| Bagagli

Tutte le cose da portare con sé per affrontare al meglio una settimana bianca

valigia per la settimana bianca

La settimana bianca non è una vacanza come le altre. In primo luogo perché non tutti hanno la fortuna di poter staccare dal lavoro o dagli impegni di scuola per un periodo piuttosto lungo dopo le ferie natalizie. Poi, perché non bisogna assolutamente dimenticarsi di alcuni oggetti necessari per poter trascorrere – con tutto il necessario in valigia – sette giorni di confort e relax.

SETTIMANA BIANCA, IL KIT DI SOPRAVVIVENZA

Scommettiamo che, se sei un “lupo di mare”, qualcosa di strettamente indispensabile ti sfuggirà senz’altro. E allora ci pensiamo noi di VoloGratis.org a evitarti brutte sorprese una volta arrivato in alta montagna: ecco il kit di sopravvivenza per poter vivere senza intoppi sulle nevi alpine o appenniniche.

Il nostro – si badi bene – è un elenco ad hoc per i “novellini”, non certo per i maniaci dello sport invernale o del trekking tra cime, picchi, punte e vette. Questi ultimi, infatti, avranno senz’altro a disposizione una serie di attrezzature iper-specializzate con cui prendersi cura dei loro sci, del loro snowboard o dei loro pattini. Chi va in settimana bianca per la prima volta, comunque, deve sapere che gli impianti sciistici sono organizzatissimi per il noleggio di qualsiasi attrezzatura sportiva. Certo, i prezzi variano: a gennaio e a inizio febbraio sono ovviamente più alti (il periodo è considerato di alta stagione), ma se si stipulano abbonamenti o tagliandi settimanali si possono senz’altro risparmiare diverse decine di euro.

SETTIMANA BIANCA, I CONSIGLI: DAL GUARDAROBA ALLA CASSETTINA DEI MEDICINALI

Quello che però tutti devono mettere in valigia è un guardaroba “intelligente”, pensato per affrontare anche le temperature più basse. Questo, tuttavia, non significa per forza coprirsi con tanti strati di vestiti: in montagna – specialmente durante le escursioni – la mobilità è fondamentale. Quindi, largo alle tute invernali, alle felpe in pile, e ai pantacollant (perché no? Anche per gli uomini) da indossare come primo strato per difendersi dal freddo. Sciarpe, cappelli (o paraorecchi), guanti idrorepellenti (non di lana, si inzupperebbero tutti!) e scarponi piuttosto resistenti sono il minimo indispensabile.

Inoltre, è bene sfatare qualche luogo comune. Il sole della montagna può essere anche più aggressivo di quello del mare ad agosto. Pertanto, occorrerà portarsi dietro occhiali scuri, crema solare e crema protettiva. Le labbra vanno costantemente idratate e, per questo motivo, potrebbe essere utile il burro-cacao o una lozione adatta allo scopo.

Non dimenticare, poi, di mettere in valigia anche un costume, un accappatoio, magari una cuffia: quasi tutte le località sciistiche, infatti, sono dotate di centri benessere, piscine, stabilimenti termali o docce sensoriali. Sarebbe un grande rammarico arrivare lì, vedere tutto questo ben di Dio e rinunciarvi semplicemente perché non si è stati abbastanza previdenti nel preparare i bagagli!

Infine, un ultimo consiglio. Sarà bene predisporre una ricca e ben nutrita cassettina dei medicinali. Specialmente chi non è abituato alle basse temperature, infatti, è più facilmente esposto a raffreddori, influenza e difficoltà respiratorie. Sulla neve, poi, è molto facile andare incontro a scivoloni e cadute: pomate, cerotti e bende non possono mancare nel kit perfetto per la tua settimana bianca.

Gianmichele

comments

Bagagli