Den Haag: cosa vedere a L’Aia

den haag

Io sono un habitué dell’Olanda, sono talmente affascinato dai Paesi Bassi che ci torno spesso e volentieri per visitare posti nuovi come quello di cui ti voglio parlare oggi, Den Haag, con una guida tutta incentrata su cosa vedere a L’Aia.

Den Haag per gli olandesi, The Hague per gli anglosassoni e L’Aia (o l’Aja) per noi. Nomi diversi con cui viene chiamata la città in cui ha sede il governo olandese e dove il re ha istituito la sua sede di lavoro, una città a cui non davo un soldo di fiducia ma che in realtà mi ha piacevolmente sorpreso.

COME ARRIVARE A L’AIA (DEN HAAG DA AMSTERDAM)

L’Aia (o Den Haag) dista solo 65 km da Amsterdam e 45 km da Schiphol, e può essere facilmente raggiunta sia dalla città che dall’aeroporto.

Come arrivare a L’Aia dall’aeroporto di Amsterdam Schiphol

Dall’aeroporto di Amsterdam Schiphol è possibile raggiungere L’Aia (Den Haag) tramite:

  • bus Flixbus con prezzi a partire da € 4,99
  • treno Intercity che impiega 29 minuti
  • in automobile in circa 40 minuti

Come arrivare a L’Aia da Amsterdam

Da Amsterdam è possibile raggiungere Den Haag:

  • in treno dalla stazione centrale che impiega circa 50 minuti
  • tramite il bus Flixbus

viaggio olanda aia

DEN HAAG: COSA VEDERE A L’AIA. I LUOGHI DA NON PERDERE

Come ti dicevo all’inizio del post, Den Haag mi ha piacevolmente sorpreso. Pensavo fosse una città fredda e iper moderna mentre ho trovato una città accogliente e in cui la modernità si lega alla perfezione con il passato.

Qui di seguito troverai quelli che secondo me sono i luoghi imperdibili, e ti darò anche qualche dritta su alcuni ristoranti e bar niente male e da me personalmente testati.

Sei pronto? Si parte!

Mauritshuis

den haag cosa vedere l'aia mauritshuis

Tra le prime cose da vedere a L’Aia (Den Haag) c’è senza ombra di dubbio il museo Mauritshuis, ospitato in quella che una volta era la residenza del conte Johan Maurits van Nassau-Siegen, e che ora espone una grossa collezione di opere d’arte dei più grandi pittori olandesi.

Tra le opere più belle spicca sia “La ragazza con l’orecchino di perla” di Vermeer, che “La lezione di anatomia del dott. Tulp” di Rembrandt.

vermeer ragazza orecchino perla

Ma sono tanti i dipinti di Vermeer, di Rembrandt, di Rubens, di Potter, di Hals e di altri artisti, davanti ai quali rimanere incantati.

All’antico palazzo del XVII secolo si accede da Plein 29 tramite un’ingresso moderno posto sotto al livello dell’acqua e accanto a un canale.

Il prezzo del biglietto ha un costo di:

  • € 15,50 per gli adulti
  • € 12,50 per gli studenti in possesso di carta dello studente (che deve essere mostrata)
  • gratis per i minori di anni 19.

Il museo è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 18, tranne il lunedì in cui viene osservato l’orario 13 – 18.

Binnenhof

den haag cosa vedere l'aia binnenhof

Adagiato sullo “Stagno della Corte” e accanto al Mauritshuis, si trova lo splendido palazzo del Parlamento olandese. La capitale dell’Olanda è Amsterdam ma la sede del parlamento e quella del governo dello Stato si trovano a Den Haag.

Il Binnenhof è un complesso di edifici realizzati tra il XIII e il XVIII secolo, nato inizialmente nel 1229 come residenza del conte Fiorenzo IV di Olanda.

Trattandosi di un palazzo istituzionale è possibile visitare gli interni solo con visite guidate in lingua inglese od olandese, e prenotabili online a questo link. Comunque il complesso è molto bello anche solo dall’esterno. Proprio fuori dal portone troverai un chioschetto in cui mangiare le deliziose aringhe.

