Julbord: il buffet di Natale svedese

julbordAvete mai sentito parlare dello Julbord?

Dalla foto però avrete sicuramente capito che si tratta di cibo, e che cibo!

Lo Julbord (si pronuncia iulbud) è il buffet natalizio svedese che viene consumato in ogni casa la sera del 24 dicembre, con gli amici nei weekend dell’Avvento, e con i colleghi di lavoro anche durante la settimana.

E’ una tradizione molto sentita in Svezia e nei giorni che precedono la Vigilia c’è un grande fermento nelle case. Mamme, nonne e figlie concentrano tutte le loro energie nella preparazione dei piatti tipici che compongono lo Julbord.

Gli svedesi sono molto precisi e meticolosi e anche il buffet di Natale deve seguire regole ben precise. Ci devono essere 5 portate, i piatti devono essere sempre puliti per servirsi – non esiste che si riutilizzi lo stesso piatto – e non devono mai mancare birra e acquavite.

Lo Julbord si suddivide in tre grossi gruppi di piatti che vanno mangiati in sequenza.

Il primo gruppo è composto dalle aringhe – sia in salamoia che accompagnate da salse – e dal salmone affumicato. Questi pesci vanno mangiati insieme alle patate bollite e alle uova sode bevendoci su dell’acquavite.

Il secondo gruppo è formato dagli affettati come il prosciutto di Natale e la salsiccia di renna accompagnati dal pane croccante knäckebröd.

Il terzo gruppo è quello dei piatti caldi in cui si trovano le famose polpettine kottbullar, l’arrosto di maiale, wurstel, salsicce e lo janssons frestelse (un pasticcio di patate, cipolle e sarde – o aringhe – al forno).

Le verdure comprendono per lo più la rapa rossa.

Si finisce poi con i dolci come il lussekatte (o lussebulle) (ciambella di pasta dolce, lievitata ed aromatizzata con zafferano ed uvetta, che può avere anche la forma a S), i pepparkakor (i biscotti allo zenzero e cannella), il risgrynsgröt (un budino di riso servito con frutti di bosco), annaffiati con bicchieri di glogg, il vino aromatizzato bevuto caldo con mandorle e uvetta.

Io e Valentina abbiamo avuto il piacere di partecipare a due Julbord, il primo lo scorso anno nel ristorante Solliden nello Skansen di Stoccolma, e il secondo ieri nella residenza dell’Ambasciatrice di Svezia in Italia. Un’esperienza culinaria e conviviale che secondo noi va provata almeno una volta nella vita. Partecipando a questi buffet natalizi ci si sente parte integrante di una tradizione di un popolo meraviglioso che a dispetto del luogo comune è molto più caldo di quello che si possa immaginare.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Senza categoria

Iscriviti alla Newsletter