Vacanza a Bellaria – Igea Marina: non solo mare. Guida completa

Quando si pensa a Bellaria – Igea Marina, e più in generale alla Riviera Romagnola, la mente vola subito alle spiagge e alla movida. Ma tante sono le cose da fare per chi cerca una vacanza che sappia coniugare al meglio il relax al mare, lo sport, il divertimento ma anche le visite culturali e l’enogastronomia.

Io, Valentina e il piccolo Nicholas ci siamo stati dal 23 al 27 giugno 2021 e sono pronto a raccontarti la nostra esperienza. Vedrai, di cose ne abbiamo fatte tante, una più bella dell’altra!

BELLARIA – IGEA MARINA: COSA FARE PER TRASCORRERE UNA VACANZA INDIMENTICABILE

andrea petroni cabine bellaria igea marina

Bellaria – Igea Marina si trova tra Rimini e Cesenatico, e a dire il vero fino a metà degli anni Cinquanta del secolo scorso Bellaria, Igea Marina e Bordonchio erano delle frazioni di Rimini. Dal 1956 sono state raggruppate formando un comune a sé stante.

Il centro di Bellaria è graziosissimo e nelle serate estive, quando i negozi e i locali restano aperti fino a tarda notte, si riempie di villeggianti e di gente del posto che rendono l’atmosfera particolarmente festosa.

Ma è anche in posizione ottimale per andare alla scoperta di tutte le bellezze della Romagna, dal mare ai colli.

Le spiagge

Partiamo dal mare. Bellaria – Igea Marina si è aggiudicata anche per il 2021 l’ambitissima Bandiera Blu per la qualità dei servizi e delle spiagge.

Le spiagge sono favolose. Spaziose e ben organizzate anche per le famiglie, hanno tutto quello che serve a grandi e a piccini per divertirsi e rilassarsi. Scivoli, altalene, tavoli da ping pong, campi da beach volley, bar…e anche un comodo servizio di deposito giochi e gonfiabili tanto caro ai genitori che evitano in questo modo di incollarsi tutti i giorni secchielli, palette e materassini. Cosa assolutamente da non sottovalutare per chi come noi ha bambini piccoli è il fondale basso per diversi metri dalla battigia, il che rende più sicuro il loro bagnetto.

Noi siamo stati sia alla Spiaggia 41 e 42 che si trova proprio davanti all’hotel Augusta in cui abbiamo alloggiato, che al Polo Est Village a Igea Marina, accanto al porto.

valentina venanzi spiaggia 41 42 bellaria igea marina

valentina venanzi a spiaggia bellaria igea marina

L’accurata pulizia degli stabilimenti balneari, l’accoglienza e la gentilezza degli operatori sono elementi che ci hanno piacevolmente sorpresi, il tutto reso ancora più speciale dai sorrisi smaglianti degli operatori, dalla loro educazione e dalla disponibilità nel cercare di esaudire ogni richiesta del bagnante.

Al Polo Est Village abbiamo fatto una divertente lezione di sup sul quale – in sicurezza e con il giubbotto di salvataggio – abbiamo portato anche Nicholas che si è divertito e rilassato al punto che si è addormentato sdraiato sulla tavola in mezzo al mare. Al Polo Est abbiamo anche consumato ottimi pasti con i piedi sulla sabbia, tra eventi speciali cui la serata romagnola con piatti tipici della tradizione locale con accompagnamento dell’immancabile liscio in memoria del mitico Raoul Casadei.

valentina venanzi sup bellaria igea marina

Cosa vedere e cosa fare a Bellaria – Igea Marina

Le due parti della città, Bellaria e Igea marina, sono separate dal fiume Uso sul quale si sviluppa il porto e in cui vengono ormeggiate sia le moderne barche dei pescatori che le antiche imbarcazioni chiamate Bragozzo. Lungo le rive del fiume – lato Igea Marina e verso il Polo Est Village – vi è un’interessantissima mostra gratuita permanente sulle tradizioni marinaresche con manichini a grandezza naturale abbigliati con abiti tradizionali.

porto bellaria igea marina

imbarcazione tradizionale bellaria

Oltre alle spiagge, nella zona di Bellaria ti consiglio:

  • di visitare la Torre Saracena costruita nel XVI secolo per difendere la città dagli attacchi dei pirati turchi, e oggi museo del mare e delle conchiglie (in via Torre, 75)
  • di fare una bella passeggiata per la zona pedonale “Isola dei Platani“, in pieno centro storico, in cui ci sono negozi, ristoranti, bar e gelaterie aperti d’estate fino a tarda notte
  • di concederti una bella escursione lungo la costa a bordo della motonave Super Tayfun. Conoscerai tante curiosità sulle località che costeggerai (tra cui Rimini) e mangerai ottimi piatti a base di pesce cucinati al momento. Potrai scegliere tra escursioni diurne, pomeridiane e serali.

super tayfun bellaria igea marina

Nella zona di Igea Marina – così chiamata agli inizi del ‘900 quando Vittorio Belli diede il nome di Igea (figlia di Asclepio dio greco della medicina) a un villaggio vacanze tra il fiume Uso e la Torre Pedrera, e Marina aggiunta quando furono installate verso il mare colonie estive per i bambini – ti consiglio:

  • una bella passeggiata per il centro storico
  • un po’ di relax al Parco del Gelso, il più grande parco cittadino con un bel laghetto e tanti giochi per i bambini. Ci sono addirittura i dinosauri!

Se vuoi divertirti o far divertire i tuoi figli ti suggerisco di noleggiare un risciò a pedali e girare la città a bordo di questo particolarissimo mezzo. Nostro figlio Nicholas si è divertito tantissimo!

Se cerchi spot instagrammabili per fare un figurone con i tuoi follower su Instagram segnati invece questi posti:

  • le cabine colorate prima della spiaggia nei pressi dell’Hotel Villa Sole
  • poco fuori dell’ingresso della Spiaggia 41 e 42 al tramonto (praticamente di fronte all’Hotel Augusta), quando al mare non ci sarà più nessuno e gli ombrelloni saranno chiusi. Posizionandoti con le spalle alla passerella in legno che porta al mare avrai ai lati gli ombrelloni, dietro di te il mare e la colonnina del bagnino. Un bel colpo d’occhio.
  • il Parco del Gelso
  • i campi di girasole che troverai a Bellaria oltre la ferrovia.

A proposito di Instagram, ti aspetto anche sul nostro profilo @vologratis, e a questo link troverai le Stories che abbiamo realizzato durante la nostra vacanza a Bellaria – Igea marina.

Cosa fare e cosa vedere nei dintorni di Bellaria – Igea Marina

Tantissime sono le cose da fare e da visitare nei dintorni di Bellaria – Igea Marina. Tra parchi divertimento, borghi e aree naturalistiche avrai l’imbarazzo della scelta.

Noi durante questa vacanza abbiamo visitato il bellissimo borgo di Santarcangelo di Romagna, la Salina di Cervia e ilcentro storico di Rimini.

A Santarcangelo, considerato come il cuore della Romagna, bisogna assolutamente visitare:

  • l’Antica Stamperia Marchi che dal 1633 stampa a mano su tela motivi dell’arte romagnola, e che realizza a mano anche tutti gli stampi intarsiandoli con una precisione maniacale
  • la grotta monumentale che fa parte delle grotte scavate nel sottosuolo della città, disposte su tre piani, il cui utilizzo nei secoli rimane un mistero. Si sa per certo che furono utilizzate come depositi, soprattutto per conservare il vino Sangiovese grazie alla temperatura che si mantiene costante sui 12/13 °C, e come rifugio durante la Seconda Guerra Mondiale. Un luogo molto suggestivo ma anche piacevolissimo d’estate per via del suo microclima
  • la Rocca Malatestiana risalente al 1447 e la Torre Civica ricostruita nel 1883.

andrea petroni santarcangelo di romagna

Sempre a Santarcangelo abbiamo pranzato alla Sangiovesa con tigelle, salumi, formaggi, un bel piatto di lasagne e un buon bicchiere dell’immancabile vino Sangiovese. Una bontà! È una cittadina deliziosa con scorci pittoreschi, non ti deluderà, ne sono convinto.