Palazzo della Pace (Vredespaleis)

Chissà quante volte avrai sentito nominare in tv, sui giornali o sui libri di scuola, la Corte Internazionale di Giustizia de L’Aia o il Tribunale de L’Aia. Si tratta del principale organo giudiziario dell’ONU che dirime le controversie tra gli Stati membri delle Nazioni Unite.

Il Tribunale de L’Aia si trova nel Palazzo della Pace all’indirizzo Carnegieplein n.2, un bellissimo edificio in stile neorinascimentale costruito appositamente tra il 1907 e il 1913, grazie alla cooperazione degli Stati membri dell’ONU.

Purtroppo però le visite guidate si tengono solo poche volte l’anno, ma al centro visitatori posto accanto al palazzo è possibile conoscerne la storia grazie a un’esposizione e a un filmato.

Palazzo Noordeinde

La Casa Reale olandese ha scelto Den Haag come sua sede di lavoro, e il Re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi svolge la sua attività lavorativa all’interno del Palazzo Noordeinde.

Si trova in pieno centro, proprio sulla via Noordeinde, ma non è aperto al pubblico. Puoi però ammirarlo dall’esterno, fare belle foto e, se il clima lo permette, rilassarti nel parco Paleistuin e perché no, fare anche un bel pic-nic sui prati in un’atmosfera regale ma rilassata.

Hofkwartier

Si tratta del quartiere dello shopping che si sviluppa intorno al Palazzo Noordeinde.

Le vetrine dei negozi alla moda catturano l’attenzione degli shopping addicted in una cornice suggestiva che alterna modernità ad antichità, con stradine di mattoni e antiche abitazioni.

Molenstraat e Oude Molstraat

Queste due strade del centro storico conservano ancora oggi un aspetto curioso. Un tempo erano sentieri serpeggianti che attraversavano dune di sabbia, e ancora oggi è possibile percorrere il loro andamento irregolare.

Qui troverai negozi, hotel, bar e ristoranti.

Madurodam

den haag cosa vedere l'aia maudorodam

Io in questo posto non ci volevo proprio andare, poi mi sono fatto convincere dai miei compagni di viaggio e…ne sono rimasto colpito.

Si tratta del Parco dell’Olanda in miniatura, che si trova in George Maduroplein n.1, e che si raggiunge con il bus o con il tram in  soli 10 minuti dal centro di Den Haag.

In questo parco sono state costruite con dovizia di particolari tutte le maggiori attrazioni olandesi ed è possibile ammirare Amsterdam, Utrecht, L’Aia, ma anche il mercato del formaggio di Alkmaar, l’aeroporto di Amsterdam, il porto di Rotterdam, le dighe e tanto altro.


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ANDREA PETRONI (@vologratis) in data:

Ciò che a me ha personalmente colpito non è stato tanto il Parco in sé quanto il motivo per il quale è stato costruito. Si tratta di un memoriale voluto dalla famiglia del giovane soldato George Maudo, che combattendo valorosamente per la liberazione dell’Olanda da parte dei tedeschi, fu ucciso dai nazisti.

Il biglietto d’ingresso costa:

  • € 16, 50 per gli adulti durante la settimana
  • € 17,50 durante il weekend
  • € 66 per famiglie composte da € 4 persone per ingressi durante la settimana
  • € 70 per le famiglie di 4 persone per il weekend.

Acquistando i biglietti online sul sito ufficiale del Parco si ottiene uno sconto di € 2 sul singolo, di € 16,50 per le famiglie durante la settimana, e di € 17,50 per le famiglie per ingressi durante il weekend.

Tra le cose da vedere a L’Aia inserisci anche Madurodam, non te ne pentirai.

La spiaggia di Scheveningen

viaggio olanda scheveningen

viaggio olanda scheveningen

A soli 15 minuti di tram dal centro di Den Haag è possibile raggiungere la spiaggia di Scheveningen, ed è incredibile per noi italiani associare una città del Nord Europa a una spiaggia bellissima. Ecco, a L’Aia mi sono dovuto ricredere anche su questo aspetto.

Den Haag ha ben 11 km di sabbia e una spiaggia grandissima in cui spicca il molo con la ruota panoramica, la torre da cui lanciarsi con il bungee jumping o con la zip line, ristoranti e negozi alla moda.


