Is Arutas: una delle spiagge più belle della Sardegna

is arutas 2

La prima volta che misi piede sulla spiaggia di Is Arutas in Sardegna rimasi talmente affascinato dalla sua bellezza che nel corso degli anni ne ho conservato un ricordo meraviglioso. Durante i miei viaggi in giro per il mondo ho visto tante spiagge incantevoli ma questa secondo me è tra le più belle in cui io sia mai stato.

Quest’anno ho voluto portarci Valentina e anche lei è rimasta a bocca aperta davanti alla particolarità della “sabbia” di Is Arutas, ai colori del mare e al territorio circostante.

Se mi segui sui social avrai sicuramente già visto alcune foto di Is Arutas che ho postato su Facebook

e su Instagram vologratis, oggi però voglio parlartene anche qui in modo che tu possa conoscerla meglio e magari visitarla di persona.

IS ARUTAS: DOVE SI TROVA

is arutas spiaggia

La spiaggia di Is Arutas si trova in provincia di Oristano, nella costa occidentale della Sardegna, e precisamente nel territorio di Cabras.

È uno dei gioielli della penisola del Sinis, che si affaccia sul Golfo di Oristano, e dista:

  • 14 km da Cabras
  • 22 km da Oristano
  • 115 km da Alghero
  • 125 km da Cagliari
  • 200 km da Olbia.

Is Arutas si trova poi a soli 8 km dal suggestivo “villaggio western” di San Salvatore di Sinis noto per la Corsa degli Scalzi, e a soli 10 km dall’area archeologica di Tharros.

Da Olbia e da Cagliari è facilmente raggiungibile tramite la SS131. Noi ci siamo andati in giornata da San Teodoro percorrendo proprio la SS 131 per ben 180 km a tratta, ma ne è valsa la pena.

Alle spalle della spiaggia di Is Arutas si trovano grandi parcheggi a pagamento (€ 7 per tutta la giornata) e un bar/ristorante con bagno che mi ha ricordato i ristorantini messicani.

IS ARUTAS: LE PARTICOLARITÀ DELLA SPIAGGIA DEI CHICCHI DI RISO

La particolarità della spiaggia di Is Arutas è data dai granelli di quarzo simili a chicchi di riso che – con le loro sfumature che vanno dal bianco al verde passando passando per il rosa – conferiscono alla spiaggia un colore chiarissimo tendente al bianco, e al mare delle sfumature di azzurro da far invidia ai paradisi esotici.

spiaggia is arutas

Is Arutas è la spiaggia ideale per chi odia la sabbia e il contatto con i minuscoli granellini che si infilano ovunque. I suoi “chicchi di riso” si tolgono facilmente dal corpo con una leggera passata di mano senza lasciare traccia alcuna.

Il fondale del mare è profondo sin dalla riva, quindi non particolarmente adatto ai bambini piccoli, ma la limpidezza delle sue acque permette di ammirare banchi di pesci e formazioni di poseidonia.

Tutto intorno un paesaggio selvaggio che non ha subito mutazioni a causa della cementificazione selvaggia che fortunatamente qui non ha trovato “terreno fertile”.

Agli estremi delle insenature si trovano formazioni rocciose più o meno alte dalle quali è possibile scattare belle foto panoramiche della spiaggia.

is arutas

Permettimi solo un consiglio, se ami la tranquillità evita di andarci nel mese di agosto, nonostante non sia tra i luoghi più turistici della Sardegna, troverai pur sempre un discreto affollamento, soprattutto gente del luogo che a buon ragione ci si reca per godersi una fantastica giornata a contatto con la vera bellezza. Se invece hai le ferie obbligate in quel periodo non crearti problemi, con o senza gente Is Arutas vale sempre la pena di essere visitata.

is arutas spiaggia sardegna

So che sei una brava persona ma reprimi ogni eventuale voglia di riportarti a casa anche un solo granello di quarzo. Prima di lasciare la spiaggia ci sono dei punti in cui fermarsi e togliere ogni traccia dal corpo e dal telo da mare. Solo così è possibile preservare questo paradiso terrestre.

La spiaggia di Is Arutas – conosciuta anche come la spiaggia dei chicchi di riso – è unica nel suo genere e ti suggerisco di inserirla nell’itinerario del tuo prossimo viaggio in Sardegna. Non te ne pentirai!

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare