Visitare Murano e Burano: le famose isole di Venezia

visitare burano murano isole venezia

Immerse nella laguna veneta, a poca distanza da Venezia e i suoi tesori, le isole di Murano e Burano profumano di antiche tradizioni e sanno regalare emozioni uniche e scorci indimenticabili.

Sono talmente belle che meritano assolutamente di essere visitate, ma prima di parlarti di loro mi sembra doveroso darti le indicazioni su come fare per raggiungerle dalla splendida città lagunare.

Murano e Burano: come raggiungerle da Venezia

come arrivare a murano burano da venezia

Per raggiungere le isole di Murano e di Burano partendo da Venezia bisogna prendere i vaporetti.

Vaporetti per Murano

  • la Linea 3 o la Linea 4.2 che partono di fronte alla stazione ferroviaria
  • la Linea 12 o la Linea 13 che partono da Fondamente Nove (circa 15 minuti a piedi o da Piazza San Marco o dalla Stazione ferroviaria).

Vaporetti per Burano

Ti consiglio di raggiungere Burano direttamente da Murano prendendo la Linea 12 da Murano Faro.

Murano e Burano: cosa visitare nelle due splendide isole di Venezia

Murano e la lavorazione del vetro

burano murano isole venezia

Murano è la patria del vetro soffiato; tra i muranesi infatti si tramanda la secolare tradizione della lavorazione artistica del vetro, che ancora oggi è possibile ammirare all’interno di una delle fabbriche presenti sull’isola.

Al loro interno, in alcuni casi gratuitamente, in altri dopo pagamento di un biglietto, è possibile assistere alla lavorazione del vetro e alla realizzazione di un oggetto come piatti, vasi, brocche e altro ancora.

Sono certa che proprio come è accaduto a me, la gestualità degli artigiani, la loro maestria e i colori e le forme delle loro realizzazione ti lasceranno senza parole.

Da sempre centro dell’artigianato, Murano è infatti la meta perfetta se sei appassionato di arte e design: tra i laboratori e le botteghe artigiane potrai trovare vere e proprie opere d’arte da ammirare e decidere di portare a casa.

Da non perdere anche una visita al Museo del Vetro, nato nel 1861 in Fondamenta Marco Giustinian, per creare un vero e proprio archivio storico sulla vita dell’isola e sulle sue tradizioni.

cosa visitare murano isola venezia

 

Al suo interno ancora oggi è custodito il “Libro d’Oro” in cui si trova l’iscrizione delle famiglie muranesi che in quell’epoca lavoravano il vetro e che hanno dato vita alle fabbriche di vetro più famose del mondo.

Ma l’isola di Murano, composta da nove isolotti uniti da un ampio canale, ha anche molto altro da offrire.

Tra i tesori da ammirare nella più famosa delle isole di Venezia c’è sicuramente il Duomo di Santa Maria e Donato, la più importante delle chiese dell’isola risalente al VII secolo e la chiesa di San Pio Martire, risalente al XVI secolo, al cui interno potrai vedere capolavori del Bellini e del Tintoretto.

Merita una visita anche il Faro di Murano, realizzato in pietra d’istria e situato in Fondamenta Francesco Maria Piave.

Burano, la più colorata delle isole di Venezia

visitare burano murano isole venezia

Considerata come una delle città più colorate del mondo, Burano è anche una delle più belle isole di Venezia e ti farà innamorare con le sue casette dalle tinte sgargianti e la sua antica tradizione di merletti, ricamati ancora oggi dalle pazienti ed esperte ricamatrici locali.

Molti artisti come Pino Donaggio, Baldassare Galuppi e Remigio Barbaro scelsero questa isola come loro dimora.

Esistono diverse ipotesi sul motivo per cui le case dell’isola siano così colorate: secondo la teoria più accreditata i colori vivaci delle abitazioni servirebbero, da sempre, ad orientare i barcaioli e i pescatori e aiutarli a ritrovare facilmente la loro casa anche in presenza della fitta nebbia, caratteristica della laguna veneziana.

Case-di-Burano

A Burano il tempo sembra essersi fermato: le immagini più rappresentative dell’isola sono le reti riparate e stese al sole, i balconi fioriti, le pareti delle case dei colori più accesi, le anziane che lavorano i merletti, i bambini che giocano felici.

Il cuore dell’isola, dopo la passeggiata lungo il canale maggiore, è la piazza intitolata a Galuppi, compositore settecentesco; al centro della piazza c’è un antico pozzo risalente al 1500 e la chiesa di San Martino, l’unica dell’isola di Burano, con il suo caratteristico campanile pendente dovuto al parziale cedimento dei basamenti poggiati su palafitte

Il modo migliore per scoprire l’isola è perdersi tra i canali alla ricerca delle case più colorate e particolari e dei negozi più caratteristici in cui acquistare centrini e tessuti ricamati. Se sei appassionato di queste cose puoi anche decidere di visitare il Museo del Merletto di Burano, per scoprire ancora più da vicino questa antica tradizione artistica locale.

Foto Luca Storri, immagine di copertina pixabay

Erika Francola

Sono Erika (@erikamelie sui social), ho 29 anni e vivo con mio marito in un borgo nel cuore della Tuscia, tra Roma, l'Umbria e la Toscana. Amo la letteratura, i colori dell'autunno, i pittori impressionisti, il tè, i negozi vintage e il vino rosso. La scrittura, i viaggi e la fotografia sono le mie più grandi passioni: ho fondato per questo il mio blog Viaggideltaccuino.it e ogni giorno per lavoro ho la fortuna di raccontare storie, emozioni e luoghi che profumano di magia e bellezza.

comments

Idee Viaggio

Iscriviti alla Newsletter