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ANDREA PETRONI (@vologratis) in data:

Ristoranti e bar si susseguono anche lungo la spiaggia, e nelle ore dei pasti si viene letteralmente rapiti dal profumo di pesce cucinato che esce dalle cucine.

Nella spiaggia di Scheveningen spicca anche il palazzo della Kurhaus, risalente agli inizi dell’Ottocento e nato come stabilimento per la balneoterapia.

Non immagini il mio stupore di fronte a questa gigantesca spiaggia di Den Haag, mi sembrava di essere sulla spiaggia di Santa Monica a Los Angeles!


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ANDREA PETRONI (@vologratis) in data:

Zeeheldenkwartier

Se ami i quartieri bohemien sarai felice di sapere che tra le cose da vedere a L’Aia ce n’è uno che conserva uno spirito artistico e alternativo, in cui è possibile fare shopping, perdersi tra le vetrine dei negozi di design, rilassarsi su una terrazza di qualche caffè sorseggiando una bevanda calda o fredda, o mangiare qualche specialità in uno dei tanti ristoranti, tra palazzi istituzionali e dimore d’epoca.

Il cuore del quartiere è la piazza Anna Paulownaplein, mentre a Plein 1813 è possibile ammirare il monumento commemorativo della nascita del Regno dei Paesi Bassi.

Dove mangiare a L’Aia (Den Haag)

viaggio olanda cibo

In Olanda non si mangia affatto male, anzi, io ho sempre mangiato benissimo.

Per esperienza personale ti suggerisco tre posti non proprio economici in cui mangiare, ma belli e di ottima qualità:

  • Catch by Simonis (indirizzo Dr. Lelykade 43): un bellissimo ristorante moderno a più piani con vista sul porto turistico. Offre una vasta scelta di piatti a base di pesce fresco che spaziano dal crudo al cotto, dal sushi ai piatti tipici, da accompagnare con uno dei tanti vini internazionali presenti sulla carta. È considerato come uno dei migliori ristoranti di pesce di tutta l’Olanda. Io ho mangiato sushi e capesante, tutto delizioso!
  • Waterproef (indirizzo Dr. Lelykade 25): accanto a Catch by Simonis si trova un altro splendido ristorante moderno che propone squisiti piatti a base di pesce, belli da vedere e buoni da gustare. Waterproef ha un’ampia cantina di vini provenienti da ogni parte del mondo. I camerieri sapranno consigliarti il vino in base alla pietanza che deciderai di mangiare.
  • Indigo Hotel (indirizzo Noordeinde 33): proprio di fronte al Palazzo Reale e quindi in pieno centro storico, si trova questo splendido hotel in cui ho avuto il piacere di soggiornare e in cui ho cenato un paio di volte. L’hotel è ricavato in quello che un tempo era il palazzo della Banca Centrale e conserva ancora gli spazi bancari. Il menù è piuttosto ristretto ma preparano degli ottimi hamburger. È possibile andarci anche solo per bere un cocktail al bar situato nel seminterrato in quelli che un tempo erano i locali del caveau.

Cosa vedere nei dintorni di Den Haag

L’Aia è un’ottima base per scoprire altre deliziose cittadine che si trovano nei dintorni come ad esempio Gouda famosa per il formaggio o Delft per le ceramiche, ma anche Leiden, Zaanse Schans e Alkmaar. Tutte facilmente raggiungibili in treno o ancora meglio in automobile.

 

Lo ripeto sempre, l’Olanda non è solo Amsterdam, è un Paese tutto da scoprire e ricco di città e villaggi deliziosi, per non parlare della natura che stupisce in ogni angolo.

Ora che sai cosa vedere a L’Aia non ti resta che goderti al meglio Den Haag, o The Hague che dir si voglia.

 

 

This post was brought to you as a result of the Holland blog trip #DiscoverHolland, a project between Expedia and NBTC Holland Marketing, supported by iambassador. VoloGratis.org maintains full editorial control of the content published on this site. #SeeItToBelieveIt

immagine di copertina pixabay

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

Luoghi da visitare e guide per viaggiare