| Finlandia, Curiosità

Dormire in un igloo in Lapponia: tutte le informazioni utili

dormire igloo lapponia

Dormire in un igloo di vetro in Lapponia è una di quelle esperienze da provare almeno una volta nella vita, e te lo posso confermare con cognizione di causa in quanto io e Valentina l’abbiamo provata durante il nostro viaggio nella Lapponia finlandese.

Immaginati di sera nel calduccio della tua casetta arredata in perfetto stile nordico, circondato da soffice neve, e con un cielo stellato sopra la tua testa che potrebbe regalarti da un momento all’altro l’emozione dell’aurora boreale.

Fantastico vero? Provare per credere.

Igloo di vetro nella Lapponia finlandese: cosa sono e dove si trovano

Tranquillo, non farti ingannare dalla parola igloo. Non dormirai all’interno di una gelida casa realizzata con blocchi di ghiaccio (anche se in Lapponia è possibile provare anche quest’esperienza), ma di piccole casette indipendenti e confortevoli – dei veri e propri gioielli della tecnologia moderna – il cui tetto è realizzato completamente in vetro trasparente. Uno speciale vetro termico dotanto di sistema antiappannamento che, in caso di nevicata, fa sciogliere immediatamente la neve che ci si deposita sopra, restando sempre pulito e trasparente.

In genere gli igloo di vetro si trovano a pochi passi del corpo centrale della struttura in cui è presente la reception, il ristorante e gli altri servizi alberghieri.

Noi siamo stati al Santa’s Hotel Aurora’s Glass igloos di Luosto e dovevi vedere le nostre facce quando abbiamo messo piede nella casetta. Ti dico solo che per l’emozione io non ho praticamente chiuso occhio durante tutta la notte. Sono stato sempre con gli occhi spalancati verso il cielo stellato, con la speranza di vedere i bagliori dell’aurora boreale, ma niente da fare, quel giorno dell’aurora nemmeno l’ombra. Che sfiga!

igloo lapponia

© Santa’s Hotel Aurora

dormire igloo lapponia (2)

© Santa’s Hotel Aurora

Ma in Lapponia finlandese non c’è mica solo il Santa’s Hotel Aurora’s Glass igloos.

Di strutture simili ce ne sono altre sparse per la regione come il Levin Iglut sul colle Utsuvaara, a 10 km dalla località di Kittilä, che oltre ai 12 igloo in vetro mette a disposizione degli ospiti anche la Casa dell’Aurora Boreale, una villa per 4-8 persone con due camere da letto, salone con camino, terrazza panoramica con la tipica tinozza in legno, e una terrazza panoramica.

C’è poi il famoso Kakslauttanen Arctic Resort – Igloos and Chalets, nella zona di Saariselkä Fell, a soli 5 km dal parco nazionale Urho Kekkonen,

igloo vetro lapponia

© Kakslauttanen Arctic Resort – Igloos and Chalets

© Kakslauttanen Arctic Resort - Igloos and Chalets

© Kakslauttanen Arctic Resort – Igloos and Chalets

e – per chi non vuole allontanarsi troppo da Rovaniemi – l’Arctic Snow Hotel & Glass Igloos, sulle rive del lago Lehtojärvi, che dista 26 km dalla città di Babbo Natale.

Prima di salutarti rispondo a una domanda che mi è stata fatta da parecchie persone: “ma dato che il tetto è in vetro trasparente, significa che al mattino presto verrò svegliato dalla luce del sole?”. In inverno assolutamente no, poiché il sole sorge piuttosto tardi (le ore di luce sono limitate), a meno che tu non sia un dormiglione, ma non credo che tu voglia andare in Lapponia solo per farti ricche dormite.

Visto che meraviglia? A te piacerebbe trascorrere almeno una notte in uno di questo igloo di vetro nella Lapponia Finlandese?

Il viaggio nella Lapponia finlandese è stato uno dei viaggi più belli ed emozionanti che io e Valentina abbiamo mai fatto, talmente bello da averne addirittura parlato in tv da Licia Colò nella trasmissione Il Mondo Insieme (qui trovi il video), che su Radio Deejay.

Ora però ti lascio al video del nostro viaggio lappone.

Musica video http://www.bensound.com/royalty-free-music

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Curiosità