Cosa vedere nella Riviera Maya, in Messico: 10 luoghi da non perdere

concorso per vincere una vacanza in messico

Ciao viaggiatore, sei in cerca di informazioni su cosa vedere nella Riviera Maya? Sei nel posto giusto!

Io sono follemente innamorato del Messico, della sua gente e della sua cucina, e pensare che quando Valentina mi propose di andarci per la prima volta non ne ero affatto convinto, e poi – come spesso succede in questi casi – è scoccato il colpo di fulmine al punto di tornarci una seconda volta e probabilmente presto anche una terza.

Oggi mi sono svegliato con una gran voglia di Messico e mi son detto “devo subito parlare agli amici di VoloGratis.org di cosa vedere nella Riviera Maya” la parte più turistica del Paese ma anche particolarmente bella e divertente.

Permettimi una piccola parentesi sulla parola “turistica” da molti usata con accezione negativa. Ecco, io questa moda di “snobbare” i luoghi considerati turistici proprio non la capisco. È come sconsigliare il Colosseo a un turista in visita a Roma solo perché ritenuto troppo turistico. Per carità, uno fa ciò che vuole, ma criticare chi si reca in luoghi frequentati dal turismo di massa io lo trovo un tantino fastidioso, e poi se tantissime persone visitano quel determinato luogo ci sarà pure un motivo o sono tutti scemi?

Detto ciò torniamo nella Riviera Maya, la costa caraibica del Quintana Roo a nord-est della penisola dello Yucatán.

COSA VEDERE NELLA RIVIERA MAYA

Tulum

cosa vedere nella riviera maya

La prima cosa che ti suggerisco di visitare nella Riviera Maya è il sito archeologico Maya di Tulum, a circa 70 km a sud di Playa del Carmen. Si tratta di un’antica città portuale, risalente al periodo 1200 – 1500 d.C. adagiata sulla costa a picco sul mare.

Lo scenario è mozzafiato e le rovine ti riporteranno indietro nello splendore di una civiltà misteriosa e particolarmente affascinante.

Visiterai El Castillo, l’edificio che più impressionante sia per la sua mole che per la sua posizione, il Templo del Dios Descendendente, il Templo de los Frescos e, soprattutto la spiaggia, che raggiungerai grazie a una scalinata lungo la scogliera.

Prima di scendere però fermati a scattare tante foto dall’alto della scogliera. Avrai sotto di te una spiaggia bianchissima, un mare dalle mille sfumature di azzurro e di lato la foresta.

A proposito di fotografia, già che ci sei leggi la mia guida Come fare belle foto in viaggio per Instagram.

Cobá

cosa vedere nella riviera maya (2)

Un altro sito archeologico da vedere nella Riviera Maya è quello di Cobá, a circa una quarantina di chilometri da Tulum, risalente al periodo che va dal IX al XII secolo d. C.

A differenza di Tulum in cui non ci sono piramidi, a Cobá si trova il tempio di Nohoch Muul, la piramide più alta dello stato del Quintana Roo, peraltro scalabile.

Il sito è particolarmente suggestivo anche perché si trova immerso nella giungla e gran parte delle sue costruzioni non sono state ancora liberate dalla fitta vegetazione che le avvolge e le ricopre.

Nelle vicinanze si trova anche un pueblo in cui acquistare prodotti dell’artigianato locale.

Cenote

foto messico cenote yucatan

I cenote sono delle aperture nel terreno calcareo in cui scorrono fiumi sotterranei che formano laghi di acqua dolce. Alcune grotte si palesano come dei grossi buchi nel terreno con sotto uno specchio d’acqua in cui nuotare e – in alcuni casi prestando massima attenzione – tuffarsi.

Questi luoghi erano sacri ai Maya che pensavano fossero delle porte di accesso al mondo dei morti, e infatti in alcuni di essi venivano praticati anche sacrifici umani. Per gli antichi abitanti erano soprattutto una fonte di approvvigionamento d’acqua.

Ora l’unico sacrificio è per quelli come me che soffrono le basse temperature dell’acqua perché quella dei laghi non è particolarmente calda. Però ti posso assicurare una cosa, nuotare nei cenote è particolarmente emozionante. Pensa che tra la Riviera Maya e lo Yucatán ce ne sono addirittura seimila.

I più importanti della zona sono il Verde Lucero, il Cenote dos Ojos, il Cenote Encantado, il Cenote Manatee, il Cenote Las Mojarras, il Chilam Balam e il Cenote Siete Bocas.

