Come funziona Airbnb e tutti gli errori da evitare

Ultimamente io e Valentina, soprattutto per i nostri viaggi in Italia, stiamo soggiornando molto più spesso negli appartamenti che negli hotel, e dato che oramai abbiamo un po’ di esperienza a riguardo voglio parlarti di come funziona Airbnb e darti qualche suggerimento su come prenotare case vacanze evitando gli errori che potrebbero compromettere il tuo viaggio, facendo tesoro anche delle pochissime ma spiacevoli sorprese in cui siamo inciampati.

COME FUNZIONA AIRBNB: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PER PRENOTARE APPARTAMENTI E GLI ERRORI DA EVITARE

Cos’è Airbnb

Se non conosci Airbnb ti dico subito che si tratta del portale leader nelle prenotazioni di appartamenti, bed and breakfast e recentemente anche camere di hotel in qualsiasi parte del mondo, che permette di affittare stanze private o intere case per un breve o lungo periodo.

Il portale fu aperto nell’ottobre del 2007 da tre ragazzi statunitensi – Joe Gebbia, Brian Chesky e Nathan Blecharczyk – e la storia è talmente epica che voglio raccontartela brevemente. Joe e Brian si erano da poco trasferiti a San Francisco e si trovavano in difficoltà a pagare l’affitto per il loro alloggio. In quel periodo proprio a San Francisco era prevista conferenza annuale della Industrial Design Society of America e la disponibilità delle camere in hotel era pressoché esaurita. I due ragazzi pensarono bene di guadagnare qualcosina affittando posti letto nella loro abitazione e si fiondarono ad acquistare materassi ad aria (airbed). Due anni dopo avviarono la società con un sito che si chiamava originariamente airbedandbreakfast.com, abbreviato poi in airbnb.com.

Su Airbnb ciascun utente può sia prenotare una casa vacanze, sia mettere in affitto la propria diventando un host.

Ci sono sistemazioni per tutti i gusti e per tutte le tasche, dagli appartamenti di lusso a quelli più strani come ad esempio le case sull’albero, nelle barche o in eleganti tende, e si può scegliere un’intera casa o una singola stanza.

Su Airbnb è possibile anche prenotare esperienze come visite guidate, corsi di cucina, di yoga e di danza, tutto per rendere unico il proprio soggiorno.

Cos’è Airbnb Plus

Airbnb Plus è una nuova collezione di case vacanze di altissima qualità che vengono visitate di persona dai dipendenti del portale, che ne certificano lo standard valutando ben 100 caratteristiche.

Gli host Airbnb Plus hanno tutti recensioni super positive con un minimo di 4,8 stelle, che si impegnano al massimo per garantire all’ospite un soggiorno favoloso e confortevole.

Gli alloggi Airbnb Plus sono caratterizzati dal badge Plus sotto alla foto dell’annuncio.

Avventure Airbnb: viaggi di gruppo organizzati

Si tratta di un nuovo modo di viaggiare targato Airbnb: viaggi di gruppo organizzati da 2 a 10 giorni con prezzi a partire da $ 99, comprensivi di alloggio, pasti e attività, gestiti da gente del luogo.

Gli itinerari vengono studiati nei minimi dettagli da persone che conoscono a fondo le località da visitare e che inviano all’ospite addirittura la lista delle cose da mettere in valigia.

Per conoscere tutti i viaggi di gruppo disponibili bisogna collegarsi a questo link e:

  • o navigare tra le varie zone del mondo: Nord America, Sud America, Asia e Australia ed Europa
  • o cercare in base al proprio interesse: attività fisiche, attività culturali, animali, in acqua, culinarie
  • o scrollare la pagina controllando tutte le varie proposte.

Ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche. Si va dal viaggio in Alaska a bordo di slitte trainate dai cani all’avventura nel deserto del Sahara, dal safari alle Galapagos al campeggio nella giungla a Bali, fino al viaggio di sei giorni in Svezia per ammirare l’aurora boreale.

