Carta d’identità per l’espatrio: guida completa

carta identita valida per espatrio

Ciao viaggiatore, se hai in programma un viaggio fuori dai confini nazionali hai bisogno o del passaporto o della carta d’identità valida per l’espatrio.

Se è vero che con il passaporto è possibile andare praticamente ovunque, non vale la stessa cosa per la carta d’identità valida per l’espatrio accettata solo da alcuni Paesi.

In questo post ti spiegherò innanzitutto come riconoscere una carta d’identità valida per l’espatrio da una no, come richiederne una qualora tu non l’abbia, e quali sono i Paesi in cui viene accettata.

Meglio essere informati onde evitare di essere bloccati alla frontiera o di vedersi negare l’imbarco su un aereo perché il documento non è valido per uscire fuori dall’Italia.

CARTA D’IDENTITÀ VALIDA PER L’ESPATRIO: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PER VIAGGIARE ALL’ESTERO

La carta d’identità è quel documento che viene rilasciato dal proprio Comune di residenza (anche agli stranieri in regola col permesso di soggiorno) e può essere:

  • valida per l’espatrio
  • non valida per l’espatrio.

Ha una durata di:

  • 10 anni per i maggiori di 18 anni
  • 5 anni per chi ha un’età compresa tra i 3 e i 18 anni
  • 3 anni per i bambini che non hanno ancora compiuto i 3 anni.

Il giorno di scadenza coincide sempre con la data del proprio compleanno. Ad esempio io ho fatto la carta d’identità il 20 maggio del 2013 e scadrà non il 20 maggio 2023 ma il 2 aprile del 2024, data del mio compleanno successiva alla scadenza dei 10 anni.

Come riconoscere se una carta d’identità è valida per l’espatrio oppure no

Se hai la carta d’identità cartacea, quella “old style” o vintage per intenderci, devi solo girarla sul retro e controllare che non ci sia scritto “non valida per l’espatrio”. Se non c’è questa dicitura allora potrà essere utilizzata per viaggi all’estero ma solo in determinati Paesi, ma di questo te ne parlerò successivamente.

Se hai la carta d’identità elettronica dovrai girarla sul retro e controllare che al punto 16 non ci sia scritto nulla. Se malauguratamente troverai la scritta “non valida per l’espatrio” ti toccherà rimanere in Italia o andare a richiederne una nuova senza questa limitazione.

Carta d’identità valida per l’espatrio: Paesi in cui viene accettata

Una volta accertato che la tua carta d’identità sia valida per l’espatrio, potrai utilizzarla per viaggiare nei seguenti Paesi:

  • Albania,
  • Austria
  • Belgio
  • Bosnia-Erzegovina
  • Bulgaria
  • Cipro
  • Croazia
  • Danimarca
  • Egitto (dovrai però portare con te una fototessera per il visto)
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Gibilterra
  • Grecia
  • Irlanda
  • Islanda
  • Lettonia (deve però avere una validità residua di almeno tre mesi)
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Marocco (solo se si viaggia con un gruppo organizzato)
  • Monaco
  • Norvegia
  • Olanda
  • Polonia
  • Portogallo
  • Regno Unito
  • Repubblica Ceca
  • Repubblica di Montenegro (solo per chi si ferma massimo 30 giorni)
  • Romania
  • Repubblica Slovacca
  • Slovenia
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Tunisia (se si entra nel Paese con un viaggio organizzato)
  • Turchia (solo se si entra in territorio turco con un viaggio organizzato)
  • Ungheria.

Carta d’identità valida per l’espatrio: casi in cui non viene accettata

Ci sono casi in cui potrebbe essere negato l’espatrio nonostante il documento idoneo.

Questo avviene quando la carta d’identità cartacea è strappata in due (molti la riattaccano con lo scotch ma se si trova qualcuno pignolo si rischia di non entrare nel Paese), quando sul retro è stato apposto dall’ufficio anagrafe il timbro che ne estende la validità di altri 5 anni, quando i dati sono illeggibili, o quando la foto è rovinata.

In questi casi è necessario richiedere un nuovo documento d’identità.

Come ottenere la carta d’identità valida per l’espatrio: info, documentazione richiesta e costi di rilascio sia per quella elettronica che per quella cartacea

È previsto entro la fine dell’anno 2018 il completo passaggio dalla carta d’identità cartacea a quella elettronica.

Oramai sono tantissimi i comuni italiani che rilasciano la carta d’identità elettronica (CIE) quindi se nel tuo Comune di residenza è già previsto questo servizio devi recarti all’ufficio anagrafe e portare con te:

  • una fototessera (a capo scoperto e senza accessori che nascondano parte del tuo viso)
  • la tua vecchia carta d’identità (se non ce l’hai o se è scaduta devi portare o un altro tuo documento valido come ad esempio il passaporto, o due testimoni che confermino la tua identità, se invece l’hai smarrita devi portare la denuncia di smarrimento)
  • codice fiscale o tessera sanitaria (servono solo per velocizzare le attività di registrazione e prendere i dati in automatico).

Per sapere se nel tuo Comune è già previsto il rilascio di quella elettronica ti consiglio di collegarti al suo sito web istituzionale.

Attenzione, in alcuni comuni – come in quello di Roma – bisogna recarsi prima all’ufficio anagrafico di appartenenza per prendere l’appuntamento e poi presentarsi allo sportello nel giorno e nell’ora fissata in precedenza. In caso di servizio su appuntamento, e qualora ti servisse urgentemente la carta d’identità valida per l’espatrio, dovrai portare con te o un biglietto aereo che attesti il viaggio, o un qualcosa che attesti la tua urgenza per partecipare ad esempio a concorsi pubblici o a consultazioni elettorali,

Il costo per richiedere la carta d’identità elettronica valida per l’espatrio, da pagare alla cassa dell’ufficio anagrafe, è di € 22,21 così suddiviso:

  • € 16,79 come spese di emissione
  • € 5,42 come diritti di segreteria.

Se invece chiedi una nuova carta d’identità per smarrimento, deterioramento o furto, dovrai pagare altri € 5,16 (il costo varia comunque da Comune a Comune).

Entro quanto viene rilasciata? Anche qui dipende dalle città.

Se nel tuo Comune di residenza non è ancora attiva la carta d’identità elettronica, dovrai richiedere quella cartacea portando con te

  • tre fototessere uguali
  • il tuo vecchio documento d’identità, in mancanza il passaporto o due testimoni.

In questo caso dovrai pagare solo € 5,42.

Quando rinnovare la carta d’identità

Se hai una carta d’identità in odore di scadenza potrai rinnovarla già a partire da 180 giorni prima che scada il suo termine di validità.

Carta d’identità valida per l’espatrio per i minorenni: come richiederla

Se devi richiedere la carta d’identità valida per l’espatrio per tuo figlio minore di 14 anni devi innanzitutto presentarti allo sportello dell’ufficio anagrafe insieme a lui e all’altro genitore (o chi ne fa le veci).

Se l’altro genitore è impossibilitato a presentarsi allo sportello dovrai portare il suo assenso scritto insieme alla fotocopia della sua carta d’identità.

Tu e l’altro genitore dovrete dare l’assenso all’espatrio dichiarandolo su un modo che vi verrà rilasciato dall’impiegato comunale.

Per quanto riguarda la documentazione da presentare e i costi vale quanto già scritto per i maggiorenni.

Ora che sai tutto sulla carta d’identità valida per l’espatrio non mi resta che augurarti un buon viaggio!

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare

Iscriviti alla Newsletter