| Compagnie Aeree, Ryanair, News

Piccolo sfogo di un passeggero Ryanair

Buongiorno!

Come qualcuno di voi già sa, il 12 novembre ho fatto un day trip a Valencia. Ho trascorso una bellissima giornata (a breve vi racconterò tutto), l’unica cosa che mi ha un pò infastidio è stato il volo di andata con Ryanair e ora vi  racconto il perchè.
Premetto che grazie alla compagnia aerea low cost irlandese sono riuscito a visitare gran parte dell’Europa spendendo pochissimo, che non c’è nulla da obiettare riguardo alla fiscalità dei controlli del peso e della misura del bagaglio a mano – le regole vanno sempre rispettate – che sono pienamente cosciente del fatto che “o ti adegui o altrimenti viaggi con un’altra compagnia”, ma lasciatemi sfogare almeno una volta su un aspetto che mi ha infastidito.


L’aereo decolla alle 6:45 da Roma Ciampino, le hostess eseguono la dimostrazione dei dispositivi di sicurezza, distribuiscono il giornalino e fin qui tutto ok, ma dopo un paio di minuti inizia il “delirio”.


Per tutta la durata del volo, ad intervalli di 5/10 minuti, si sono susseguiti messaggi promozionali di ogni tipo e ad un volume altissimo: cibo, profumi, sigarette elettroniche, schede telefoniche, gadget, giornali e chi più ne ha più ne metta!
Capisco la necessità di fare cassa vendendo questi articoli soprattutto per una compagnia aerea low cost, ma un minimo di rispetto per il passeggero? Non si poteva nè riposare ma nemmeno parlare con il proprio compagno di viaggio!

In tutti i voli che ho fatto con Ryanair non mi sono mai lamentato di alcunchè, ho sempre viaggiato piacevolmente. Ma questa volta credetemi hanno davvero esagerato. Non vedevo l’ora di atterrare per far riposare le mio orecchie.
Io viaggiavo gratis e quindi il mio fastido era molto relativo ma per la prima volta mi son chiesto “si può viaggiare in questo modo spendendo qualche centinaio di euro?”. In quel momento la mia risposta è stata: No!

Fortunatamente il volo di ritorno è filato liscio come l’olio, qualche annuncio ad un volume più che accettabile, nulla da eccepire.
Spero che il frastuono dell’andata sia stato solo un caso isolato.
Sabato 13 volerò di nuovo con loro, vi farò sapere…

A voi è mai capitato qualcosa di simile?

Vi ricordo l’iniziativa del 2° Compleanno di VoloGratis: diventa fan su Facebook per sostenere l’AIRC, a voi non costerà nulla! Passate parola.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

Compagnie Aeree