Airbnb Animali: esperienze uniche

Gli amanti della natura posso anche scegliere di vivere esperienze uniche a stretto contatto con gli animali: cavalli, pinguini, elefanti, pecore, volpi, delfini, cani, scimmie…

Un modo di vivere il viaggio che avvicina al mondo della natura e al rispetto degli animali, e che permette di vivere all’aria aperta da soli o con la propria famiglia. Il tutto seguendo le linee guida imposte dalla World Animal Protection.

Si può scegliere l’esperienza tra tre grandi aree:

  • osserva: per ammirare gli animali selvatici nel loro ambiente naturale
  • gioca: per vivere a stretto contatto con loro
  • ama: per prendersi cura degli animali (in questo caso il 100% del ricavato andrà ad associazioni di beneficenza).

Si va dal picnic con i maialini all’incontro con i delfini, dall’avvistamento delle balene allo snorkeling con le foche, passando per le giornate in spiaggia con i cani da soccorso, per il trekking con i lama, per la cura degli scimpanzè e mille altre attività che renderanno la vacanza ancora più indimenticabile.

Per consultarle tutte collegati qui.

Come funziona Airbnb

Per utilizzarlo bisogna innanzitutto iscriversi gratuitamente al portale.

Se vuoi iscriverti risparmiando subito € 25 sul tuo primo soggiorno ti suggerisco di farlo da questo link.

Una volta iscritto e aver completato la tua scheda inserendo le tue informazioni personali, sei pronto per scegliere la tua casa vacanze inserendo nella casella di ricerca la città e navigando tra le varie proposte.

 

prenotare casa vacanze airbnb

Dopo aver scolto la sistemazione di tuo gradimento dovrai solo cliccare sul pulsante Prenota e attendere che l’host accetti il tuo soggiorno.

Come scegliere la casa vacanze su Airbnb

La prima cosa da fare per scegliere la casa vacanze su Airbnb è quella di inserire più filtri possibili alla ricerca in modo da restringere il più possibile i risultati, ottenendo solo quelli più attinenti alle proprie esigenze.

Supponiamo di voler trascorrere una vacanza a San Teodoro, in Sardegna.

Scriviamo in alto il nome della località e clicchiamo sulla lente d’ingrandimento o sul tasto Invio. Otterremo in questo modo la schermata con tutte le case disponibili nella zona, mostrate anche su mappa.

prenotare casa vacanze airbnb (2)

Dobbiamo ovviamente filtrarle in base alle nostre necessità e andremo quindi ad impostare i filtri.

Scegliamo innanzitutto le date, il numero degli ospiti e – cosa importantissima – il tipo di alloggio, cioè se si vuole un’intera casa o una stanza privata.

come prenotare su airbnb

È possibile restringere ulteriormente la ricerca impostando il prezzo minimo e massimo che si è disposti a spendere.

Io ti consiglio però di andare ad impostare altri parametri cliccando sulla casella Più Filtri che trovi in alto a destra, dove potrai scegliere la composizione della casa, filtrare le case vacanze in base ai servizi per te importanti come ad esempio la presenza della cucina, dell’aria condizionata, del wi-fi, della tv o della colazione, dei servizi inclusi come ad esempio il parcheggio, e delle regole della casa come ad esempio la possibilità di portare il proprio animale domestico o la possibilità di fare feste.

come prenotare casa vacanze airbnb (3)

Consigli per evitare problemi su Airbnb

Una volta scelta la tua casa vacanze su Airbnb, prima di prenotare, ti consiglio di:

  • leggere con attenzione la scheda della casa e le sue regole come l’orario di check-in e check-out, e le modalità per un’eventuale cancellazione della prenotazione
  • verificare i termini per la cancellazione della prenotazione
  • leggere attentamente tutte le recensioni, e soprattutto le risposte date dall’host alle recensioni negative
  • toglierti qualsiasi dubbio cliccando sul pulsante Contatta l’Host che trovi nello spazio dedicato a colui che affitta la casa con la sua biografia, e fare tutte le domande che ti vengono in mente come ad esempio se all’interno della casa troverai lenzuola e asciugamani, o se c’è un parcheggio nelle vicinanze, insomma “verba volant e scripta manent” dicevano i latini. Tutte le conversazioni effettuate su Airbnb utilizzando gli appositi strumenti verranno conservate dal portale stesso e l’host non potrà negare di aver dichiarato un qualcosa non corrispondente alla realtà dei fatti.

