Patente internazionale: tutto quello che devi sapere

patente internazionale

Ciao viaggiatore, se sei capitato su questo articolo del mio blog di viaggi è sicuramente perché stati programmando un viaggio on the road e stai cercando informazioni sulla patente internazionale.

Per guidare all’estero bisogna rispettare le regole previste da ogni Paese e che variano da Stato a Stato, è quindi buona norma conoscerle anche perché non in tutti i Paesi è sufficiente la propria patente di guida italiana. Sì, soprattutto nei Paesi al di fuori dell’Unione Europea è molto probabile che ci sia l’obbligo di munirsi della patente internazionale  chiamata in gergo tecnico permesso internazionale di guida.

In questo articolo troverai tutte le informazioni utili sulla patente internazionale: cos’è, come funziona, come richiederla, quanto costa e soprattutto quanto tempo ci vuole per ottenerla.

Sei pronto per partire alla scoperta del mondo a bordo di un’automobile? Io ho fatto tanti viaggi on the road e ti posso assicurare che la libertà di muoversi a proprio piacimento, fermandosi dove e quando si vuole, e soprattutto senza orari fissi, ti permette di godere al meglio del viaggio e del luogo che si sta visitando.

Si parte!

patente guida internazionale

PATENTE INTERNAZIONALE: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PER GUIDARE ALL’ESTERO

La patente di guida internazionale, o meglio il permesso internazionale di guida (PIG), è quel documento che dà diritto al titolare di poter guidare un veicolo a motore nei Paesi in cui tale documento è riconosciuto, che deve però essere sempre affiancato alla patente di guida regolare rilasciata dal proprio Paese di appartenenza.

Si tratta in pratica della traduzione della patente di guida italiana.

Guidare in Europa: c’è bisogno della patente internazionale?

No. Per guidare nei Paesi dell’Unione Europea, negli altri Paesi Europei (ad esclusione della Russia) e negli Stati Uniti d’America non c’è bisogno della patente internazionale, va benissimo la patente italiana

La traduzione della propria patente non è nemmeno necessaria per guidare:

  • in Svizzera
  • in Marocco (per massimo tre mesi dall’ingresso nel Paese)
  • in Turchia
  • nel Kazakistan
  • negli Stati Uniti.

Quindi se hai in programma ad esempio un viaggio on the road in Irlanda, in Francia, in Scozia, in Germania o in qualsiasi altro Paese dell’UE – ma anche in California, in Nevada o in Texas – potrai tranquillamente guidare con la tua patente di guida italiana senza dover richiedere la patente internazionale.

Quando bisogna richiedere la patente internazionale?

La patente internazionale va richiesta quando si deve guidare in Paesi extra-europei.

Per sapere se nello Stato in cui ti recherai c’è bisogno della traduzione della patente devi consultare il sito Viaggiare Sicuri, selezionare il Paese di tuo interesse e scegliere la voce “Mobilità”.

Ipotizziamo ad esempio di dover fare un viaggio on the road in Messico e di dover quindi noleggiare un’automobile.

Per sapere se in Messico è richiesta la patente di guida internazionale devi collegarti al sito web della Farnesina, cercare il Messico inserendo il nome nell’apposita casella “cerca il Paese” e cliccare poi su Mobilità.

patente internazionale (2)
Come vedi nella sezione Patente (da me cerchiata in rosso) si parla di patente internazionale modello convenzione di Ginevra 1949 o Vienna 1968.

In alcuni Stati, come nell’esempio precedente, sono valide entrambe. In alcuni solo una delle due.

Vediamo subito di cosa si tratta e quali sono le differenze tra la convenzione di Ginevra 1949 e quella di Vienna 1968.

Patente di Guida Internazionale modello convenzione di Ginevra 1949

La patente internazionale ottenuta con il modello convenzione di Ginevra 1949:

  • è valida per un solo anno dalla data di rilascio
  • ha un costo di € 42,20
  • si richiede o alla Motorizzazione Civile o all’ACI
  • viene rilasciata in genere dopo circa 2 settimana dalla richiesta.

Per capire se nel Paese in cui ti recherai è valida la convenzione di Ginevra o quella di Vienna devi consultare sempre il sito Viaggiare Sicuri.

Comunque alcuni Paesi riconoscono valida solo la patente internazionale conforme al modello Ginevra 1949, come ad esempio gli Stati Uniti, altri entrambe.

