Burj Khalifa: il grattacielo più alto del mondo. Info per visitarlo

burj khalifa

Vedere Dubai dall’alto del Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo, è un’esperienza che ti consiglio di fare anche se trascorrerai un solo giorno nell’Emirato Arabo.

Tra cosa vedere a Dubai è a mio avviso l’attrazione che ti farà esclamare un triplo wow sia per la location – accanto al Dubai Mall (il centro commerciale più grande al mondo per numero di negozi che al suo interno ha anche un acquario gigantesco con gli squali) e il Burj Lake dove ogni giorno si tiene l’incantevole spettacolo delle fontane danzanti di Dubai – sia per i numeri di cui detiene il record mondiale e sia per la vista che si gode dalle sue terrazze.

In questo post ti darò qualche informazione curiosa e interessante sul Burj Khalifa, ma ti darò soprattutto le informazioni necessarie per visitarlo come il prezzo dei biglietti d’ingresso e gli orari per la visita.

BURJ KHALIFA: IL GRATTACIELO PIÙ ALTO DEL MONDO. TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PER VISITARLO

Burj Khalifa: un po’ di storia

Iniziamo dal nome: il Burj Khalifa non si doveva chiamare così. Il nome scelto per questa gigantesca costruzione era fin dal principio, e soprattutto fino a pochi mesi prima della sua inaugurazione, Burj Dubai. Burj in arabo significa torre.

Perché poi da torre di Dubai si è passati a torre di Khalifa? La storia è secondo me molto bella e significativa dei rapporti esistenti tra gli altri Emirati facenti parte dell’Unione. Nel 2008 Dubai subì una pesantissima crisi economica che mise in dubbio la fine dei lavori del grattacielo, e che fece posticipare la conclusione di ben due anni (fatto incredibile per Dubai), conclusione dei lavori che avvenne però grazie al sostegno economico dell’emiro di Abu Dhabi, lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahayan, presidente degli Emirati Arabi Uniti.

L’emiro di Dubai, in segno di riconoscenza, cambiò il nome della costruzione in Burj Khalifa proprio in onore dello sceicco di Dubai.

I lavori per la costruzione del Burj Khalifa iniziarono nel 2004 grazie a una joint venture internazionale, su commissione della Emaar Properties, una delle più grandi società immobiliari del mondo di proprietà dello sceicco di Dubai Mohammed bin Rashid Al Maktoum, e terminarono il 1° ottobre 2009, facendo registrare un costo complessivo di 1,5 miliardi di dollari.

L’inaugurazione del grattacielo a forma di Hymenocallis, un fiore molto diffuso a Dubai, avvenne il 4 gennaio 2010 nel corso di una suntuosa cerimonia.

burj khalifa dubai

L’altezza del Burj Khalifa e altri numeri, e record

Dubai è l’Emirato dei record, qualsiasi cosa è la “più…del mondo”  e ovviamente non poteva non avere anche il grattacielo più alto del mondo. Nel 2020 però il grattacielo più alto del mondo sarà “The Tower”, sempre a Dubai, ideato dall’architetto spagnolo Calatrava, che supererà i 1000 metri di altezza.

L’altezza del Burj Khalifa è di 829,80 metri, calcolata alla sommità della guglia/antenna. L’ultimo piano effettivo è posto a un’altezza di 604,90 metri, e il tetto a 739,44 metri.

È suddiviso in 163 piani + 2 piani sotterranei, e copre un’area di 344.000 metri quadrati.

Nel Burj Khalifa ci sono anche ben 58 ascensori che detengono il record di ascensori più veloci del mondo raggiungendo una velocità di 18 metri al secondo. Per arrivare al 125° piano ci si impiega poco più di un minuto, che scorre via in un battibaleno grazie alle proiezioni fantascientifiche al suo interno.

Il Burj Khalifa detiene però altri record, ha:

  • la piattaforma di osservazione più alta del mondo
  • il ristorante più alto del mondo
  • la discoteca più alta del mondo.

Credimi, essere al suo interno pensando a tutti questi numeri da Guiness dei Primati fa un certo effetto.

Altre due curiosità, gli interni sono stati progettati dall’Armani Home e nel Burj Khalifa furono girate scene del film “Mission Impossible: protocollo fantasma” con Tom Cruise.

crociera dubai andrea petroni

Cosa c’è dentro al Burj Khalifa

Il Burj Khalifa ospita uffici, appartamenti, palestra, spa, terrazze panoramiche e una moschea, ma soprattutto il lussuosissimo Armani Hotel, il ristorante At.mosphere e vari ristoranti Armani tra cui l’Armani Hashi specializzato in cucina giapponese, Armani Hamal specializzato in cucina indiana e l’Armani ristorante specializzato in cucina italiana.

Gli appartamenti del Burj Khalifa sono circa 900 e sono disposti tra il 19° e il 108° piano. Hanno ovviamente tutte finiture di lusso e dispongono da una a quattro camere da letto. Non è possibile però aprire le finestre, ma con gli aromi nebulizzati tramite i condotti dell’aria condizionata è possibile ovviare al problema della “puzza di chiuso”.