La spiaggia di Akumal

foto messico akumal

Tra le cose da vedere nella Riviera Maya c’è assolutamente la spiaggia caraibica di Akumal. Anzi, se cerchi un resort io ti suggerisco di prenderlo proprio qui, come facemmo io e Valentina durante il nostro viaggio di nozze.

Si trova a circa 100 km a sud di Cancun, tra Playa del Carmen e Tulum.

Rimarrai estasiato dal colore del mare e da quella sabbia finissima e bianchissima, ma non solo, potrai nuotare con le tartarughe marine che proprio sulla spiaggia depositano le loro uova, e meravigliarti di fronte alla barriera corallina.

Vicino ad Akumal si trova poi la Caleta Yal-Kul, un’insenatura meravigliosa con acqua salmastra in cui fare snorkeling.

Playa del Carmen

Un tempo villaggio di pescatori è ora uno dei luoghi più turistici del Messico.

Grandi strutture alberghiere si alternano a piccoli hotel molto caratteristici ed economici. La cosa bella è che – a differenza di Cancun in cui svettano altissimi hotel – a Playa del Carmen c’è una legge che vieta di costruire edifici più alti di 13,5 metri.

È una cittadina molto carina e divertente, con spiagge bellissime e con tanti locali e ristoranti in cui trascorrere la serata.

Da Playa del Carmen partono poi i traghetti per l’isola di Cozumel.

Isola di Cozumel

cosa visitare nella riviera maya

Se ami fare immersioni nella barriera corallina non puoi assolutamente perderti una gita all’isola più grande del Paese, tanto cara all’esploratore/regista/oceanografo Jacques Cousteau, e consacrata dai Maya alla dea del parto Ixchel.

Di cose da fare e da visitare a Cozumel ce ne sono tante. Prima fra tutte la spiaggia Palancar con un mare calmo e ricco di pesci tropicali. C’è poi la cittadina di San Miguel de Cozumel con il museo dell’Isola e vari locali e negozi in cui fare shopping, la zona archeologica Maya di San Gervasio e quella di El Cedral con le rovine immerse nella foresta.

Per le immersione devi recarti a Las Palmas il cui reef è considerato come il posto numero uno in Messico per lo snorkeling.

Isla Mujeres

Se vuoi provare l’esperienza di nuotare in mare con i delfini allora non puoi perderti quest’isoletta lunga 7 km e larga solo 650 metri, che si trova proprio di fronte a Cancun.

Da non perdere la bianchissima spiaggia di Playa Norte, il Parco Garrafón in cui fare snorkeling e la spiaggia delle tartarughe.

Cancun

cosa visitare riviera maya

Località molto in voga tra gli americani, non è molto ambita dai turisti europei in quanto si discosta dall’idea che noi abbiamo dei Caraibi, nonostante le sue splendide spiagge. Non è che sia brutta, intendiamoci, ma sul lungomare ci sono tanti hotel/grattacieli ed è piena di disco-bar che di sera sono un tantino rumorosi. Se vuoi divertirti è comunque il luogo ideale.

Secondo me va comunque vista per farsi un’idea di questa città molto famosa.

Riserva della Biósfera Sian Ka’an

Una delle aree protette più estese del Messico e patrimonio dell’umanità UNESCO. Un luogo in cui ritrovarsi immersi nella natura più selvaggia tra mangrovie, cenote, savana e mare. Ci sono oltre 350 specie di uccelli e qualche animale molto particolare come il lamantino e due specie di coccodrilli in via d’estinzione.

Nella barriera corallina è facile avvistare anche pesci pappagallo, barracuda e a volte anche squali.

Rio Secreto

Tra le tante cose da vedere nella Riviera Maya c’è anche questo fiume sotterraneo pieno di stalattiti e stalagmiti, circondato da una fitta selva.

È talmente suggestivo che la grotta viene considerata come una delle più belle del mondo. Qui potrai fare immersioni e ammirare specie endemiche come ad esempio il gambero cieco e l’anguilla cieca.

cose da visitare nella riviera maya

Come arrivare nella Riviera Maya

Si raggiunge in aereo con voli che atterrano all’aeroporto internazionale di Cancun. Da lì è poi possibile raggiungere i vari resort, alloggi e villaggi con taxi privati o collettivi. C’è anche un pullman che collega l’aeroporto con Playa del Carmen.

La soluzione più economica per spostarsi poi tra le varie località è data dai Colectivos, dei pullmini utilizzati dalla gente del posto.

Ora che hai un’idea su cosa vedere nella Riviera Maya non ti resta che goderti questo fantastico angolo di mondo ricco di cultura e tradizioni.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare

Iscriviti alla Newsletter