Come superare la paura di volare

paura di volare

Come superare la paura di volare? Cosa bisogna fare per affrontare un volo senza ansia? Ci sono rimedi? Queste sono domande che si pongono in tutto il mondo decine di milioni di persone che per lavoro o per svago, chi più e chi meno frequentemente, si trovano ad affrontare un viaggio ad alta quota.

L’aereo è in realtà il mezzo di trasporto più sicuro – su questo le statistiche sono molto chiare e non lasciano adito a dubbi – ma in tanti, buona parte dei passeggeri (1 su 6), hanno difficoltà a vincere uno stato di preoccupazione, insicurezza o addirittura angoscia, che li assale già al solo pensiero di prenotare un volo. Qui ti riporto alcuni consigli utili per evitarlo, perché la paura di volare non deve farti perdere l’opportunità e il piacere di trascorrere momenti indimenticabili in luoghi lontani, in Paesi esotici, ma nemmeno di andare a trovare i tuoi familiari trasferitisi in altre nazioni o di partecipare ad appuntamenti lavorativi molto lontani dalla tua residenza e non raggiungibili in treno o in automobile.

Paura di volare? Ecco consigli, suggerimenti e i possibili rimedi

Non è facile individuare specifiche cause della paura di volare. Il malessere può avere in alcuni casi dei significati profondi che non possono essere riconducibili ad uno specifico fattore. Gli esperti spiegano che il motivo di un così forte timore varia da persona a persona: può essere legato al fatto di affidarsi in volo alle abilità di persone che non conosciamo, all’assenza di via di fuga, ma anche ad una vecchia brutta esperienza, vissuta in prima persona o raccontata da altri, come quella di un velivolo che affronta uno turbolenza. Certamente vale la pena provare a seguire dei suggerimenti.

Un primo consiglio è quello di evitare – possibilmente già dal giorno prima – di bere alcolici o bevande eccitanti come il caffè. Prima di una situazione a rischio stress o ansia possono peggiorare la propria condizione. La stanchezza amplifica il malessere e toglie la lucidità necessaria per affrontarlo, e l’alcol non è affatto un ansiolitico.

In secondo luogo è consigliabile leggere molto per informarsi bene sui reali rischi, pressoché nulli, di un volo in aereo. Uno spostamento in auto risulta centinaia o forse migliaia di volte più pericoloso di un viaggio tra le nuvole. Chi ha paura di decollare non fa ovviamente un’analisi razionale, ma può provare a ridurre l’agitazione ad esempio riflettendo su quanti controlli sui mezzi e sui sistemi di sicurezza vengono effettuati. Bisogna considerare poi che le eventuali turbolenze per un pilota sono ordinaria amministrazione. E non deve assolutamente condizionare anche la forte accelerazione in pista, con vibrazioni che talvolta vengono percepite come segnale di instabilità del velivolo. È bene anche porsi la domanda: quanti incidenti aerei si sono verificati nell’ultimo anno? Quanti incidenti stradali avvengono invece ogni giorno? Ecco, già solo questo dovrebbe bastarti per farti stare più tranquillo a bordo di un aereo piuttosto che in automobile, in scooter o in bicicletta.

Un altro consiglio utile per superare la paura di volare è quello di provare a distrarsi durante il volo, magari conversando con altri passeggeri, leggendo un libro, guardando un film, ascoltando musica, mangiando. Un qualsiasi dispositivo per file musicali o testi può essere molto utile, come pure il momento dello snack. Ovviamente è opportuno prima del volo evitare di caricare video o foto di disastri di aerei o altre simili tragedie. È meglio prepararsi al volo immagini che più appassionano. Con il passeggero seduto vicino vale la pena cominciare subito a scambiare qualche battuta. L’imperativo è evitare di isolarsi e, contemporaneamente, tenere la mente occupata.

Una buona respirazione può dare buoni risultati. Se il passeggero ha un respiro calmo e regolare compie un altro piccolo passo per allontanarsi dall’ansia. Ci sono psicoterapeuti esperti in aerofobie che indicano specifiche tecniche di respirazione per bloccare l’ansia.

Certamente anche gli assistenti di volo possono essere d’aiuto. La loro professionalità e il loro volto rassicurante possono contribuire a farci riflettere sulla serenità con la quale la maggior parte delle persone affronta – ed è opportuno affrontare – il volo. Bisogna mantenere la lucidità senza lasciarsi trasportare dalle proprie sensazioni negative. Nello stesso tempo vale la pena tener presente che – come rivelano i sondaggi – la percentuale di persone che soffre della paura di volare è alta, e che ci saranno anche altre persone a bordo ad affrontare gli stessi timori. Ecco, ricordarsi di non essere soli, è un altro buon deterrente all’aerofobia.

I medici possono essere d’aiuto, con il loro consigli ed eventualmente con la prescrizione di un farmaco. E non bisogna mai ricorrere ai tranquillanti in maniera autonoma. Leggi però le regole sui medicinali nel bagaglio a mano.

Infine, va ricordato che si può fare qualcosa contro la paura di volare anche molto prima di salire a bordo dell’aereo. Precisamente quando si acquista il biglietto, con la scelta del posto. Se il proprio terrore sono le turbolenze bisogna tenere in considerazione che si sentono meno dai posti all’altezza dell’ala. A tal proposito leggi la nostra guida su come scegliere il posto migliore in aereo.

paura di volare 2

Paura di volare? Iscriviti a un corso per superarla

Se la tua paura di volare continua ad essere forte nonostante i consigli e i rimedi precedenti, ma vuoi assolutamente vincere queste emozioni negative che ti precludono la gioia di conoscere tante belle destinazioni sparse in giro per il mondo, ti consiglio di iscriverti a uno dei corsi organizzati dalle compagnie aeree.

Ci sono corsi ad esempio corsi a pagamento organizzati da Alitalia che si svolgono a Roma e a Milano con programmi che prevedono incontri con uno psicologo, con un Comandante, esperienze nel simulatore di volo, spiegazione approfondita di come vengono addestrati gli assistenti di volo, esercizi di rilassamento e – dulcis in fundo – un volo (quest’ultimo non obbligatorio). Qui trovi maggiori informazioni.

Altrimenti c’è un corso online di easyJet (qui trovi tutte le info per acquistarlo), o il seminario di Air Dolomiti.

Sì, ce la puoi fare, ce la devi fare!