03.05.2019

Airship.03: arriva a Roma il bosco austriaco. Dal 10 al 12 maggio

airship.03 interno

Il mio amore per l’Austria ha radici lontane.

L’Austria è stato il primo Paese estero che ho visitato da piccolino insieme ai miei genitori. Erano gli anni ’80 e d’estate partivamo da una Roma rovente per raggiungere il Tirolo in cerca di un po’ di refrigerio e di quel contatto con la natura che in città ci mancava. Fu amore a prima vista. Ricordo ancora come se fosse ieri il mio stupore di fronte a quel colore verde intenso dei boschi, all’acqua limpida dei ruscelli e a quell’odore inconfondibile di natura che sale nel naso e penetra dritto al cuore. Sensazioni che ho continuato a vivere intensamente anche nel corso degli anni perché sento proprio un bisogno fisico di tornare in Austria almeno una volta all’anno.

La natura austriaca ti incanta con i suoi colori, ti coccola con i suoi profumi e ti abbraccia con quella sua dimensione in bilico tra sogno e realtà. A tal proposito devo assolutamente raccontarti un simpatico aneddoto. Quando conobbi Valentina lei non aveva mai trascorso le vacanze estive in montagna, e ogni volta che le proponevo un viaggio tra monti e boschi lei mi rispondeva sempre “no, non voglio andarci, io amo il mare e sono sicura che in montagna mi annoierei tantissimo”. Non c’era verso di farle cambiare idea. Dopo qualche anno cedette forse presa dallo sfinimento delle mie insistenze e d’estate andammo in Carinzia, una bellissima regione austriaca che confina con il Friuli – Venezia Giulia. Sai poi cos’è successo? Che si è ricreduta, e si è innamorata talmente tanto dell’Austria e della sua natura che dopo quella volta è lei che prega me di tornare frequentemente da quelle parti. Questo per dirti che basta andarci una volta per innamorarsene.

Ma lo sai però che dal 10 al 12 maggio potresti vivere la natura austriaca senza andare in Austria? Sì, non sto scherzando.

All’interno del Festival del Verde e del Paesaggio che si svolgerà a Roma nella splendida cornice dell’Auditorium Parco della Musica in via Pietro de Coubertin 30, nel quartiere Flaminio (qui di seguito trovi la sua esatta posizione su Google Maps utile per farti guidare a destinazione dal tuo smartphone o dal tuo navigatore), verrà allestito Airship.03, uno spazio di microclima e respiro progettato dal collettivo breathe.earth.collective – già coautori del padiglione austriaco di Expo Milano 2015 – che regalerà un’esperienza naturalistica immersiva nel bel mezzo della città.


Airship.03 è un’installazione climatico – paesaggistica avente come tema l’essenza e l’essenziale, che invita a respirare la natura tra colori e profumi, presentandosi come una fitta, profumata e umida foresta. Si tratta in realtà di un prototipo di oasi di respiro per le città, in grado di purificare l’aria e far riflettere colui che ci si addentra sugli importantissimi temi ambientali che oggi più che mai dovrebbero essere al centro della nostra attenzione. Tutto ciò grazie a un sistema di ventilazione e di vaporizzazione dell’acqua che permette di avere all’interno una temperatura di sei gradi in meno dell’esterno, a muschi, felci e licheni che producono ossigeno neutralizzando l’anidride carbonica, e a una vasca d’acqua centrale con sopra un’apertura verso il cielo che agisce come una vera e propria radura nella città.

airship.03 interno 2
Un mix perfetto tra natura e high-tech con legni provenienti dalla Carinzia (abete rosso e larice) e un involucro esterno realizzato con un tessuto speciale in grado di respingere i raggi solari fino a 75°.

Airship.03 apparirà ai visitatori del Festival del Verde e del Paesaggio come un cilindro, ma basterà varcare la soglia d’ingresso per essere trasportati come per magia in un bosco austriaco. Nei suoi 30 metri quadrati ci saranno più di 500 piante chiamate “inferiori” (muschi, felci, licheni e licopodi) che giocano un ruolo importantissimo per l’ecosistema: producono ossigeno neutralizzando l’anidride carbonica e forniscono informazioni importanti sull’inquinamento e sulle condizioni climatiche e metereologiche.

vegetazione airship
dettagli piante essenze airship
Io ho già provato un’esperienza simile nel 2016 quando fu portato a Roma il mini padiglione di Expo 2015 con all’interno un mini bosco austriaco. Fu un momento talmente bello ed emozionante – e soprattutto insolito per una metropoli come la capitale d’Italia – che non vedo l’ora di ripetere la stessa esperienza con Airship.03, ma soprattutto non vedo l’ora di tornare anche solo per qualche minuto a vivere un pezzetto d’Austria pur rimanendo nella mia città.

immagini ©Österreich Werbung, Michael Stabentheiner

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019.