Viaggi al buio low cost: la vacanza a sorpresa spendendo poco

viaggio al buio

La prima volta che ho sentito parlare di viaggi al buio FlyKube era lo scorso anno a Liverpool, una mia amica travel blogger era super euforica perché sarebbe partita a breve per il suo terzo viaggio al buio.

“Viaggio al buio?” le domandai, “Helen, ma cosa sono? Raccontami perché sono molto curioso, ti vedo così elettrizzata?”

Helen, con gli occhi che le brillavano di contentezza, mi spiegò questa nuova frontiera del viaggio, perfetta per chi ama il mondo in generale e vuole scoprirlo tutto senza una meta ben precisa in testa, e soprattutto perfetta per chi ama il “brivido” dell’ignoto e per chi vuole mettere nella propria vita quel pizzico di sana adrenalina

Dopo il racconto della mia amica e aver seguito i suoi viaggi al buio tramite i social mi sono messo in cerca di informazioni più dettagliate sulle vacanze a sorpresa e oggi voglio parlarne con te, perché credo si tratti di un qualcosa di veramente innovativo, divertente e adrenalinico.

Un nuovo modo per viaggiare low cost che sfrutta i vantaggi di quelli che una volta erano i viaggi last minute.

VIAGGI AL BUIO: COSA SONO E COME FUNZIONANO LE VACANZE A SORPRESA

Il viaggio al buio è una vacanza di cui non si conosce la meta. Si acquista un pacchetto volo+hotel e un paio di giorni prima di partire si viene a conoscenza della meta. Si fanno i bagagli e si parte!

La formula della vacanza a sorpresa è nata qualche anno fa negli Stati Uniti e ha riscosso talmente tanto successo da sbarcare anche in Europa, prima nel Regno Unito e poi anche qui in Italia.

Chi opterà per il viaggio a sorpresa non dovrà quindi trascorrere lunghe ore davanti al pc per confrontare i prezzi dei voli, cercare l’alloggio più economico e incastrare le date e le offerte in base alle proprie disponibilità. Sceglierà le date e un algoritmo scandaglierà per lui il web in cerca della soluzione migliore che gli verrà comunicata solo pochi giorni prima della partenza.

Ma chi ha già visitato una o più città previste dal portale? Tranquillo, è possibile scartare a priori alcune destinazioni.

Come ti dicevo poco fa i viaggi al buio sono sbarcati anche in Italia grazia a FlyKube, una startup italo-spagnola che ha come obiettivo quello di sconvolgere il nostro modo di pensare sia l’organizzazione del viaggio che il viaggio stesso.

Sei pronto per la tua prima vacanza a sorpresa?

FLYKUBE: COME FUNZIONA IL PORTALE PER I VIAGGI AL BUIO

La prima cosa da fare è ovviamente quella di collegarsi al sito web di FlyKube.

Ci si ritrova subito in questa schermata in cui scegliere il numero di viaggiatori, la durata del viaggio e la città di partenza.

viaggi al buio (2)

Scorrendo la pagina verso il basso è possibile scegliere la vacanza a sorpresa tra tre opzioni:

  • destinazione a sorpresa da € 150: dovrai solo selezionare le date del viaggio e la città di partenza, e due giorni prima di partire scoprirai la meta e riceverai via mail sia i biglietti aerei che la prenotazione dell’hotel.
  • giorni a sorpresa da € 150: scegli solo la destinazione, il mese del viaggio e la città di partenza, e scoprirai le date solo il lunedì che precederà il weekend del viaggio
  • tutto a sorpresa da € 100: scegli solo la città di partenza e il mese in cui viaggiare, scoprirai tutto il lunedì precedente il weekend della tua vacanza.

viaggi al buio flykube (2)

Ovviamente l’ultima opzione, cioè quella completamente misteriosa e forse anche più intrigante è quella di cui non di conosce nulla, che oltretutto per la variabile “ignota” è anche la più economica.

FlyKube include:

  • biglietti aerei andata e ritorno
  • hotel di categoria 3 o 4 stelle in centro città.

Una volta scelta la formula da te preferita puoi iniziare l’acquisto del viaggio.

Se hai ad esempio scelto la formula della destinazione a sorpresa, dopo aver inserito il numero dei viaggiatori, la durata del viaggio e la città di partenza, e aver cliccato sul tasto Inizio (come vedi nella schermata precedente), ti ritroverai di fronte a un calendario in cui scegliere:

  • in quali giorni viaggiare (dal venerdì alla domenica, dal sabato al lunedì, dalla domenica al martedì)
  • le date esatte facendoti aiutare dai colori che indicano la tariffa.

vacanza a sorpresa

Ipotizziamo di voler partire dal 18 al 20 maggio, clicchiamo sulle date e un messaggino ci chiede subito se vogliamo scegliere l’orario indicativo dei voli. Cliccandoci sopra è possibile scegliere un range entro il quale partire ma attenzione, per ogni cambio orario il sistema aggiungerà € 10 al prezzo totale. Se sei flessibile anche nell’orario di partenza è meglio far decidere tutto a lui.

vacanza a sorpresa (2)

Nella schermata successiva si ha la possibilità di scartare alcune destinazioni. I primi tre scarti sono gratis, per ogni scarto successivo si pagano invece € 5. Per scartare basta cliccare sulla foto della città, e poi cliccare sul tasto continua per procedere con la prenotazione della vacanza a sorpresa.

viaggio a sorpresa

Nella schermata del pagamento bisogna inserire i propri dati personali, tra cui gli estremi del documento, e pagare con una carta di credito Visa, Mastercard, Eurocard o American Express.

viaggio a sorpresa (2)

I prezzi sono bassi e gli standard elevati per un semplice motivo, i fondatori sono titolari di un’agenzia di viaggi a Barcellona, cosa che gli permette di avere sempre a disposizione offerte last minute particolarmente vantaggiose.

Cosa ne pensi di questa nuova frontiera del viaggio? Tu lo faresti un viaggio al buio?

Ti aspetto anche sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram.

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Porta avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

comments

  • Paola

    Molto accattivante l’idea di partire al buio. Ricordiamoci però che i voli aerei sono la principale fonte di inquinamento atmosferico con conseguenze sul cambiamento climatico. Non per niente, nell’accordo di Parigi si parla di riduzione programmata delle emissioni inquinanti da ogni fonte possibile….ESCLUSI i voli aerei….Secondo voi perché? Che chi siano lobby troppo forti in gioco?
    Perché non fare un bel viaggio in treno godendosi del paesaggio che ci scorre davanti al finestrino e senza dover fare alcun check-in?

    • Giovanni Petrera

      Giusta osservazione – ma il treno non ha collegamenti oltreoceano….e viaggiando da una città alla destinazione “al buio” conta il tempo maggiore x la destinazione con minor tempo x viaggiare-

    • mariacristina gentile

      Vai a roma e torni mentre io in aereo arrivo a Madrid. Preferisco l’aereo

Luoghi da visitare e guide per viaggiare