Museo Egizio a Torino: orari, costo del biglietto, come arrivare

museo egizio

Come il Museo Nazionale del Cinema anche il Museo Egizio è una tappa molto interessante, da consigliare, per i visitatori della città di Torino. Si tratta del museo egizio più antico a livello mondiale, considerato, per la quantità e il valore dei reperti, il più importante in assoluto dopo quello del Cairo. È uno dei musei più apprezzati e visitati d’Europa.

Museo Egizio a Torino

Il museo Egizio di Torino fu fondato nel 1824, voluto dal re Carlo Felice, che acquistò una collezione di oltre 8mila pezzi tra statue, sarcofaghi, mummie, papiri, amuleti e monili. Oltre alle antichità egiziane, erano presenti anche reperti romani, preromani e preistorici, insieme ad una sezione di storia naturale. Sin dalla fondazione ha avuto sede nel palazzo denominato ‘Collegio dei Nobili’, costruito dal 1679.

Cosa vedere

La collezione del museo oggi è vastissima: sono presenti oltre 37mila pezzi che coprono una vasto arco temporale: dal paleolitico all’epoca copta. Dagli anni ’80, anche per un aumento del numero di visitatori, è stato necessario programmare un nuovo percorso di visita con nuovi spazi espositivi. Sono state sfruttate ampie sale sotterranee, dedicate alle attività archeologiche ad Assiut, Qau el-Kebir e Gebelein. Al piano terreno, è stata recuperata una grande sala destinata a accogliere le antichità dell’Età Predinastica e dell’Antico Regno. L’ultimo intervento ha rifunzionalizzato gli spazi, il percorso museale, che è articolato su cinque piani espositivi, e le dotazioni impiantistiche. Ad aprile 2015 il museo è stato riaperto dopo oltre tre anni di lavori.

Tra i reperti di maggior valore del Museo Egizio ci sono sicuramente la tomba intatta di Kha e Merit e il tempio rupestre di Ellesija, ma dal punto di vista storico probabilmente il più importante è il Canone Reale, conosciuto come Papiro di Torino, una delle più importanti fonti sulla sequenza dei sovrani egizi di cui elenca, in ieratico, la successione, l’età, e gli anni di regno. Un valore enorme hanno poi anche le statue delle dee Iside e Sekhmet e quella di Ramesse II, che furono scoperte nel ‘700 da Vitaliano Donati, nel tempio della dea Mut a Karnak, villaggio sulle sponde del Nilo.

Un video caricato sul canale YouTube del Museo Egizio è utile per rendersi conto della bellezza della collezione:

 

I giorni di apertura e gli orari

Il Museo Egizio è aperto tutti i giorni, dal lunedì alla domenica. L’orario di apertura cambia leggermente. Il lunedì il museo è aperto dalle ore 9.00 alle 14.00. Dal martedì alla domenica invece dalle 9.00 alle 18.30. La biglietteria chiude un’ora prima.

Talvolta sono previste aperture speciali, con l’orario di chiusura che può slittare anche alle 21.00 o alle 22.00. Per conoscerle bisogna controllare le informazioni disponibili sul sito.

Il costo del biglietto

Per quanto riguarda il prezzo da pagare per l’ingresso, il biglietto intero costa 15 euro. Il biglietto ridotto invece può costare 11 o soli 2 euro. Quello per i visitatori da 15 a 18 anni e per i giornalisti con tessera valida costa 11 euro. Quello per i visitatori da 6 a 14 anni ha un prezzo di 2 euro.

Ma prezzo del biglietto è estremamente basso anche per le scuole. È di un euro per i gruppi scolastici da 6 a 14 anni di elementari o medie e per due insegnanti accompagnatori. È di 4 euro per i gruppi scolastici delle scuole superiori e per due docenti in accompagnamento.

È previsto anche un ingresso gratuito per i bambini fino a 5 anni o per gli invalidi con invalidità certificata uguale o superiore al 74% e un loro accompagnatore. Ingresso gratis anche per i membri dell’Icom, l’International Council of Museums, la più grande organizzazione internazionale che rappresenta i Musei e i suoi professionisti, e per i titolri di un Abbonamento Musei Torino Piemonte o di una Torino+Piemonte Card.

Come arrivare

Il Museo Egizio si trova nel cuore della città di Torino. L’indirizzo è via Accademia delle Scienze 6. Per arrivarci è ovviamente consigliabile salire sui mezzi pubblici.

Sono numerose le linee di autobus e tram di cui servirsi. Nel dettaglio: le linee 4 e 15 con fermata Bertola 247, le linee 58, 58B, 11, 55 e 57 con fermata Bertola 1642, le linee 72 e 72B con fermata Bertola 2179, le linee 13, 56 e 51 con fermata Bertola 469, la linea 27 fino al capolinea Bertola 1632, le linee 13, 15, 55 e 56 con fermata Castello 471 e infine la linea 7 fino al capolinea Castello 409, che però è in servizio solo il sabato, la domenica e i festivi.

Per quanto riguarda la metropolitana il punto di riferimento è la fermata Porta Nuova della linea 1. Poi da Porta Nuova è possibile raggiungere il museo Egizio in 10-15 minuti a piedi procedendo per via Roma o via Lagrange. In alternativa si può prendere l’autobus della linea 58 o 58B e scendere alla fermata Bertola 1642 o il tram 4 scendendo alla fermata Bertola 247.

Stesse indicazioni per chi si muove dalla stazione ferroviaria Porta Nuova. Per arrivare al museo bisogna camminare per 10-15 minuti o servirsi delle linee di bus 58 e 58B o del tram 4.

Per chi si sposta dalla stazione ferroviaria Porta Susa, infine, si può giungere al museo dopo aver camminato per 20-25 minuti. In alternativa si possono utilizzare i mezzi pubblici. Per quanto riguarda i bus da Porta Susa bisogna servirsi delle linee 51, con fermata Bertola 469, della linea 56, con fermata Castello 471, della linea 57, con fermata Bertola 1642, delle linee 72 e 72B con fermata Bertola 2179. Il tram che conduce è il numero 13, con fermata Castello 471.

Naturalmente i visitatori che ritengono utile seguire i propri spostamenti in città sul display del proprio smartphone o tablet possono servirsi delle app con cartine e sistema gps che trasformano il proprio dispositivo in un vero e proprio navigatore satellitare. Questa la mappa da Google Maps:

LEGGI ANCHE:
Museo di Capodimonte a Napoli
Museo del Prado a Madrid
Museo del Louvre a Parigi

I contatti

Per quanto concerne i contatti, per le informazioni e le visite guidate su prenotazione bisogna telefonare al numero 011.4406903 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@museitorino.it. È possibile chiamare dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

Donato De Sena

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare