| News

Il caro traghetti decreterà la morte del turismo in Sardegna?

E’ arrivato il momento di pensare seriamente alle prossime vacanze estive.

Per me non è estate senza la splendida Sardegna, il solo pensiero del profumo del mirto, delle bianche spiagge, del mare cristallino e della cordialità della gente del posto mi mette di buonumore!

E ieri sera, come faccio ormai quasi ogni giorno da circa due mesi, mi son messo davanti al pc a fare dei preventivi di viaggio per raggiungere in nave Olbia da Civitavecchia.

Quello che ho provato è stato un misto tra rabbia e stupore..e vi assicuro non è carino rovinarsi il sabato sera….ora vi spiego il perchè.

Lo scorso anno con la Tirrenia, partendo la notte del 5 agosto e rientrando la notte del 18 agosto, in due (passaggio ponte) abbiamo speso € 135 (€ 67,50 a persona) compresa l’automobile.

Quest’anno, udite bene, per gli stessi giorni il prezzo è pari ad € 524, 83!!!

Che faccio, lascio stare la Tirrenia e passo a fare il preventivo con la Moby…stesso identico prezzo…€ 524,83!

Vabbè, passo alla Sardinia Ferries, se costa nettamente di meno preferisco fare più strada con l’auto ma risparmiare sul biglietto…con questa compagnia il prezzo è di € 490!

Rispetto allo scorso anno c’è stato un rincaro del 400%,  ma vi rendete conto…400%!

Come ce lo spiegano lor signori questo aumento vertiginoso delle tariffe?

€ 260 a persona per attraversare il mar Tirreno a bordo di vecchie navi, sdraiati per terra o se si è fortunati seduti su divanetti stretti come sardine e con la pulizia che scarseggia?

E poi ci lamentiano se per andare con Ryanair a Dublino spendiamo € 50 andata e ritorno?!

Così decretano la morte del turismo in Sardegna…molti miei conoscenti quest’anno trascorreranno le vacanze altrove, Grecia, Spagna, Puglia proprio perchè non si possono permettere di spendere così tanto….

E questo caro traghetti influirà a mio avviso anche su tutto il settore turistico sardo.

Mettiamo il caso che un ragazzo decida lo stesso di trascorre le vacanze nell’Isola e spendere, per raggiungerla, quattro volte in più rispetto allo scorso anno, di sicuro poi risparmierà sulle cene al ristorante, sulle serate nei locali, sulle escursioni e tutto a discapito dell’economia del posto….sono senza parole….

Scusate lo sfogo ma amo talmente tanto la Sardegna, non si merita affatto di essere affossata in questa maniera…

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

  • Anonymous

    ciao a tutti, cmq basta partire il pomeriggio per abbassare notevolmente il prezzo. Di soluzioni per non spendere quella cifra ce ne sono molte. di sicuro gli aumenti però ci sono stati 🙁

  • Ciao! Purtroppo per le mie date di partenza, giorno più giorno meno, sia di giorno, che di pomeriggio, che di notte, le tariffe sono sempre le stesse, al massimo c’è una differenza di € 10, ma non di più…. 🙁

  • Hai perfettamente ragione, speriamo che le azioni intraprese dalle associazioni dei consumatori abbiano il loro effetto.
    L’aumento è ingiustificabile nonostante l’aumento del greggio, il governo stesso dovrebbe intervenire.

    Ciao e complimenti per il blog, ti seguo da poco ma sei già uno dei miei preferiti!

  • Confido anche io nelle azioni intraprese dalle associazioni dei consumatori, incrociamo le dita!
    Grazi mille per i complimenti Riccardo, sei gentilissimo! 🙂

  • Anonymous

    SONO DACCORDO, UN PREVENTIVO DA 500 EURO CONTRO UN 130 DEGLI SCORSI ANNI!!!!è UNA VERGOGNA!!!!!

    DEVONO SOLO VERGOGNARSI TANTISSIMO!!!!!!

News

Iscriviti alla Newsletter