| Zurigo, Diari di viaggio

Romantic Tour: il diario del nostro viaggio a Zurigo

Dopo il fine settimana trascorso tra Bruxelles e Bruges, con il Romantic Tour facciamo tappa in Svizzera, a Zurigo.

Il viaggio è stato tutto organizzato da Zurigo Turismo e da Svizzera Turismo che ci hanno invitato a visitare la città e ad assaporare l’atmosfera natalizia.

Partiamo da Roma alle ore 10:10 del 7 dicembre con un volo Swiss Air. Dopo un rapido e veloce volo durante il quale c’è stata offerta dell’ottima cioccolata svizzera, atterriamo alle ore 11:20. Il panorama tutto intorno a noi è di colore bianco, c’è neve ovunque, meraviglioso!

Dal gigantesco e stupendo aeroporto di Zurigo – annoverato tra i migliori aeroporti del mondo – prendiamo il treno che in 20 minuti ci porta alla stazione e da lì prendiamo il tram numero 4 che in 10 minuti ci porta a due passi dall’Hotel Seefeld.

Alle 13:30 viene a prenderci Paolo di Zurigo Turismo e insieme andiamo a pranzo al Ristorante Zunfthaus zur Zimmerleuten, un’antica casa medievale delle corporazioni ora trasformata in un elegante ristorante sulle rive del fiume Limmat. Mangiamo due bei piatti a testa del piatto tipico zurighese, lo Zürcher Geschnetzeltes, uno spezzatino di carne con salsa di panna, vino e funghi con contorno di patate. Buonissimo!

Fuori nevica tantissimo e noi siamo felici come bambini, per noi romani la neve è un evento più unico che raro!

Alle 15:30 ci incontriamo con Boris, un simpaticissimo e preparatissimo ragazzo che ci farà da guida alla scoperta delle bellezze della città.

Boris ci porta a visitare la Fraümunster, l’antica Chiesa protestante famosa per le vetrate opera di Marc Chagall e poi alla Grossmunster con le vetrate di Augusto Giacometti. In questa Chiesa vi consigliamo di scendere nella cripta perchè vi è un’antica ed imponente statua di Carlo Magno.

Il freddo si fa sentire e andiamo a prenderci una cioccolata calda nell’antico Cafè Conditorei Schober in Napfgasse 4, un locale fantastico, reso ancora più bello dagli addobbi natalizi.

La cioccolata calda svizzera, oltre ad essere buonissima è molto meno densa della nostra.
Riscaldati riprendiamo il nostro giro, passiamo di fronte al Cafè Voltaire dove nacque il movimento dadaista e attraversiamo il ponte sul fiume Limmat per recarci nella parte più antica di Zurigo, dove su una collinetta c’è un giardino con una terrazza sulla città da cui si gode di una vista mozzafiato.
La neve continua a scendere in abbondanza e noi raggiungiamo la Bahnofstrasse, la via dello shopping cittadino, ricca di negozi, di mastri cioccolatieri e di boutique alla moda.
La strada è illuminata per il Natale, dal cielo scendono delle luci simili a diamanti, l’illuminazione di quest’anno è stata chiamata Lucy, in onore alla famosa canzone dei Beatles “Lucy in the sky with Diamond”.
A Werdmühleplatz, una traversa della Bahnofstrasse verso la stazione, si svolge un mercatino di Natale famoso per il Christmas Singing Tree, un albero di Natale dentro al quale ogni giorno salgono bambini che intonano canti di Natale (qui trovate una guida completa ai mercatini di natale).
Beviamo un bicchiere caldo di vin brulè che ci riscalda e sotto ad una fitta nevicata raggiungiamo la Stazione Centrale al cui interno si trova il mercatino di Natale più grande d’Europa. Tanti chalet di legno vendono addobbi, dolciumi e piatti tipici.
Al centro vi è anche un gigantesco albero di Natale di Swaroskzi.
Ceniamo prendendo da uno chalet una grossa fetta di prosciutto cotto arrosto, buonissima.
Infreddoliti ma felici torniamo in albergo, il primo incontro con Zurigo è stato più che positivo, una città elegante, accogliente e molto tranquilla.