Il comunicare solo ed esclusivamente tramite gli strumenti messi a disposizione da Airbnb è fondamentale e ti spiego anche il perché.

La mia unica esperienza negativa: imparare dagli errori

Purtroppo la mia prima esperienza su Airbnb non è stata delle migliori, ho avuto la sfortuna di beccare il furbetto di turno che mi ha rovinato un weekend al mare.

La colpa però è stata la mia per due motivi ben precisi:

  • mi sono fidato di un appartamento nuovo senza recensioni (ma questo non vuol dire nulla perché ovviamente chi mette in affitto per la prima volta la casa non ha ovviamente recensioni, ma il mio era un caso diverso, sfigato)
  • quando ho riscontrato problemi non ho utilizzato gli strumenti comunicativi di Airbnb.

Ti spiego brevemente cosa mi è successo.

Il giorno prima della partenza fui contattato telefonicamente dall’host il quale mi disse che per problemi al sistema fognario non poteva più darmi l’appartamento da me scelto ma che ne aveva disponibile un altro ancora più bello. Io contento dell “ancora più bello” mi fidai e accettai. Una volta arrivato in loco trovai un appartamento piccolissimo e non corrispondente a quanto da me richiesto, e non solo, contrariamente a quanto mi fu assicurato, il parcheggio per l’automobile era a circa un chilometro di distanza e non sotto casa. Mostrai subito le rimostranze alla signora che mi consegnò le chiavi, la quale mi disse di contattare il proprietario in quanto lei non c’entrava nulla. Telefonai al tizio che con estrema gentilezza si scusò dando la colpa alla signora, e mi disse che il giorno successivo mi avrebbe trovato una sistemazione migliore. Il giorno seguente cambiammo appartamento e andammo in uno peggiore del precedente. Richiamai l’host che si scusò nuovamente dicendo di essere il titolare di una grossa società che affittava case, che la colpa era della sua dipendente e che mi avrebbe rimborsato tutto il costo del soggiorno. Questo purtroppo tutto via telefono, senza nulla di scritto, e senza passare per il portale. Ovviamente io non fui mai rimborsato, anche perché il tutto andò oltre i tempi massimi per richiedere il rimborso tramite Airbnb.

Per questo ti dico che per qualsiasi tipo di comunicazione devi servirti del sistema di messaggistica di Airbnb e di segnalare immediatamente al portale qualsiasi tipo di problema o incongruenza rispetto a quanto pattuito.

Fortunatamente tutte le altre volte che ho soggiornato in case vacanze prenotate su Airbnb mi sono sempre trovato benissimo, ma la sfiga della prima volta mi ha fatto tenere gli occhi ben aperti.

Come funzionano i pagamenti su Airbnb

Il pagamento del soggiorno su Airbnb viene effettuato o tramite carta di credito o tramite Paypal. Il portale non comunica all’host i dati della tua carta garantendoti un pagamento sicuro. Sarà poi Airbnb a girare la somma all’host.

Come cancellare una prenotazione su Airbnb

I termini della cancellazione variano da host a host, c’è chi ha termini di cancellazione rigidi come ad esempio “entro 30 giorni dal soggiorno” e chi invece permette la cancellazione entro le 24 ore precedenti.

Una volta accertato di essere nei termini giusti dovrai solo entrare nel dettaglio della tua prenotazione ed esercitare il tuo diritto.

Come risparmiare su Airbnb guadagnando crediti

Il portale permette di guadagnare crediti facendo iscrivere i propri amici, per maggiori dettagli ti rimando al post sul Codice sconto Airbnb.

Ricapitolando, Airbnb è un ottimo portale per cercare una casa vacanze anche per un solo giorno, bisogna solo essere particolarmente accorti e puntigliosi nella scelta.

Tu hai mai avuto esperienze di soggiorno con Airbnb? Come ti sei trovato?

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Ora lo trovi ogni domenica alle 14 su Radio Capital. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019.