TikTok e viaggi: un nuovo modo di scoprire il mondo

tiktok viaggi

Sfatiamo subito un falso mito: TikTok non è solamente un social in cui condividere balletti, scherzi e imitazioni, e non è assolutamente solo per adolescenti. Lo era inizialmente, come lo è stato anche Instagram, ma ha subito un’evoluzione importante durante il lockdown quando tutti stanchi, annoiati e impauriti dentro le quattro mura di casa, abbiamo cercato modi alternativi per passare momenti di spensieratezza. Proprio in quel periodo tanti over 30, tra cui anche i miei genitori, hanno scaricato TikTok.

Con l’ingresso massiccio dei più grandicelli sono cambiati anche i contenuti. Ci siamo già dimenticati le prime foto che giravano su Instagram? Un buon 90% di selfie con la bocca a sedere di gallina.

E se ti dicessi che TikTok sta diventando uno strumento molto interessante anche per noi viaggiatori? Immagina una sorta di YouTube condensato in video pillole di massimo 60 secondi, da usufruire in maniera veloce, smart. Un posto in cui trovare consigli di viaggio, ispirazione per mete da visitare e curiosità dal mondo.

Anche io inizialmente ero molto scettico, però proprio durante il lockdown ho cominciato a utilizzarlo assiduamente e a pubblicare video quasi giornalmente. Ho cambiato idea su TikTok quando ho pubblicato un video della Cappella Sistina che in poche ore è stato visto da oltre 36.000 persone. “Allora su TikTok c’è spazio anche per l’arte!”. La conferma mi è arrivata con un video sull’effetto prospettico del Colonnato del Bernini visualizzato da oltre 800.000 persone, che mi ha dato la spinta a continuare sul filone viaggi e meraviglie dal mondo.

Anche su TikTok mi trovi come vologratis (questo è il link diretto al mio profilo).

tik tok viaggi andrea petroni

Vediamo però ora come funziona TikTok e come utilizzarlo.

TIKTOK: COME FUNZIONA

Come utilizzare TikTok

Dopo aver scaricato l’app ed esserti registrato (puoi anche guardare video senza procedere con la registrazione ma senza condividerli) sarai pronto per divertirti, informarti e imparare cose su svariati argomenti.

Potrai:

  • scorrere il feed e lasciare che sia Tik Tok a mostrarti video random
  • cliccare sulla lente d’ingranamento (scopri) per guardare i video degli hashtag di tendenza
  • cercare un argomento di tuo interesse
  • cercare un particolare hashtag come ad esempio #viaggi
  • cercare un personaggio che eventualmente già segui su altri social.

Una volta che avrai iniziato a seguire qualche tiktoker, cliccando su Home (icona della casetta in basso a sinistra), potrai scegliere se guardare i video delle persone che segui (seguiti) o lasciarti ispirare da TikTok stesso con i video della sezione Per te.

È possibile anche attivare la funzione Pro (gratuita) in cui è presente la funzione Analitica che mostra tutti i dati statistici del proprio account.

Come condividere video su TikTok

Si possono condividere video della durata massima di 60 secondi.

Possono essere girati utilizzando direttamente l’app di TikTok ed eventualmente applicare in tempo reale uno dei tantissimi filtri proposti, o importando video e foto dalla propria galleria.

È possibile fare anche dei semplici montaggi in app inserendo differenti filmati e qualche foto, applicare effetti e transizioni, filtri, gif, adesivi e sondaggi, scritte in sovraimpressione, modificare la tua voce con effetti, doppiare un video inserendo la tua voce narrante, e la musica.

La musica è il punto forte di TikTok, perché non sono solo gli hashtag a dare la popolarità a un video ma anche il brano di sottofondo scelto. Da qui l’importanza di scegliere un brano popolare perché gli utenti possono guardare video e scoprire nuovi creator anche partendo dalla canzone. I brani sono suddivisi per genere, per tipo di video e sono soprattutto indicati i più popolari.

Una volta pronto il video può essere condiviso inserendo una breve descrizione (meglio se una call to action) e qualche hashtag inerente il contenuto. A proposito di hashtag, prima di realizzare il filmato butta un occhio a “Scopri” e controlla se può essere inserito in qualche # di tendenza, o ancora meglio realizzane uno per quelle liste.

Lo scopo è quello di finire nei Per Te, la sezione dei video con i contenuti più originali e apprezzati dagli utenti. Come accorgersi se il proprio filmato è finito nei Per Te? Quando in poco tempo ottiene tantissimi like, tanti commenti e tanti nuovi follower al profilo.

Al momento non c’è ancora un algoritmo penalizzante come quello di Instagram, quindi attualmente è più facile ottenere tante visualizzazioni e crescere di follower (io in pochi mesi sono arrivato a 14.700 follower).

Se vuoi diventare un influencer su TikTok questo è il momento giusto per entrarci, e ricordati che anche lì viene premiata la costanza. Inventati un format tutto tuo e vedrai presto crescere il numero dei tuoi seguaci. Come ti dicevo prima pensalo come una specie di Twitter per YouTube, condensando un argomento in meno di un minuto.

Per approfondire l’argomento ti suggerisco di leggere Travel influencer: chi è e come ci si diventa. Tutto quello che non ti hanno mai detto.

TikTok e viaggi

Qualche idea di profili di viaggio interessanti da seguire?

Ci sono @sennarelax,  @followmeaway, @mgtenazas e ovviamente io @vologratis. C’è chi mostra gli hotel più belli da lui provati, chi paesaggi mozzafiato, chi racconta curiosità dal mondo e chi dritte per viaggiare, il tutto in meno di un minuto. La difficoltà e la bravura del tiktoker stanno proprio lì, esprimere un concetto in poco tempo, come succede su Twitter.

A me questo social piace tantissimo. Lo trovo interessante, dinamico e mai noioso.

Se gli altri social ti stanno stancando prova TikTok, ti aspetto anche lì.

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, giocare con suo figlio Nicholas, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo insieme alla sua famiglia. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio, su Radio Capital e sulle pagine de L'Huffington Post. Ogni tanto lo trovi in radio, in tv e su giornali. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online. La seconda edizione è uscita a giugno 2019. Il 23 luglio 2020 è uscito il libro da lui curato dal titolo "In viaggio tra i borghi d'Italia".