Cosa vedere a Marsiglia in un giorno: i luoghi imperdibili

cosa vedere a marsiglia

Stai organizzando un giro nel sud della Francia e ti stai chiedendo cosa vedere a Marsiglia e se soprattutto vale la pena includerla come tappa? O stai progettando una crociera nel Mediterraneo e ti stai domandando se si può vedere la città francese avendo a disposizione solo qualche ora?

In questo articolo ti racconterò la mia esperienza nella città francese insieme ad alcuni consigli utili per organizzarti al meglio la tua visita.

COSA VEDERE A MARSIGLIA IN UN GIORNO

Il primo suggerimento che solitamente mi sento di dare a chi parte per un viaggio è quello di assaporare i luoghi con la giusta calma e il giusto tempo.

A Marsiglia, per esempio, ricordo di aver trascorso ore piacevolissime passeggiando senza una vera meta tra le vie del Panier, annusando saponette di ogni sorta o seduta con le gambe sospese sul Porto Vecchio, mangiando dolci alla pasta di mandorla e parlando dei progetti futuri insieme a una mia carissima amica.

cosa vedere a marsiglia in un giorno

Mi sono fermata a respirare il mare e ho voluto conoscere la città da diverse prospettive, salendo sulla Basilica di Notre Dame e arrivando con la barca fino all’isola d’If, di fronte al porto, famosa per essere stata la prigione del Conte di Montecristo.

Ci sono casi in cui però il tempo è davvero limitato, perché si è in una città per lavoro, oppure perché il luogo in questione è solo una tappa di un viaggio on the road: allora l’unico segreto è l’organizzazione!

Vedere Marsiglia in un giorno è possibile, se si è ben organizzati e non ci si ferma ogni cinque minuti per scattare belle foto alle finestre blu del Panier o per entrare nelle boulangerie che popolano le sue vie.

Organizzazione dunque, e gambe pronte a camminare, perché in questa città francese c’è davvero molto da vedere.

Vieux Port

cosa vedere a marsiglia in un giorno (2)

Se sei a Marsiglia già dal mattino presto, ti consiglio di iniziare la tua visita proprio dal porto vecchio, un’area completamente riqualificata che alle prime ore del giorno si popola di pescatori che rientrano con le loro barche e danno vita ad un vero e proprio mercato del pesce che si tiene in Quai des Belges.

Camminare tra i banchi, osservare la città che piano piano si sveglia è il modo migliore per fare conoscenza di questa città multiculturale che spesso ho sentito sconsigliare e che invece a me è piaciuta davvero tanto.

Nella zona del porto meritano una visita gli antichi forti  Fort Saint-Nicholas, Fort Saint-Jean, il Municipio e la Cathédrale Sainte Marie Majeure de Marseille.

Se vuoi attraversare il Vieux Port da una sponda all’altra senza camminare puoi prendere il Ferry Boat che parte dal Municipio, il biglietto costa 50 cent e il tragitto dura un paio di minuti, altrimenti passeggia lungo la Corniche (il lungomare) e se puoi spingiti fino alle spiagge e al lussuoso quartiere del Prado.

Per pranzo fermati in uno dei ristorantini del porto per mangiare la bouillabaisse, la deliziosa zuppa di pesce tipica della Provenza, ma fai anche una sosta al Four Des Navettes, nei pressi dell’Abbazia di St Victor, si tratta del panificio più antico della città che da oltre 200 anni sforna giornalmente pane e biscotti.

Le Panier

cosa vedere a marsiglia in un giorno (3)

Tra le cose da vedere a Marsiglia c’è anche il quartiere più famoso della città – che ha preso il nome da una locanda del XVII secolo “Bazar du Panier” –  e che si apre alla destra del porto, e che ti accoglierà con le sue botteghe di saponette, i suoi balconi fioriti, le piazzette alberate e i bambini che giocano in strada.

Un tempo era il quartiere più malfamato della città, oggi è invece una bella zona in cui passeggiare e fare shopping in tutta tranquillità.

Dopo il caos del porto e del mercato qui potrai rilassarti passeggiando per i vicoli stretti di questo quartiere e assaporare così una Marsiglia diversa, lenta, antica e anche un po’ nostalgica.

Mucem

cosa vedere a marsiglia in un giorno (4)

Scendendo dal Panier, subito dopo la Cathedrale de la Major, non puoi non fare una sosta al Mucem, il Museo delle Civiltà d’Europa e del Mediterraneo. Si tratta di un museo molto interessante, all’interno di una struttura pazzesca, in acciaio e vetro, direttamente sul mare.

Merita una visita, anche veloce, per godersi la vista della città da una prospettiva nuova e davvero mozzafiato.

Basilica di Notre Dame de la Garde

cosa vedere a marsiglia in un giorno (5)

Se hai solo un giorno per visitare la città ti consiglio di accorciare i tempi e salire sulla collina della Basilica con i mezzi pubblici: puoi scegliere il classico autobus oppure fare un giro più ampio e panoramico della città con i trenini turistici che partono in continuazione proprio dal porto. Il tragitto a piedi dura una quindicina di minuti dal Porto Vecchio.

La Basilica di Notre Dame de la Garde – costruita in stile neobizantino – è uno dei maggiori simboli di di Marsiglia, a cui i marsigliesi sono molto legati perché posta a protezione dei marinai e di tutti i cittadini. I lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1853 sul luogo in cui un tempo si ergeva un forte militare, e terminarono 11 anni dopo.

Preparati a un vento fortissimo: ad agosto noi abbiamo sinceramente pensato ci portasse via. Ma ne vale la pena!

Altro motivo per salire sul colle è la bellissima vista su tutta la città, sui porti, sul panorama delle montagne che la circondano come in un abbraccio e sulle isole di Ratonneau e Pomègues.

Gli interni sono bellissimi, pieni di colori e di simboli da osservare e ammirare. Dalla balconata che circonda la chiesa, dall’alto della sua collina, poi si gode di un panorama meraviglioso sull’intera città.

Come avrai capito questa città francese, molto spesso poco apprezzata, nasconde davvero tantissimi tesori da scoprire.

Ora che sai cosa vedere a Marsiglia in un giorno, preparati a visitarla senza pregiudizi, sono sicura che poi ti verrà voglia di tornare.

immagine di copertina fred 2600 pixabay

Erika Francola

Sono Erika (@erikamelie sui social), ho 29 anni e vivo con mio marito in un borgo nel cuore della Tuscia, tra Roma, l'Umbria e la Toscana. Amo la letteratura, i colori dell'autunno, i pittori impressionisti, il tè, i negozi vintage e il vino rosso. La scrittura, i viaggi e la fotografia sono le mie più grandi passioni: ho fondato per questo il mio blog Viaggideltaccuino.it e ogni giorno per lavoro ho la fortuna di raccontare storie, emozioni e luoghi che profumano di magia e bellezza.

Luoghi da visitare e guide per viaggiare