Musei Gratis a Roma

musei gratis roma

Per visitare musei gratis a Roma non bisogna per forza aspettare la prima domenica del mese o iniziative speciali che capitano una volta all’anno.

Nella Capitale sono tanti i musei visitabili gratuitamente durante tutto l’anno che spaziano dall’archeologia all’arte contemporanea, e alcuni di questi sono particolarmente curiosi e interessanti da meritare almeno una visita.

Ti ricordo però che i residenti a Roma possono acquistare la Mic Card che al prezzo di 5 euro all’anno permette di visitare gratuitamente tutti i musei comunali e che l’ultima domenica del mese è sempre possibile visitare gratis i Musei Vaticani.

MUSEI GRATIS A ROMA

Villa di Massenzio

La villa dell’imperatore romano fu fatta costruire nel IV secolo sulla Via Appia Antica e comprende tre edifici: il palazzo, il circo e il mausoleo.

L’indirizzo esatto è Via Appia Antica 153 ed è aperta dal martedì alla domenica dalle 10 alle 16 e il 24 e il 31 dicembre dalle 10 alle 14.

Museo Napoleonico

Questo museo sito al piano terra del bellissimo palazzo Primoli a due passi da Piazza Navona, nacque nel 1927 per volere di Giuseppe Primoli figlio di Carlotta Bonaparte il quale regalò a Roma i cimeli della sua famiglia oltre a un’interessante collezione di opere d’arte.

L’ingresso si trova al numero 1 di Piazza di Ponte Umberto I, ed è possibile visitarlo dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18 e il 24 e il 31 Dicembre dalle 10 alle 14.

Museo delle Mura

I romani usavano fortificare ogni loro città e in questo museo è possibile ripercorrere tutta la storia delle loro fortificazioni, ma non solo, dato che si trova all’interno di Porta San Sebastiano è possibile percorrere anche un tratto del camminamento.

L’indirizzo esatto è via di Porta San Sebastiano n. 18 e il museo è aperto dal martedì alla domenica con orario 10 – 18-

Museo di scultura antica Giovanni Barracco

Questo museo gratis di Roma si trova in Corso Vittorio Emanuele n.166A espone le opere del collezionista Giovanni Barracco, peraltro deputato del primo Parlamento italiano, che spaziano dall’arte assira a quella medievale passando anche per quella egizia e quella romana.

È aperto da martedì a domenica dalle 10 alle 16 nei mesi che vanno da ottobre a maggio, e dalle 13 alle 19 nei mesi che vanno da giugno a settembre.

Museo Carlo Bilotti

Si trova all’interno dell’Aranciera di Villa Borghese e precisamente al numero 6 di Viale Fiorello La Guardia.

Al suo interno sono esposte le opere della collezione dell’imprenditore Carlo Bilotti che lui stesso donò al Comune di Roma con dipinti e sculture di De Chirico, Manzù, Andy Warhol, Severini e Rotella.

Può essere visitato con i seguenti orari:

  • da ottobre a maggio dal martedì al venerdì e festivi dalle 10 alle 16, il sabato e la domenica dalle 10 alle 16 e il 24 e il 31 dicembre dalle 10 alle 14
  • da giugno a settembre semper dal martedì al venerdì ma dalle 13 alle 19, e il sabato e la domenica dalle 10 alle 19.

Museo Pietro Canonica

Sempre all’interno di Villa Borghese si trova un altro dei musei gratis di Roma.

In quello che dal 1922 al 1969 fu la casa/studio dello scultore Pietro Canonica, sono ora esposte gran parte delle sue opere ed è possibile visitare sia il suo appartamento che il suo studio.

L’indirizzo esatto è Viale Pietro Canonica n.2 ed è aperto da ottobre a maggio dalle ore 10 alle ore 16 e da giugno a settembre dalle 13 alle 19.

Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina

All’interno di Porta San Pancrazio, sulla sommità del Gianicolo, si trova un museo tutto dedicato alla Repubblica Romana e che espone cimeli, statue e dipinti del periodo 1848-1849.

È aperto dal martedì al venerdì dalle 10 alle 14 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 18.

