Tirolo: il villaggio sopra Merano che ha dato il nome alla regione

castel tirolo

Tutti quanti conosciamo il Tirolo, la regione storico-geografica tra Austria e Italia, ma forse solo in pochi conoscono l’origine della sua nascita.

La sua storia ebbe inizio nel 1259 da un castello posto a 644 metri sul livello del mare che dista 6 km dal centro di Merano, Castel Tirolo, quando Mainardo II di Tirolo-Gorizia fondò la contea tirolese scegliendo come capitale Merano, che fu poi sostituita nel 1420 con Innsbruck a seguito del passaggio agli Asburgo per l’estinzione della dinastia dei Tirolo-Gorizia.

Oggi Tirolo è uno splendido villaggio che ti consiglio di visitare durante la tua vacanza altoatesina per avvicinarti alla storia di questa bellissima regione, che regala grosse emozioni sia a livello paesaggistico che a livello culinario. Io l’ultima volta ci sono andato d’inverno nel periodo dei mercatini di Natale dell’Alto Adige, insieme a Valentina, nostro figlio Nicholas di 6 mesi e il nostro bassethound Gastone, ed è stato bellissimo. È un posticino perfetto in ogni periodo dell’anno.

TIROLO: INFORMAZIONI UTILI PER LA VISITA

Come ti dicevo all’inizio Tirolo si trova proprio sopra a Merano, e può essere addirittura raggiunto a piedi dalla città termale percorrendo la Passeggiata Tappeiner (Tappeinerweg) in onore del medico/botanico Franz Tappeiner, che parte da dietro la chiesa Parrocchiale e che viene considerata come una delle passeggiate più belle d’Europa. La distanza è di circa 3,5 km.

Ci si può però arrivare tranquillamente in automobile lasciando l’automobile in uno dei due parcheggi a pagamento nel centro del Paese (o di fronte al Minigolf o di fronte alla banca Raiffeisen), o anche in autobus con la linea 221.

Il villaggio è molto grazioso, con le casette in stile tirolese con tetti e balconi in legno, qualche affresco sulle facciate e le montagne a impreziosire un incantevole quadretto i cui colori cambiano in base alle stagioni.

tirolo

Castel Tirolo

Il gioiello di questo luogo è Castel Tirolo, la dimora dei Conti del Tirolo che svetta sulla Val d’Adige e sulla Val Venosta.

Fu costruito nel 1140 e diventò il castello più importante di tutta la regione. Nel 1919 la proprietà passò alla provincia che lo adibì poi nel Museo storico-culturale della Provincia in cui è possibile rivivere la storia e la cultura tirolese dal medioevo ai giorni nostri tra stanze, affreschi, documenti e mostre temporanee e permanenti.

castel tirolo (2)

La strada del castello è chiusa alle automobili e lo si deve raggiungere a piedi con una camminata di circa 30 minuti. Percorrendo la prima parte che si snoda dietro la Chiesa Parrocchiale dedicata a San Giovanni Battista e risalente al XII secolo, ci si imbatte in dei curiosi “negozietti” di mele “fai da te”, senza personale. Sì, esatto, a fiducia. Nelle grosse ceste si trovano le squisite mele della Val Venosta mentre su uno scaffale la bilancia, le buste e una cassettina in cui inserire i soldi. Il prezzo al chilo è scritto su un cartello. Si scelgono le mele, si pesano e si paga. Noi ne abbiamo acquistati diversi chili e ci siamo deliziati per giorni interi con quella bontà.

Quasi a metà strada c’è poi un punto panoramico in cui scattare belle foto con il castello sullo sfondo.

castel tirolo andrea petroni

Il biglietto d’ingresso per Castel Tirolo è di:

  • € 7 per gli adulti
  • € 4,90 per over 65 o gruppi di minimo 15 persone
  • € 3,50 per studenti e apprendisti fino a 27 anni
  • € 1,50 per le scolaresche
  • gratis per i bambini fino ai 6 anni.

Al costo di € 4 è anche possibile noleggiare un’audioguida (servizio momentaneamente sospeso a causa del Covid-19).

Per orari, dettagli e informazioni pratiche soprattutto durante questo periodo caratterizzato dal coronavirus, ti suggerisco di monitorare gli avvisi presenti sul sito web ufficiale.

tirolo merano (2)

Gufy, Centro Recupero Avifauna

Vicino al Castello, all’interno di una foresta si latifoglie, si trova Gufy, il Centro Recupero Avifauna inaugurato nel 1998 che si occupa della cura dei rapaci feriti e indifesi e della loro reintroduzione nell’ambiente naturale.

Il centro si occupa anche di fare informazione ai visitatori sulle caratteristiche e sulla vita dei rapaci, con tanto di dimostrazioni che si svolgono due volte al giorno. L’indirizzo esatto è Schlossweg 25 – Dorf Tirol. Qui trovi informazioni su orari e prezzi.

Passeggiate a Tirolo e nei dintorni

Tirolo è il posto perfetto per chi ama le passeggiate.

Ci sono ben 70 km di sentieri per tutti i gusti e per tutte le condizioni fisiche. Si possono fare gite in mountain bike, passeggiate rilassanti tra frutteti e vigneti, e trekking in alta quota.

Sopra Tirolo c’è il Parco Naturale del Gruppo di Tessa e chi ama le passeggiate in alta quota può raggiungere con la funivia l’altipiano dei laghi di Sopranes, a 2.500 metri di altitudine, con i dieci splendidi laghi, e in cui con un pizzico di fortuna è possibile ammirare anche gli stambecchi.

Ci sono poi diversi itinerari come l’Alta Via del Tirolo, il sentiero Hans Frieden,o il Felsenweg di Velloi.

Sotto al centro di Tirolo c’è invece la tranquilla Passeggiata Falkner lunga 1 km con tante aiuole colorate e profumate, e con alberi mediterranei, con una bella vista su Merano.

Un altro posto in cui rilassarsi in mezzo alla natura è il Parco Burglehen con il laghetto naturale, un luogo adatta anche ai bambini perché ospita un parco giochi. O ti accomodi su una delle tante panchine ascoltando il suono delle carici e ti godi della vista. Il parco giochi qui presente fa del Parco Burglehen una sosta perfetta se avete dei bambini a seguito.

Buona vacanza in Alto Adige!

immagine di copertina Littlebeth Pixabay

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Ora lo trovi ogni sabato alle 13:10 su Radio Capital. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".