Dormire in aereo: i metodi giusti e i trucchi per riposare

come dormire in aereo

Come si fa a dormire in aereo? Te lo sarai chiesto tante e volte e, magari, avrai anche sperimentato varie tecniche. Sulla carta sembra davvero difficile: spazi ristetti, sedili solo minimamente reclinabili, persone che devono chiedere di passare anche se dormi, le luci dai finestrini, gli annunci del personale di bordo. In poche parole? Un vero incubo!

Non deve per forza essere così però, chiariamoci subito.

Ci sono indubbiamente una serie di trucchetti utili e di metodi giusti per farsi un bel sonno tranquillo e riposante anche ad alta quota. Vediamo insieme come dormire in aereo senza essere disturbati e godendo di un dolce riposo in modo da arrivare riposati a destinazione.

Dormire in aereo: come fare sogni d’oro in alta quota

Ci sono molti trucchi per dormire in aereo e garantirsi un sonno ristoratore prima di atterrare nella meta del tuo prossimo, fantastico viaggio. Partiamo dal presupposto che, soprattutto nei voli di lunga durata, dormire è fondamentale; il tempo scorre più velocemente e, quale che sia la tua destinazione, scenderai dal velivolo riposato e in forma per cominciare la tua nuova avventura. Vediamo allora una serie di consigli per dormire come un ghiro per tutta la durata del volo.

Portare oggetti familiari alla tua routine del sonno

Ognuno di noi segue una routine precedente al momento di coricarsi. C’è chi beve una tisana rilassante e poi si lava i denti, chi legge e chi non può dormire senza una specifica coperta o il suo cuscino preferito. Il consiglio per favorire il sonno è portarsi in aereo gli oggetti necessari in questo senso, quelli più familiari che ci aiutano a prendere sonno nella nostra routine quotidiana.

Porta però con te i tappi per le orecchie e una mascherina per prevenire qualsiasi evenienza, in mancanza chiedili al personale di bordo.

Scegliere la posizione giusta

Per godere di un sonno di qualità quando si vola è importante scegliere la posizione giusta. complicato, dirai tu. Niente spazio per le gambe, dormire seduti, la testa che cade di lato…sembra quasi impossibile. Ci sono però un paio di posizioni e di trucchi utili in questo senso. Innanzitutto partiamo dai vantaggi che comporta scegliere il posto vicino al finestrino: potrai regolare la luce che entra dal finestrino, usare la parete come appoggio e non essere mai disturbato quando qualcuno ha necessità di alzarsi. L’altra posizione perfetta è quella che prevede di utilizzare il tavolino come appoggio. Sarà sufficiente aprirlo, poggiare sopra qualcosa di morbido (zaino, sciarpa, giacca) e appoggiarci sopra testa e braccia.

Fai però attenzione a una cosa: il tavolino è uno degli oggetti più sporchi, prima di di appogiartici sopra pulisci la superficie con salviettine igienizzanti. A tal proposito leggi la guida Igiene in aereo e in aeroporto: attento a queste cose.

Reclina più che puoi la poltrona accertandoti però che il passeggero dietro di te non abbia il tavolino aperto con cibo e bevande. L’educazione prima di tutto.

Attenzione alla quantità di cibo ingurgitata

Mangiare o non mangiare? Spesso e volentieri ci si dice che mangiare tanto concili il sonno, eh? Sbagliato! In aereo è bene mangiare solo e soltanto quando si avverte lo stimolo della fame e non guardando l’orologio. Il vino può essere propedeutico se bevuto in piccole quantità e, manco a dirlo, il caffè va preso solo prima dell’atterraggio. Tanto diciamolo, hai mai bevuto un buon caffè in volo? Io mai, tanto vale non berlo affatto.

Comunica di non voler essere disturbato

Se hai intenzione di schiacciare un pisolino e non hai voglia di mangiare avverti di ciò il personale di bordo, in questo modo non sarai disturbato quando passeranno a consegnare il pasto e le bevande.

Farmaci per il sonno si o no?

Chi vola spesso lo sa bene: esistono una serie di farmaci che necessitano la prescrizione medica, certo, ma ce ne sono altrettanti che vengono venduti in farmacia senza necessità di ricetta. Ha senso utilizzare i farmaci che favoriscono il sonno? Anche se si cade preda dell’ansia sarebbe meglio evitare. La prima ragione è che, in caso di necessità per un atterraggio di emergenza, si rischia di essere storditi e non comprendere bene come procedere; oltre a questo alterare il ciclo sonno veglia può portare a conseguenze spiacevoli dopo, soprattutto se il fuso orario della destinazione è molto diverso dal fuso orario di partenza.

Regolati con il fuso orario

Un altro suggerimento che mi sento di darti è quello di iniziare sin dal volo a regolare il tuo sono con il fuso orario del Paese in cui trascorrerai la tua vacanza, e non soffrire poi all’arrivo dei fastidi derivati dal jet lag.

Regola subito il tuo orologio con l’orario del Paese di destinazione e regolati di conseguenza per il sonno.

Mettiti comodo

Togliti le scarpe, porta con te un paio di calzini da indossare sopra ai tuoi, e lascia che il piede respiri. Mi raccomando però, per andare in bagno indossa nuovamente le scarpe. Ho visto passeggeri andare in bagno scalzi…

Leggi un libro o guarda un film

Porta con te un buon libro e leggine qualche pagina. Rilassandoti, aiutato anche dalle vibrazioni del velivolo, concilierai il sonno. Se non ami leggere guarda un film, magari uno di quelli lenti da abbiocco immediato.

Porta con te una felpa o un maglioncino

In aereo fa quasi sempre freddo. Per dormire sereno porta con te un maglioncino da indossare e copriti con la coperta che ti verrà data in dotazione dalla compagnia aerea.

Vedrai, mettendo in pratica questi suggerimenti per dormire in aereo il tuo prossimo volo scivolerà liscio come l’olio.

Buon viaggio!