Museo di Casal De’ Pazzi

Se sei un appassionato di fossili e di reperti dell’epoca primitiva, o se cerchi un museo diverso da quelli che in genere si trovano in città (tranne ovviamente il meraviglioso museo Pigorini), troverai in questo luogo tanti spunti interessanti per comprendere l’evoluzione dell’ambiente. Sono esposti circa 4.000 reperti ritrovati negli scavi come ad esempio resti di animali, foglie fossili e pietre scheggiate dell’era paleolitica e addirittura resti di un cranio umano.

C’è anche un giardino pleistocenico con piante tipiche di quell’era che possono essere ammirate dal vivo.

Si trova in Via Egidio Galbani n. 6.

Può essere visitato previa prenotazione telefonica allo 060608 e osserva i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 9 alle 14 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 14.

Accademia Nazionale di San Luca

Se sei un appassionato di scultura e di pittura non puoi non visitare le opere esposte in quella che tra la fine del XV e la fine del XIX secolo svolse la funzione di insegnamento nel campo delle arti visive.

Si trova all’interno di Palazzo Carpegna, esattamente in Piazza Accademia di S. Luca n.77, tra la Galleria Alberto Sordi e la Fontana di Trevi.

Può essere visitata dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19, ma i gruppi di massimo 20 persone devono obbligatoriamente prenotare con almeno tre giorni d’anticipo inviando una mail o a segreteria@accademiasanluca.it 0 a galleria@accademiasanluca.it.

Museo Hendrik Christian Andersen

Sempre a tema scultura ti segnalo la casa museo dello scultore norvegese-americano Hendrik Christian Andersen che si trova in via Pasquale Stanislao Mancini n.20, in cui lo stesso visse tra la fine del XIX al giorno della sua morte nel 1940.

Al suo interno sono esposte oltre 700 sue opere suddivise in sculture, dipinti e grafiche.

È aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 19.30.

Museo degli strumenti musicali dell’Accademia di Santa Cecilia (MUSA)

Nel foyer della Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica in Viale de Coubertin, sono esposti 140 strumenti musicali  e noleggiando un tablet è possibile ascoltare il suono di ciascuno di essi. È inoltre possibile visitare il laboratorio di liuteria e ammirare dal vivo il lavoro dei mastri liutai.

Il museo è aperto da ottobre a giugno dalle 11 alle 17 nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, e dalle 11 alle 18 il sabato e la domenica.

Museo numismatico della Zecca Italiana

In Via Salaria n.712, quindi non in zona centrale, ma proprio nell’edificio in cui nel 2010 è stato trasferito l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, si trova un interessante museo che espone 20.000 monete, medaglie e bozze in cera provenienti sia dall’Italia che dall’estero.

Il museo è gratuito ma visitabile solo su prenotazione, con almeno due giorni di anticipo, ed è aperto dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. Volendo è possibile anche partecipare alla visita guidata collettiva, anch’essa gratuita, che dura circa un’ora e che viene effettuata alle 10:30 e alle 14:30.

Casa-studio di Luigi Pirandello

In una traversa di Via Nomentana, e precisamente al civico 13b di Via Antonio Bosio, si trova quello che secondo me è tra i più curiosi musei gratis di Roma: lo studio del celebre scrittore e poeta Luigi Pirandello in cui visse da solo dal 1933 al 1936, ma in cui aveva già abitato con la famiglia dal 1913 al 1918. Proprio in questa casa Pirandello ricevette nel 1934 la notizia del conferimento del Premio Nobel.

Il villino conserva ancora gli arredi originali ed è possibile ammirare il soggiorno da lui utilizzato anche come studio, la biblioteca e la camera da letto, con quadri e oggetto d’arte appartenuti al celebre scrittore.

Per visitarla bisogna o chiamare il numero 0644291853 o inviare una mail a posta@studiodiluigipirandello.it

Museo del trasporto ATAC

Lazienda pubblica concessionaria del trasporto pubblico del comune di Roma (ATAC) ha aperto nel 2004 una piccola esposizione di tram e trenini.

Si trova in Via Bartolomeo Bossi n.7 ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 15:30.

 

Come hai notato di musei gratis a Roma ce ne sono per tutti i gusti e per tutti gli interessi, ora non ti resta che scegliere quelli che più stuzzicano la tua curiosità.

 

 

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019.