Parigi insolita: luoghi curiosi e romantici da non perdere

parigi insolita

Pochi giorni fa sono tornato dal mio terzo viaggio nella Capitale Francese alla scoperta di una Parigi insolita. E sì, a Parigi puoi tornarci cento volte e trovare sempre qualcosa di nuovo e di stimolante da fare e da visitare. È una città in continua evoluzione, con un invidiabile fermento artistico e culturale in grado di stupire a qualsiasi età, da soli, in coppia, con gli amici o in famiglia. Una di quelle in cui torneresti una, due, tre, cento volte.

In questo post ti darò qualche suggerimento basato come al solito sulla mia esperienza su cosa visitare, dove mangiare e cosa fare nel caso tu decida di tornarci, ma anche durante la tua prima volta parigina.

Segnati tutto, fidati di me, non te ne pentirai!

PARIGI INSOLITA: COSA VEDERE, DOVE MANGIARE E COSA FARE

Flyview

parigi insolita flyview paris

Parigi come non l’hai mai vista e come non la vedresti mai: volando.

No, non sto scherzando. Grazie alla realtà virtuale potrai sorvolare la Senna, la Tour Eiffel, l’Arco di Trionfo e tanti altri luoghi di interesse parigini, con una sorpresa finale: un volo suoi paesaggi più suggestivi del mondo tra cui la Grande Muraglia Cinese.

Ma come funziona? Si entra in una reception simile a un aeroporto, si attende il proprio turno, si partecipa a un brief iniziale e poi si sale su un jetpack, si indossa il visore e si parte.

Il volo dura 15 minuti e grazie al movimento, all’aria e alle immagini a 360 gradi, sembra proprio di volare. Tutto è super reale, sì è completamente immersi nell’ambiente virtuale e muovendo la testa a destra, a sinistra, in alto o in basso si scorgono particolari curiosi, e ci si imbatte addirittura in passanti incuriositi dal mezzo di trasporto.

parigi insolita andrea petroni flyview

Una sola parola: fighissimo!

FlyView Paris si trova all’indirizzo 30, rue du 4 septembre.

Questo è il suo sito web.

Atelier des Lumières

parigi insolita atelier des lumieres

Un altro luogo che ti consiglio di visitare è l’Atelier des Lumières, il primo centro d’arte digitale di Parigi, in cui periodicamente vengono allestite mostre spettacolari che rendono omaggio ai grandi nomi della storia dell’arte, come quella di Van Gogh a cui ho assistito e che mi ha permesso di vivere le tele del genio olandese che avevo già ammirato nel Museo d’Orsay di Parigi (e che ti consiglio assolutamente di visitare) e al Museo Van Gogh di Amsterdam.

Non si tratta di un classico museo con i quadri appesi alle pareti, ma di una grossa sala ricavata all’interno di una fonderia dell’800 in cui i dipinti prendono vita catapultando dentro lo spettatore che ne diventa parte integrante. Questo grazie alle proiezioni sul pavimento e sulle pareti alte 10 metri, accompagnate da un’accurata scelta musicale che rende il tutto ancora più suggestivo.

All’interno è possibile scattare foto – anche se ti consiglio di viverti il più possibile l’esperienza senza troppi scatti – ma dato che la frequenza dei proiettori è di 60 immagini per secondo, è  consigliabile utilizzare una fotocamera che permette di regolare lo shutter su 1/60, o utilizzare l’iPhone 11 che mi ha permesso di effettuare in automatico scatti come questo.

L’Atelier des Lumières si trova all’indirizzo 38 rue Saint Maur, questo è il suo sito web in cui verificare la programmazione e acquistare i biglietti con largo anticipo onde evitare di arrivare al botteghino e non trovarli. È un luogo gettonatissimo dai parigini.

Musée de l’Armée – Invalides

parigi insolita tomba di napoleone

Non tutti sanno che Napoleone Bonaparte è sepolto a Parigi, e non ha mica una sepoltura semplice bensì una vera e propria tomba imperiale e monumentale all’interno dell’Hôtel des Invalides, un complesso di edifici del XVII secolo realizzati per ospitare i soldati invalidi.

L’Hôtel national des Invalides ospita una delle più importanti collezioni d’arte e storia militare del mondo, ed è uno dei 10 musei francesi più visitati da grandi e piccini.

Dopo la visita al museo tra armature, spade e divise, lo stupore è assicurato entrando al Dôme des Invalides con la sua cupola dorata che dal 1861 ospita la tomba di Napoleone I, morto il 5 maggio del 1821 nell’Isola di Sant’Elena e lì trasportato nel 1840.

Il suo corpo riposa in un grande sarcofago in porfido posto nella cripta in corrispondenza della splendida cupola affrescata, ed è racchiuso in 6 bare.

Un pezzo di storia che merita di essere “toccato” con mano.

L’ingresso è in 129 rue des Grenelles, questo è il sito web a cui ti rimando per acquistare i biglietti e per conoscere le varie mostre temporanee che periodicamente vengono allestite.

Lafayette Anticipations

parigi insolita la fayette anticipations

Se sei un appassionato di arte contemporanea potresti fare un salto alla fondazione Lafayette Anticipations, uno spazio in cui gli artisti creano ed espongono le proprie opere.

Durante l’anno si alternano mostre che dialogano con gli spazi della fondazione, quando ci sono andato io c’era la mostra della scultrice tedesca Katinka Bock.

Lafayette Anticipations si trova all’indirizzo 9, rue du Plâtre, questo è il suo sito web.

Le BHV Marais

bhv marais

Dopo le visite culturali c’è bisogno di un po’ di svago, e perché no, di un po’ di shopping.

Nei pressi di Lafayette Anticipations si trova Le BHV Marais, storico grande magazzino fondato nel 1856. Sei piani suddivisi in abbigliamento, articoli per la casa, giocattoli, elettronica, libri…insomma il posto giusto in cui spendere qualche soldino e riportare a casa un ricordo di Parigi.

andrea petroni bhv marais

Sulla terrazza è poi possibile trascorrere una serata sorseggiando un drink e ammirando una romantica vista sui tetti della città e sull’Hôtel de Ville de Paris, il municipio.

panorama tetti parigi

Le BHV Marais si trova nel caratteristico quartiere Marais, e precisamente all’indirizzo 52, rue de Rivoli. Qui trovi il suo sito web.

Eataly Paris

eataly paris

Passiamo ora al cibo.

Alle ore 12:12 del 12 aprile 2019 è stato inaugurato il primo Eataly francese, e se durante il tuo viaggio parigino verrai colto da un’improvvisa voglia di cibo italiano questo è il posto giusto in cui rifugiarti.

Tre piani di ristoranti e prodotti d’eccellenza del nostro territorio che stanno facendo impazzire anche i nostri cugini d’oltralpe e in cui mangiare la vera pizza napoletana, la pasta, i secondi e i dolci della nostra tradizione. A proposito di dolci, da Eataly Paris ho mangiato il tiramisù più buono della mia vita, e io di questo dolce sono un vero e proprio fanatico.

eataly parigi tiramisu

Al piano terra è possibile acquistare frutta, verdura, formaggi, pane, pizza al taglio e prodotti inscatolati, mentre al piano interrato si rimane sbalorditi dalle numerosissime etichette di vini italiani scelti con grande cura dai sommelier di Eataly.

Qui potrai bere anche il vero caffè, la cosa che a noi italiani più manca quando siamo in viaggio all’estero.

Eataly Paris si trova al numero 37 di ue Sainte-Croix de la Bretonnerie.

Cena a bordo di Bateaux Parisiens

bateaux parisiens

Se vuoi stupire la tua dolce metà, fare una proposta di matrimonio o se hai semplicemente voglia di trascorrere una romanticissima serata io ti consiglio vivamente la cena a bordo di Bateaux Parisiens, i battelli che solcano le acque della Senna per far vivere ai propri ospiti un’esperienza indimenticabile.

Si parte dal Port de la Bourdonnais con la Tour Eiffel illuminata che rende il tutto ancora più magico, e durante le due ore di navigazione si degustano ottimi piatti francesi accompagnati da vino o champagne, ammirando da un’altra prospettiva i monumenti più importanti della città.

bateaux parisiens cena

Ti suggerisco però di andarci vestito con un abbigliamento formale/da cocktail, insomma non in jeans e scarpe da tennis, il luogo e l’atmosfera richiedono una cura anche nell’abito.

Qui trovi i prezzi e i vari menù disponibili.

Cena Spettacolo al Lido

lido parigi

Lo spettacolo Paris Merveilles a cui ho assistito al Lido de Paris, lo storico cabaret sugli Champs-Elisées aperto nel 1946, mi ha lasciato senza parole.

Arte ed eleganza si mescolano in un mix perfetto in grado di catturare l’attenzione dal primo all’ultimo minuto dello spettacolo messo in scena da 60 artisti tra ballerine, ballerini, acrobati, mimi e cantanti.

lido de paris

C’è la possibilità di assistere al solo spettacolo o di prendere parte all’elegante cena con accompagnamento musicale e rimanere poi per assistere allo show.

Questa è secondo me una delle cose da fare almeno una volta nella vita.

Per entrare al Lido è richiesto un abito formale, abito da cocktail per le donne e giacca e cravatta per gli uomini. All’interno è severamente vietato scattare foto o registrare video, io per farle ho avuto una speciale autorizzazione.

andrea petroni al lido de paris

Per saperne di più sui prezzi e sugli spettacoli collegati al sito web ufficiale.

Dove dormire

Io ho soggiornato all’Hotel Mansart che si trova in pieno centro, in 5 rue des Capucines, vicino all’Opéra. Un boutique hotel in cui ci si sente a casa e posizionato strategicamente in modo da riuscire a muoversi anche a piedi.

Ora che ti ho dato qualche spunto per vivere una Parigi insolita non mi resta che augurarti un buon viaggio e un buon divertimento. La Ville Lumière saprà stupirti non una ma cento volte!

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Ora lo trovi ogni domenica alle 14 su Radio Capital. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019.