Burj Khalifa: dove si trova e come arrivarci

Il Burj Khalifa si trova al numero 1 di Sheikh Mohammed bin Rashid Blvd. Puoi raggiungerlo direttamente dal Dubai Mall uscendo fuori verso il lago, non passa di certo inosservato.

Qui sotto trovi la sua esatta posizione su Google Maps, utile sia per geolocalizzare il luogo che per crearti l’itinerario.

Puoi raggiungerlo sia con la metro rossa fermata Burj Khalifa/ Dubai Mall Metro Station, che con il bus scendendo a Burj Khalifa The Palace Hotel, volendo anche in automobile parcheggiando al gigantesco parking sotterraneo del Dubai Mall.

Biglietti per il Burj Khalifa: prezzi, orari e pacchetti

Te lo dico subito, salire in cima al Burj Khalifa non è per niente economico, però ne vale la pena, soprattutto se ami scattare belle foto.

I prezzi per il Burj Khalifa variano in base all’orario di visita e in base ai pacchetti scelti. Vediamoli Insieme

  • il biglietto At the Top Burj Khalifa + FREE Dubai Fountain Boardwalk per salire alle terrazze dei piani 124 e 125, e ottenere un ticket per un’esperienza esclusiva al The Dubai Fountain at Boardwalk, costa AED 141 (circa € 34) per gli adulti e AED 106 (€ 25) per i bambini d’età compresa tra i 4 e 12 anni (gli under 4 entrano gratis) nelle fasce orarie che vanno dalle 8:30 alle 14 e dalla 19 alla chiusura, e AED 216 (€ 52) per gli adulti e AED 176 (€ 42) per i bambini tra i 4 e 12 anni, nella fascia oraria 15 – 18:30
  • il biglietto At the Top Burj Khalifa SKY, che comprende anche la terrazza posta al 148° piano (oltre a quelle poste al 124° e al 125°) costa AED 370 (€ 88) (i minori di 4 anni entrano gratis) dalle 19 e fino alla chiusura, e AED 525 (€ 126) dalle 9:30 alle 18.

È possibile però aggiungere alla vista panoramica anche delle esperienze come un tè al 152° o al 154° piano, un aperitivo al tramonto, un pranzo, una cena o un cocktail sotto le stelle, con prezzi a partire da AED 600, circa € 144.

I biglietti possono essere acquistati a questo link e ti consiglio di procedere con l’acquisto con largo anticipo.

Gli orari per salire sul Burj Khalifa sono i seguenti:

  • per At the Top dalle 8 alle 23:30 (ultimo ingresso)
  • venerdì e sabato dalle 5:30 per ammirare l’alba
  • per At the Top – Sky dalle 9:20 alle 22 (ultimo ingresso).

grattacielo piu alto del mondo

Quando si entra bisogna passare per i controlli di sicurezza, mostrare il biglietto, camminare lungo un percorso obbligato alle cui pareti sono apposte delle magnifiche foto che illustrano le varie fasi della costruzione, e mettersi in coda per raggiungere l’ascensore. Dall’ingresso alla terrazza, e tra un’attesa e l’altra, io ho impiegato circa 20 minuti per arrivare fino alla terrazza del 125° piano.

Burj Khalifa: gli orari migliori per salire in cima al grattacielo più alto del mondo

Dipende dai tuoi gusti, anche se l’orario migliore è quello del tramonto, in modo da vedere Dubai illuminata prima dai caldi colori del giorno e poi dalle scintillanti luci artificiali.

Se però vuoi scattare delle foto da “influencer” seduto davanti al finestrone con la città sotto di te, ti suggerisco di andarci durante il giorno. Le foto più belle si scattano secondo me al 124° piano, soprattutto quelle panoramiche perché tra un vetro e l’altro ci sono degli spazi in cui è possibile infilare l’obiettivo della fotocamera e scattare senza il filtro del fastidiosissimo vetro con i riflessi e la polvere.

Leggi anche Aeroporto di Dubai: info utili su cosa fare e su come arrivare in città e la guida Clima a Dubai: il periodo migliore per andarci.

Buon viaggio!

Andrea Petroni

Un bel giorno di novembre apre per gioco il blog VoloGratis.org e si ritrova ad essere uno dei travel bloggers più seguiti e più influenti in Italia. Ama coccolare il suo bassethound Gastone, cantare sia dentro che fuori alla doccia, suonare la chitarra e viaggiare per il mondo. Odia fare la valigia e gli hotel con i bagni in comune. Per anni ha portato avanti la battaglia “più viaggi per tutti” non solo su VoloGratis.org ma anche su m2oradio e sulle pagine de L'Huffington Post. Il 18 maggio 2017 è uscito il suo primo libro "Professione Travel Blogger" disponibile in tutte le principali librerie italiane, anche online.

Luoghi da visitare e guide per viaggiare