Se dopo la visita di Santarcangelo vorrai concederti una degustazione di vino, un aperitivo o una cena in un luogo stupendo, ti consiglio la Tenuta Saiano che dista circa 14 km dallo splendido borgo romagnolo. Ti ritroverai in una fantastica ambientazione bucolica con un antico casale ristrutturato, circondato da un curassimo prato e da vigne con addirittura una casa sull’albero in cui fare una cena romantica, una vista pazzesca sulla Repubblica di San Marino e di lato, in alto, il Castello di Montebello a Torriana legato alla leggenda di Azzurrina, la bambina albina scomparsa nel nulla il cui fantasma si aggira ancora oggi tra le stanze del maniero.

tenuta saiano

Un’escursione che proprio non devi perderti è quella alla Salina di Cervia, possibilmente al tramonto. A bordo di una barca a motore elettrico, accompagnati da una guida ambientale, siamo andati alla scoperta dell’ecosistema della salina che produce il famoso sale marino integrale artigianale di Cervia, presidio slow food. Muniti di binocolo datoci in dotazione dalla guida, abbiamo ammirato le tante specie di uccelli che popolano la salina. Non siamo riusciti ad avvistare i fenicotteri rosa ma in compenso abbiamo assistito a uno dei tramonti più suggestivi della nostra vita.

salina cervia tramonto

Altra cosa che ti consiglio di fare è un bel tour in bici per il centro storico di Rimini. Noi le abbiamo noleggiate al Bike Park (volendo si possono noleggiare biciclette elettriche da Emotion Bike) e abbiamo fatto una bellissima passeggiata per la città  e per il suggestivo Borgo San Giuliano, l’antico borgo dei pescatori tanto caro a Federico Fellini, caratterizzato da colorate casette basse e dai numerosi murales che raccontano personaggi locali e i protagonisti dei capolavori cinematografici del grande maestro.

andrea petroni borgo san giuliano rimini

È sbagliatissimo pensare a Rimini solo per le sue spiagge, per le discoteche e per la movida. La città ha tanto altro da offrire e da mostrare ai vacanzieri: c’è il bellissimo ponte romano di Tiberio sul fiume Marecchia costruito tra il 14 e il 21 d.C., il tempio Malatestiano ossia il Duomo realizzato da Leon Battista Alberti e contenente all’interno un crocifisso di Giotto e un dipinto di Piero della Francesca, la Piazza Tre Martiri in cui si sviluppava l’antico foro romano e in cui si trova il cippo sul quale Giulio Cesare pronunciò la famosa frase “il dado è tratto”, l’Arco di Augusto costruito nel 27 d.C., Piazza Cavour con la fontana della Pigna, il trecentesco Palazzo del Podestà e il Teatro Comunale, e l’antica abitazione romana chiamata Domus del Chirurgo.

ponte tiberio rimini

Dove soggiornare

Noi ci siamo trovati benissimo all’Hotel Augusta, a Bellaria. Posizionato davanti alla spiaggia, proprio di fronte alla Spiaggia 41-42, e a una manciata di minuti a piedi dal centro e dall’Isola dei Platani di cui ti ho parlato all’inizio di questo post. Camera pulita e spaziosa, un balconcino con vista mare e un comodissimo parcheggio per le automobili posto proprio dietro all’ingresso principale.

Buona vacanza!

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia". A fine giugno 2021 uscirà il suo nuovo libro tutto dedicato ai luoghi più insoliti, segreti e curiosi di Roma.