Patente Internazionale modello convenzione di Vienna 1968

La patente di guida internazionale secondo il modello della convenzione di Vienna 1968:

  • è valida per tre anni (o meno di tre se la tua patente scadrà prima dei tre anni, si conformerà quindi alla scadenza della tua patente italiana)
  • ha un costo di € 42,20
  • si richiede o alla Motorizzazione Civile (Uffici periferici del Dipartimento per i Trasporti Terrestri) o all’ACI
  • viene rilasciata dopo circa due settimane dalla richiesta.

 Come richiedere la patente internazionale

Per richiedere la patente internazionale devi:

  • capire innanzitutto a quale delle due convenzioni ha aderito il Paese in cui ti recherai, proprio come ti ho spiegato poco fa
  •  compilare il modello TT 746 per la patente internazionale che trovi o negli uffici della Motorizzazione Civile o direttamente a questo link
  • pagare due bollettini postali precompilati di € 10,20 (sul c/c 9001 e intestato a Tesoreria Prov.le della Provincia di … M.C.T.C.) e di € 16 (sul c/c 4028 intestato a Direzione Generale M.C.T.C. – Imposta di Bollo Roma) – non c’è bisogno della causale
  • acquistare una marca da bollo da € 16 (che va poi apposta sulla patente internazionale)
  • farti scattare due fototessere e fartene autenticare una
  • recarti alla Motorizzazione portando tutto quello di cui sopra insieme alla tua patente di guida in corso di validità, una fotocopia della patente stessa e una del tuo codice fiscale.

Dopo due settimane potrai recarti nuovamente presso gli uffici della Motorizzazione per ritirare la patente di guida internazionale.
Attenzione, i costi della patente internazionale posso variare nelle Regioni a statuto speciale, ti consiglio quindi – se risiedi in Sardegna, in Sicilia, in Valle d’Aosta, in Friuli-Venezia Giulia e in Trentino-Alto Adige, di informarti per benino sul sito istituzionale regionale o provinciale di appartenenza prima di pagare i bollettini postali.

Puoi anche richiederla all’ACI ma i costi sono maggiori rispetto a quelli che ti ho appena segnalato, dovrebbero comunque aggirarsi sugli € 80, ma eviterai code nei vari uffici sia postali che della Motorizzazione.

Come rinnovare la patente internazionale

Per rinnovare la patente internazionale dovrai recarti o alla Motorizzazione o all’ACI, e seguire la stessa identica procedura di cui sopra.

patente internazionale guida
Vediamo ora alcuni casi speciali.

Per guidare negli Stati Uniti c’è bisogno della patente internazionale?

Su questo argomento c’è tanta confusione tra i viaggiatori e anche un po’ tra le isitutizioni. C’è però l’associazione VisitUSA che ha chiarito ogni dubbio in merito: per noleggiare un’automobile e guidare negli Stati Uniti non è necessaria la patente internazionale, è sufficiente quella italiana.

Ci si può però dotare di quella internazionale solo per agevolare eventuali controlli da parte delle autorità statunitensi in quanto si tratta di una traduzione dall’italiano all’inglese.

Nel mio viaggio tra California e Nevada ho guidato semplicemente con la mia patente italiana senza aver richiesto quella internazionale.

Patente Internazionale per l’Australia

Se devi guidare in Australia devi sapere che per noleggiare un’automobile:

  • devi avere almeno 21 anni d’età
  • devi essere patentato da almeno 12 mesi
  • devi avere una patente internazionale rilasciata o con il modello convenzione di Ginevra o con quello di Vienna.

Patente Internazionale per il Canada

Per guidare in Canada è sufficiente la patente di guida italiana (e non quella internazionale) ma solo per un breve periodo che differisce da provincia a provincia).

Patente internazionale per la Thailandia

Per guidare in Thailandia bisogna dotarsi di patente internazionale Ginevra 1949.

Ora che sai tutto sulla patente di guida internazionale non ti resta che correre a richiederla per goderti al meglio il tuo viaggio on the road. Ricordati poi di affiancarla sempre a quella con cui guidi in Italia.

Un consiglio spassionato, richiedila almeno due mesi prima della tua partenza, sai come funziona la burocrazia italiana, meglio anticipare i tempi ed essere previdenti.

Buon viaggio!

Leggi anche Multa all’estero: ecco cosa si rischia a non pagarla.

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".