Come arrivare a Capri: guida completa e dettagliata

come arrivare capri

Come arrivare a Capri? La risposta a questa domanda non è ovviamente univoca: sono molteplici le soluzioni per raggiungere l’incantevole isola del golfo di Napoli, variabili a seconda del punto di partenza dei visitatori e delle preferenze rispetto ai mezzi di trasporto. In questo post troverai tutte le informazioni necessarie per raggiungere l’isola famosa per la sua piazzetta, per la vita mondana, per i faraglioni e per gli splendidi scenari naturalistici che regala.

Come arrivare a Capri

Innanzitutto va precisato che a Capri si arriva necessariamente via mare con traghetto o aliscafo oppure, opzione davvero eccezionale, via elicottero. È possibile anche portare auto o moto, ma lo sbarco sull’isola dei mezzi a motore dei non residenti è consentito solo nel periodo invernale, grossomodo da novembre a Pasqua, ed è anche sconsigliato, perché c’è una sola strada destinata al traffico di veicoli e i trasporti pubblici sono ottimi.

I traghetti e gli aliscafi per Capri partono da Napoli e da Sorrento, ma in estate sono previste anche corse da Positano, Amalfi, Salerno e Ischia.

Come arrivare a Capri da Napoli con traghetto, nave veloce o aliscafo

Per arrivare a Capri da Napoli via mare i punti di riferimento sono due porti, precisamente il Molo Beverello e Calata Porta di Massa. Il Molo Beverello si trova lungo via Ferdinando Acton, davanti al maschio Angioino e poco distante Piazza Municipio.

Calata Porta di Massa è vicina al Molo Beverello, distante circa 400 metri.

Dal Molo Beverello partono gli aliscafi per Capri, mentre da Calata Porta di Massa partono invece le navi veloci e i traghetti. Le navi veloci e i traghetti sono più lenti e più economici rispetto agli aliscafi, ma sono gli unici che possono imbarcare auto o moto.

Per quanto riguarda il tempo del tragitto, grossomodo da Napoli a Capri un traghetto impiega 80 minuti, una nave veloce 50 minuti e un aliscafo solo 40 minuti.

L’elenco delle partenze da Napoli e degli arrivi da Capri è sempre ampio. È certamente una buona abitudine, visto che i trasporti via mare possono subire variazioni in caso di cattivo tempo, quello di controllare, anche a poche ore dall’imbarco, gli orari e altre informazioni attraverso i siti web delle compagnie marittime: precisamente di Caremar, NLG Navigazione Libera del Golfo e Snav. Quando il mare è agitato spesso vengono sospesi gli aliscafi ed è consentito il regolare servizio di traghetti e navi veloci.

Dalla stazione centrale di Napoli al porto

Raggiungere il Molo Beverello o Calata Porta di Massa dalla stazione centrale di Napoli, e quindi anche dal centro della città partenopea, è molto semplice. Bisogna sfruttare la linea 1 della metropolitana dalla vicinissima fermata Garibaldi, raggiungibile con un sottopassaggio, in direzione Piscinola. La fermata di riferimento è Municipio. All’uscita dalla metro ci si trova in Piazza Municipio, di fronte al Maschio Angioino e ad un centinaio di metri dal Molo Beverello. Calata Porta di Massa, come detto, è molto vicina al Molo Beverello.

In caso di bagagli ingombranti e difficili da trasportare è comunque consigliabile prendere uno dei numerosi taxi che sostano all’esterno della stazione centrale. Il costo per raggiungere il porto dovrebbe aggirarsi tra i 10 e i 15 euro.

Dall’aeroporto di Napoli al porto

Per quanto riguarda poi lo spostamento dall’aeroporto internazionale di Napoli al porto, non è possibile sfruttare una linea della metropolitana. In questo caso è conveniente ricorrere all’autobus o al taxi.

Per quanto riguarda l’autobus è disponibile, all’uscita dal terminale, l’Alibus, un bus che conduce al centro storico della città con tre fermate: a Piazza Garibaldi e poi a Calata Porta di Massa e alla stazione marittima, vicinissima al Molo Beverello. Il costo del biglietto è di 5 euro. Per quanto concerne invece il servizio taxi, molte auto bianche stazionano all’uscita dal terminal. Si consiglia in questo caso di optare per una tariffa predeterminata dall’aeroporto al porto. Il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 20 euro.

Come arrivare a Capri da Napoli in elicottero

Come anticipato, una soluzione esclusiva per arrivare a Capri è quella di spostarsi in elicottero. La società HoverFly divisione Sam fornisce un servizio di elitaxi da e verso Napoli, Roma e la Costiera Amalfitana. E tra le destinazioni c’è anche l’isola di Capri. I trasferimenti prevedono partenza e arrivo dall’eliporto di Damecuta ad Anacapri. Il tempo di viaggio Capri-Napoli è di soli 20 minuti. Il trasferimento può essere organizzato anche con l’aiuto del proprio hotel caprese.

Come arrivate a Capri da Sorrento con traghetto, nave veloce o aliscafo

Per arrivare a Capri da Sorrento via mare il porto dove imbarcarsi è quello di Marina Piccola. In questo caso la traversata fino all’isola dura poco meno di mezz’ora. Il porto di Sorrento è facilmente raggiungibile dal centro, con autobus o a piedi, seguendo le scale che partono da Piazza Tasso. Ovviamente anche in questo caso è consigliabile dare un’occhiata agli orari delle compagnie di navigazione, Caremar, NLG e Snav anche poche ore prima di mettersi in viaggio, per verificare eventuali cambiamenti.

Come arrivare a Capri da Ischia

È possibile arrivare a Capri anche da Ischia, la più grande delle isole del Golfo di Napoli. Sono previsti infatti dei collegamenti diretti tra le due località durante tutta la stagione turistica, precisamente da aprile fino ad ottobre. La società Alilauro ha garantito per i sette mesi una corsa al giorno da Ischia a Capri con partenza da Ischia in mattinata e ritorno nel pomeriggio.

Come arrivare a Capri da Procida

Per arrivare a Capri da Procida bisogna necessariamente fare scalo ad Ischia.

Ora che conosci tutte le alternative per arrivare a Capri non ti resta che goderti l’atmosfera rilassata della bellissima Isola campana.

Donato De Sena

Luoghi da visitare e guide per viaggiare