Stonehenge: info utili per visitarlo

visitare stonehenge informazioni

Prima di andare a visitare Stonehenge ho ricevuto parecchi feedback contrastanti da chi c’era già stato, e non ti nego che nonostante la mia grande voglia di vedere dal vivo il mitico sito archeologico io mi ci sia approcciato in maniera molto cauta.

“Sono solo quattro massi in un prato”, “Lo vedrai da lontano”, “È piuttosto deludente”. Ecco quello che mi avevano detto in molti.

Ma Stonehenge è davvero così deludente?

Ora ti dico la mia ma prima facciamo un salto indietro nel tempo.

crociera msc nord europa stonehenge

Dove si trova Stonehenge?

Stonehenge si trova nella contea inglese del Wiltshire, a 10 miglia (16 km) dalla splendida Salisbury e a 87 miglia (140 km) da Londra, da cui si può anche raggiungere in treno.

Stonehenge, un po’ di storia

Il sito neolitico ora Patrimonio dell’Umanità UNESCO fu realizzato in un arco di tempo di 750 anni e terminato nel 3050 a.C.

Numerose sono le supposizioni circa la sua funzione, ma la più accreditata è quella che gli attribuisce il ruolo di tempio pagano, tesi sostenuta dal fatto che le pietre sono disposte secondo i cicli solari e quindi utilizzato per i riti legati alle stagioni e al culto del sole.

Tra i misteri che hanno fatto poi la fortuna di parecchie trasmissioni tv c’è quella legata al trasporto delle grosse pietre. Extraterrestri, forza (dis)umana o marchingegni tecnici?

Le pietre più grandi, che pesano 20/25 tonnellate, provengono da una collina che dista 30 km, mentre quelle più piccole sia dal Galles che dista 200 km che da una località distante 3 km. Furono trasportate utilizzando slitte fatte scivolare su tronchi d’albero e – una volta giunte a destinazione – tirate con le corde dagli uomini, e arrivate a destinazione issate in verticale con una serie di leve e inserite in buche precedentemente realizzate sul terreno.

Informazioni utili per visitare Stonehenge

visitare stonehenge (2)

Il biglietto di ingresso per Stonehenge costa £ 16,50 (circa € 18,40) per gli adulti e £ 9,90 (€ 11) per i bambini di età compresa tra i 5 e i 15 anni. Non proprio economico se si pensa ad esempio che il biglietto d’ingresso per i Musei Vaticani ne costa € 16 ma ci si sta dentro anche un giorno intero per tutti i tesori che custodisce, e che quello per gli scavi di Pompei ne costa € 13. Lo so, non si può fare il paragone ma è giusto per dire che non possiamo lamentarci per i prezzi dei siti italiani. Diamo a Cesare quel che è di Cesare.

Accanto alla biglietteria si trovano i bagni – pulitissimi – una caffetteria e l’immancabile negozio di souvenir. C’è anche un museo aperto nel 2013 che ospita mostre permanenti e temporanee e reperti archeologici ritrovati nel sito.

Per raggiungere però il sito vero e proprio si prende una navetta gratuita che parte dal visitor center e che conduce accanto ai “grossi massi”. Altrimenti ci si può anche arrivare a piedi con una percorso di circa 2,5 km nella campagna inglese.

Scesi dalla navetta si effettua un percorso obbligato circolare delimitato da cordicelle che permette di visitare Stonehenge a 360° gradi. Se ti stai chiedendo se si può entrare dentro la risposta è no.

Ma è vero che Stonehenge si vede solo da lontano?

crociera msc nord europa stonehenge (2)

No, come puoi vedere anche dalla foto. Nel senso che nel percorso circolare ci sono parti in cui si vede da lontanuccio, soprattutto all’inizio, ma poi verso la fine ci si sta abbastanza vicini. Comunque nelle parti in cui si vede da lontano si scattano delle splendide foto (leggi la nostra guida su Come scattare belle foto in viaggio e condividerle su Instagram)

Ma arriviamo al succo del post. A me Stonehenge non ha deluso. Certo se ci si arriva con grosse aspettative alimentate da trasmissioni tv sui misteri e ci si aspetta di sentire forze soprannaturali e avvistare extra terrestri allora sì.

Stonehenge va visitato per quello che è: un importantissimo sito archeologico neolitico formato da grosse pietre disposte circolarmente, con una funzione ancora poco chiara. Si tratta “volgarmente” di massi di pietra disposti in due cerchi concentrici e quindi va visitato con occhio “storico”.

A proposito, se vuoi proprio rimanere a bocca aperta ed emozionarti al massimo devi assolutamente andarci il 21 dicembre, al solstizio d’inverno, perché sembra che la disposizione delle pietre sia stata studiata per offrire una vista mozzafiato sul tramonto. Occhio però che in quel giorno sarà preso d’assalto dai turisti.

Tu ci sei mai stato/a? Ti è piaciuto o ti ha deluso?

Se non ci sei mai stato/a quali aspettative hai?

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare