| Barcellona, recensioni

Hostal Coral a Barcellona, la mia recensione

Barcellona è una delle mete più ambite dal turismo italiano e, dato che in molti mi state chiedendo dove ho soggiornato e come mi son trovato, ora vi racconto la mia esperienza all’Hostal Coral.

Innanzitutto vi dico dove si trova: Carrer de Calella n.1, in pieno Barrio Gotico. A due passi dalla Cattedrale e vicino alla famosa Rambla.

La prenotazione l’abbiamo fatta direttamente sul loro sito web tramite scambio di email, cosa alquanto singolare: per conoscere il prezzo della stanza bisogna scrivergli!

Il pagamento viene effettuato in loco e una doppia con bagno ci è costata € 55 per una notte.

Ma veniamo subito alle impressioni.

Dalle foto presenti sul loro sito web ci aspettavamo di trovare il classico hotel con ingresso a pianterreno e invece no!

All’indirizzo troviamo un palazzo decadente con un vecchio portone. Ci guardiamo tutti e quattro (eravamo in due coppie) e ci diciamo “forse abbiamo sbagliato, proviamo ad andare più avanti”, continuiamo per la via e nulla, ad un certo punto, dall’altro lato del palazzo notiamo l’insegna e due bandiere…non c’eravamo sbagliati,  era proprio lui!

Presi dallo sconforto suoniamo al citofono, ci aprono e ci troviamo di fronte ad una vechia scalinata con i gradini consumati dal tempo. In preda al panico saliamo, ci viene ad aprire il padrone – personaggio alquanto singolare – che ci fa accomodare in una spaziosa hall e ci consegna le chiavi.

Per fortuna l’interno non è affatto male, pulito e decente.

La camera era piccolina ma pulita, la cosa più bella era il bagno: grande, pulito e soprattutto nuovissimo.

Dopo il primo impatto piuttosto negativo possiamo dire di non esserci trovati male.

Stavo per dimenticare una cosa importante, dopo il check-out sono stati così gentili da tenerci in custodia i bagagli fino al tardo pomeriggio.

Mi sento però di consigliarlo solo a chi non ha grosse pretese e vuole un’alternativa all’ostello.

Viaggiatrici e viagiatori, se state organizzando un viaggio a Barcellona qui trovate il diario del mio viaggio e qui una guida a tutte le cose da fare e da visitare Gratis.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

recensioni

Iscriviti alla Newsletter