Cosa vedere a Venezia: le tappe da non perdere

cosa vedere a venezia

Ciao viaggiatore, sei in cerca di informazioni utili su cosa vedere a Venezia?

La città degli innamorati è pura magia, un luogo dove perdersi e innamorarsi ad ogni passo.

Non è però facile suggerirti cosa vedere a Venezia, io ci sono tornata dopo anni la scorsa settimana e ho rivisto con piacere luoghi conosciuti e scoperto altri angoli di meraviglia che voglio iniziare a raccontarti con questo post.

Una città come Venezia deve essere prima di tutto vissuta con la sua atmosfera romantica, le sue calli, i giri in gondola, le isole e i panorami da togliere il fiato. Il consiglio principale è quello di perdersi tra i suoi sestieri, cercando le zone più autentiche e meno battute dal turismo ti permetterà di apprezzare ancora di più questo luogo unico al mondo.

 

Ci sono comunque delle tappe imprescindibili che chiunque visiti Venezia deve includere nel suo itinerario; vediamole insieme per iniziare a sognare!

cosa vedere a venezia (2)

Cosa vedere a Venezia

Piazza San Marco

Da cosa iniziare se non dalla sua piazza principale?

Si tratta di una delle piazze più belle d’Italia su cui si affacciano alcuni dei monumenti simboli della città, come la Basilica di San Marco, il Campanile e Palazzo Ducale.

La piazza è affollata di turisti – e di piccioni – e la sera si carica di un’atmosfera ancora più magica, grazie alle luci dei palazzi e alla musica dal vivo tra i tavolini dei caffè all’aperto.

Basilica e Campanile di San Marco

cose da vedere a venezia

Tra le cose da vedere a Venezia c’è senza ombra di dubbio la Basilica di San Marco

Non so se lo sai ma la Basilica può essere visitata gratuitamente ogni giorno, dalla mattina a poco prima del tramonto. Spesso l’attesa per entrare sarà lunga, ma ne varrà la pena, te lo assicuro.

L’interno è un’esplosione di mosaici e meraviglia, un percorso tra i tesori della chiesa e la sua storia, che si conclude con la visita alla loggia che affaccia sulla piazza (al costo di 5 euro con biglietto combinato al Museo della Basilica).

Di fronte alla Basilica sorge il Campanile di San Marco, che all’inizio del secolo scorso fu ricostruito fedelmente sul modello di quello preesistente, distrutto in seguito ad un crollo.

Con un biglietto di 8 euro (11 euro con prenotazione online salta fila) è possibile accedere all’ascensore che porta in cima al campanile, alto circa 99 metri, per una vista spettacolare sulla piazza e la laguna, fino all’isola di San Giorgio.

Palazzo Ducale e Ponte dei Sospiri

luoghi da vedere a venezia

Il Palazzo Ducale di Venezia è un vero e proprio capolavoro dell’architettura gotica: bellissimo già dall’esterno, al suo interno ti permetterà di compiere un salto indietro nei secoli, per immergerti nell’atmosfera rinascimentale in cui vivevano i dogi veneziani.

Fino alla metà del XVI secolo il Palazzo ospitava l’appartamento del Doge, gli uffici politici e governativi, il tribunale e anche le prigioni.

Successivamente venne realizzato il palazzo delle Prigioni Nuove, collegato al Palazzo Ducale dal famoso Ponte dei Sospiri: questo spiega l’origine del nome, tutt’altro che romantica.

Quello che per molti è infatti il ponte degli innamorati di Venezia, altro non era che la via di accesso alle carceri da cui i prigionieri probabilmente non sarebbero mai usciti. Attraverso le finestre del ponte completamente coperto, i condannati potevano vedere un’ultima volta il cielo, simbolo della libertà ormai perduta.

Ponte di Rialto

posti da vedere a venezia

Tra le cose da vedere a Venezia non può mancare il ponte più famoso della città, costruito per attraversare il Canal Grande e che collega il sestiere San Marco al sestiere San Polo.

Il ponte, ad un’unica arcata è percorso da due file di negozi di oggetti preziosi e souvenir ed è sempre affollatissimo!

Il consiglio è quello di ammirarlo dall’ultimo piano del Fondaco dei Tedeschi, un lussuoso centro commerciale proprio dietro Rialto che permette l’accesso gratuito alla terrazza panoramica (la coda potrebbe essere lunga quindi ti consiglio la prenotazione online del tuo turno) da cui si gode di una vista pazzesca su tutta la città.

Vista da Fondaco dei Tedeschi di Venezia

A poca distanza dal ponte è possibile far visita al mercato di Rialto, per un’immersione nella vita quotidiana della città, nei suoi sapori e nelle sue tradizioni.

Chiesa di Santa Maria della Salute

cosa visitare a venezia

Da Piazza San Marco sembra di poter quasi toccare questa meravigliosa chiesa. E invece la Chiesa di Santa Maria della Salute si trova all’estremità del quartiere Dorsoduro ed è raggiungibile o via vaporetto o gondola, oppure con una passeggiata fino al Ponte dell’Accademia e la zona del Museo Peggy Guggenheim.

La Basilica merita una visita, utile a conoscere la sua storia e l’attaccamento ad essa della città che la celebra ogni anno il 21 novembre con una grande processione.

Da non poi perdere la zona delle zattere, una passeggiata con vista sulla laguna, l’isola di San Giorgio e l’isola della Giudecca, da cui è possibile ammirare uno dei più bei tramonti su Venezia.

L’elenco di cosa vedere a Venezia sarebbe davvero infinito. Ci sarebbero le tante chiese sparse in tutti i sestieri, le piccole librerie e i negozi di artigianato, i musei, i palazzi, le piazze – che a Venezia si chiamano campi, fatta eccezione per Piazza San Marco – e le sue isole.

A me è già tornata la voglia di partire. E tu, sei già stato a Venezia?

Foto di Luca Storri.

Erika Francola

Sono Erika (@erikamelie sui social), ho 29 anni e vivo con mio marito in un borgo nel cuore della Tuscia, tra Roma, l'Umbria e la Toscana. Amo la letteratura, i colori dell'autunno, i pittori impressionisti, il tè, i negozi vintage e il vino rosso. La scrittura, i viaggi e la fotografia sono le mie più grandi passioni: ho fondato per questo il mio blog Viaggideltaccuino.it e ogni giorno per lavoro ho la fortuna di raccontare storie, emozioni e luoghi che profumano di magia e bellezza.

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare