York: cosa vedere. Luoghi da non perdere e info utili

Da quando sono tornato dal viaggio nello Yorkshire non faccio altro che ricevere domande su cosa vedere a York.

La splendida città medievale d’Inghilterra ha attirato l’attenzione di tantissimi nostri follower su Instagram e su Facebook, e mi è sembrato carino scrivere un post su cosa visitare a York, in modo che tu possa sia farti un’idea delle bellezze della città, sia avere un mini guida da utilizzare per crearti l’itinerario di visita.

York è un luogo splendido, una città a misura d’uomo, comoda da girare a piedi e bella da ammirare in quel suo contrasto tra antico e moderno. Una città ricca di storia, di arte e di cultura, ma anche di negozi in cui fare shopping, sale da tè, ristoranti e pub in cui deliziare il palato con le specialità gastronomiche dello Yorkshire.

Prima di suggerirti cosa vedere a York voglio darti qualche indicazione storica in modo che tu possa inquadrarla al meglio, e anche qualche indicazione su come raggiungerla.

YORK: UN PO’ DI STORIA

York fu fondata dagli antichi romani nel 71 d.C., fu chiamata Eboracum e divenne la capitale della Britannia Inferior. La sua posizione strategica fu sfruttata sia per scopi militari che commerciali e la città prosperò fino al V secolo d.C., quando se ne andarono le legioni romani e fu lasciata alla distruzione dei Sassoni.

Nel VII secolo divenne sede di un arcivescovado, ma è solo a partire dal XII secolo che la città riprese a prosperare.

L’evento storico più importante risale alla seconda metà del 1400, e precisamente tra il 1455 e il 1485, ed è noto come la Guerra delle due rose – una lotta dinastica tra il casato degli York e quello dei Lancaster che garantì ai primi la corona inglese – che terminò con la pace dei Tudor.

La caduta degli York fece sprofondare la città in un periodo buio che durò fino al XVII secolo, quando risorse diventando la terza città d’Inghilterra dopo Londra e Norwich.

york cosa vedere 2

YORK: COME RAGGIUNGERLA

Il modo più semplice per arrivare a York dall’Italia è quello di prendere un volo per Leeds.

Dall’aeroporto di Leeds è poi possibile o noleggiare un’automobile come abbiamo fatto io e Valentina e raggiungere York in circa 45 minuti, traffico permettendo, o arrivarci in bus + treno.

Per raggiungere York dall’aeroporto di Leeds bisogna prima prendere il bus Flying Tiger 757 per il centro città, scendere alla fermata di City Square, raggiungere la stazione a piedi e prendere il Transpennine Express in direzione di Middlesbrough. Il tragitto complessivo dura circa un’ora e un quarto.

Per raggiungere York da Londra è invece possibile prendere il treno per Edimburgo dalla stazione di King’s Cross (due ore di tragitto), mentre dall’aeroporto di Manchester ci sono anche treni diretti Transpennine Express che ci impiegano circa un’ora e quarantacinque minuti.

Ora sei pronto a scoprire le sue meraviglie? Si parte!

COSA VEDERE A YORK: I LUOGHI DA NON PERDERE

The Shambles

viaggio yorkshire york

La prima cosa da vedere a York, soprattutto per avere subito un fortissimo impatto con la città, è la stradina  “The Shambles”, considerata come una delle strade medievali meglio conservate al mondo.

Si trova in pieno centro storico ed è caratterizzata da antiche case a graticcio risalenti al XIV-XV secolo, alla cui base si trovano negozi e sale da tè.

Il suo nome deriva dal sassone fleshammels, ossia strada del macellai, per via della presenza di numerosissime macellerie.

Notevole è la somiglianza con Diagon Alley di Harry Potter, e pare proprio che sia stata questa splendida strada a ispirare la Rowling durante la scrittura della famosa saga.

York Minster (Cattedrale di York)

york cosa vedere 4

I lavori per la costruzione della Cattedrale di York, il cui nome completo è Cathedral and Metropolitical Church of St Peter, iniziarono nel 1220 e terminarono nel 1473.

È uno degli edifici gotici più grandi del Nord Europa – seconda solo alla Cattedrale di Colonia – ha una forma a croce con tre navate, è lunga 160 metri, larga 76, e ha due torri gemelle alte 72 metri.

Fu realizzata con pietra calcarea dal colore bianco – crema ed è facile scorgerla tra le stradine del centro storico.

Ciò che più colpisce all’interno della Cattedrale sono le sue vetrate colorate, di cui alcune risalenti a prima del XII secolo, e realizzate in Germania dai migliori artigiani del periodo. Proprio nella cattedrale di York si trova la vetrata medievale più grade del mondo, la “Great East Window”, alta 23 metri e realizzata da John Thornton all’inizio del XV secolo.

City Walls

york cosa vedere 3

Tra le cose da vedere a York spiccano le antiche mura della città realizzate inizialmente dagli antichi romani, e ancora oggi percorribili a piedi.

Le mura sono intervallate da quattro porte principali (Monk Bar, Walmgate Bar, Micklegate Bar, Bootham Bar) e da due secondarie (Fishergate Bar e Victoria Bar).

Clifford’s Tower

L’antica prigione del castello di York fu costruita nel XIII a seguito dell’incendio del 1190 che devastò la precedente torre costruita in legno. È la parte più grande del castello ancora rimasta in piedi.

La torre in pietra fu prima utilizzata come tesoreria e in seguito come prigione ma, a seguito di un’esplosione interna avvenuta nel 1684, cessò di essere utilizzata per scopi militari.

Nel XIX secolo fu nuovamente utilizzata come prigione ma sin dagli inizi del XX secolo tornò alla città come monumento visitabile.

York’s chocolate story (museo del cioccolato)

viaggio yorkshire york

Non tutti sanno che York è una delle città più importanti al mondo per quanto riguarda la produzione di cioccolata. Proprio a York furono inventati prodotti come il Kit Kat, il Lion, le Smarties o gli After Eight, e il museo del cioccolato illustra tutta la storia della famiglia Rowntree e della sua dolcissima produzione, fino all’acquisizione da parte della Nestlé.

All’interno del museo è possibile partecipare a laboratori e vedere all’opera i mastri cioccolatieri.

Jorvik Viking Centre di York

Se vuoi fare un salto nel passato, e precisamente nel X secolo quando la città era dominata dai vichinghi, non puoi assolutamente perderti questo museo interattivo in cui vivere una vera e propria esperienza vichinga.

Tra i manufatti originali esposti nelle teche e fedeli ricostruzioni del villaggio vichingo, è possibile assistere a scene di vita animate da manichini a grandezza naturale.

Yorkshire Museum

Lo Yorkshire Museum di York ha quattro collezioni permanenti suddivise in: biologia, geologia, archeologia e astronomia.

La collezione archeologia ha quasi un milione di reperti che risalgono dal 500.000 a.C al XX secolo, la maggior parte dei quali risalenti al periodo romano, vichingo e medievale.

York Castle Museum

cosa vedere york

Il Museo del Castello di York è ospitato negli edifici carcerari che sono stati realizzati sul sito dell’antico castello nel XVIII secolo.

Al suo interno è possibile passeggiare per un’antica strada vittoriana, ammirare la collezione di giocattoli per bambini, sbirciare in camere d’epoca, guardare l’esposizione sulla vita dei carcerati e quella sulla prima guerra mondiale.

Museo Ferroviario Nazionale di York

Se sin da piccolo ti porti dietro la passione per i treni non puoi perdere il museo ferroviario di York in cui sono esposti oltre cento convogli, e considerato come il più grande museo dei treni al mondo.

Ospitato nel vecchio deposito di locomotive a vapore che si trova accanto alla stazione ferroviaria, espone anche le carrozze in cui hanno viaggiato la famiglia reale, e treni particolari come quello a vapore che nel 1938 ha stabilito il record mondiale nella sua categoria.

Tour dei fantasmi

York è una delle città al mondo con più presenze di fantasmi, e tanti sono i tour che conducono il curioso e coraggioso visitatore alla scoperta delle anime rimaste intrappolate tra le mura della splendida città medievale. Non ti resta che scegliere se farlo di giorno, di notte, a piedi o in bus.

Ora che sai cosa vedere a York non mi resta che augurarti un buon viaggio, vedrai, ti innamorerai di questo splendido angolo d’Inghilterra.

Musica video: Dreams https://www.bensound.com

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare