhiuse può essere visitata da novembre a marzo dalle 9:30 alle 16:30 (ultimo ingresso alle 15:15) e dal 1° aprile al 31 ottobre dalle 9:30 alle 18 (ultimo ingresso alle 16:30).

Il biglietto d’ingresso costa:

  • £ 15 per gli adulti
  • 13,50 per gli over 60 e per gli studenti
  • £ 8,70 per i ragazzi d’età compresa tra i 5 e i 17 anni e per i disabili
  • gratis per i bambini d’età inferiore ai 5 anni
  • £ 38,70 per una famiglia composta da due adulti e da tre under 17.

Il biglietto include anche un’audioguida in italiano. La visita non ti porterà via più di un’ora.

Si trova a Canongate, all’estremo del Royal Mile.

Princess Street Gardens

cosa visitare Edimburgo

Bellissimo parco cittadino che costeggia l’omonima via dello shopping nella new town.

Qui si trova lo Scott Monument (in onore di Walter Scott), varie statue di personaggi illustri come quella del famoso esploratore David Livingstone e un orologio floreale. Nel periodo che precede il Natale si trasforma in un Winter Wonderland.

Parliament Square

parliament-square-edimburgo

In questa piazza situata nel bel mezzo del Royal Mile si trova la Cattedrale di St. Giles, principale luogo di culto della Chiesa di Scozia a Edimburgo, la statua dell’economista Adam Smith e l’Heart of The Midlothian, un mosaico stradale a forma di cuore posto sul luogo in cui secoli fa si trovava la prigione, la forca e l’ufficio delle imposte. Era un luogo talmente impopolare che ci passava era solito sputarci in segno di disprezzo. La tradizione continua ancora oggi quindi occhio a dove metti i piedi.

Free walking tour Edimburgo e Highlands

Se mastichi un po’ di lingua inglese ti consiglio di prendere parte a uno dei tanti free walking tour, visite guidate gratuite a cui è sufficiente lasciare alla guida a fine visita una mancia a proprio piacimento. Ce ne sono diversi tra cui Edinburgh Free Tour, New Europe Tours, Free Tour e The Orange Free Tour che organizza anche i free ghost tours (tour a caccia di fantasmi) e Harry Potter tour.

Da Edimburgo parte anche un tour gratuito di un giorno nelle suggestive Highlands, ovviamente non a piedi ma a bordo di un minibus. Si chiama The Hairy Coo. e ti consiglio vivamente di prenderci parte. Io e Valentina ne abbiamo approfittato e abbiamo trascorso un’incredibile giornata tra laghi (loch), castelli e villaggi scozzesi.

Per tutte le altre informazioni ti rimando a Visit Scotland, il sito ufficiale dell’ente del turismo scozzese.

Non mi resta che augurarti buon viaggio!

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".