 

Secondo giorno (8 Dicembre)
Sveglia alle 8 e colazione in hotel.
Prendiamo il tram 4 e in pochi minuti siamo ad Opernahus, di fronte al teatro dell’opera più piccolo d’Europa. Attraversiamo la strada e siamo sul lungo lago tutto innevato, il paesaggio è a dir poco meraviglioso!
Ci dirigiamo verso la Grossmunster e andiamo a visitare La Kunsthaus, il museo d’arte di Zurigo che custodisce opere di artisti come Picasso, Van Gogh, Gauguin, Mirò, Monet…meraviglioso, non pensavamo che Zurigo custodisse opere del genere!
Ci facciamo una bella camminata ed arriviamo alla Bahnofstrasse, prendiamo un bretzel dalla panetteria della Coop e continuiamo la nostra passeggiata per negozi. Ci addentriamo poi nella parte storica della città dove incontriamo degli scorci meravigliosi, case antiche con i balconi decorati, la vera Svizzera!
Il freddo si fa sentire e verso le 15 torniamo in hotel. Tempo di riposarci e alle 16:30 usciamo per andare a fare il giro del lago in battello, il biglietto è compreso nella Zurich Card. I battelli partono da Burkliplatz, ci si arriva a piedi dalla fermata del tram Bellevue. Alle 17:30 prendiamo la motonave che in un’ora e mezza ci fa fare il giro del lago, si gode un panorama meraviglioso, assolutamente da non perdere.
Dentro al battello c’è anche San Nicola che insieme al suo assistente ci regala un sacchetto di noccioline, biscotti e mandarini.
Alle 19 torniamo sulla terraferma e facciamo un bel giro per il mercatino di Natale di Bellevue, piccolino ma molto grazioso.
Per cena torniamo al mercatino di Natale della Stazione Centrale e ci prendiamo la raclette, formaggio fuso su una fetta di pane (8,50 franchi). Alle 22 siamo di nuovo in albergo.
Ultimo giorno (9 Dicembre)
 
Sveglia alle 7:30 e colazione abbondante in hotel.

Prepariamo i bagagli che lasciamo in custodia alla reception. Oggi si va sul Monte Uetliberg.

Prendiamo il tram 4 fino alla stazione e alle ore 10:10 saliamo sul trenino che in 20 minuti ci porta sul monte. Man mano che si sale il paesaggio diventa alpino, c’è tanta neve e fa molta atmosfera natalizia, meraviglioso.

Prendiamo il sentiero che porta su in cima e stando attenti a non scivolare sul ghiaccio arriviamo nel punto panoramico dal quale si gode una vista mozzafiato sulle alpi, sulla città di Zurigo e sul lago.
A Uitleberg è pieno di famiglie e di ragazzi con lo slittino, peccato non ci fosse un posto dove affittarli altrimenti ci sarebbe piaciuto cimentarci in una bella discesa!
Alle 12:10 prendiamo il treno e torniamo in città. Pranziamo con un wurstel gigantesco da Metzgerei Wurtserei al numero 11 di Markt-Gasse.
Oggi fa più freddo del solito, torniamo a piedi in hotel, passiamo di fronte al Municipio, costeggiamo il fiume Limmat e non facciamo altro che ripeterci quanto ci sia piaciuta Zurigo, è stata davvero una piacevolissima sorpresa, una meta da visitare soprattutto durante il periodo natalizio!
Alle 17:37 prendiamo il treno dalla Stazione Centrale e in 20 minuti arriviamo in aeroporto.
L’aeroporto è uno dei più belli in cui siamo mai stati, immenso ed elegante, tra una degustazione di cioccolatini e l’altra arrivano le ore 20:40, mentre fuori nevica noi ci imbarchiamo, viaggeremo per la prima volta in business class, gratis, grazie a Turismo Zurigo e Svizzera Turismo.

Zurigo è stata per noi una piacevole scoperta, una città elegante ma allo stesso tempo accogliente, pulita, ordinata, con mille cose da fare e da visitare. E’ facilmente raggiungibile dall’Italia anche in automobile, appena potete andate a visitarla e ne rimarrete piacevolmente colpiti.

Qui trovate il video di questo nostro “romantic” weekend.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post.

comments

Diari di viaggio

Iscriviti alla Newsletter